sabato 28 febbraio 2009

VERSO UN ISOLA NEL SOLE


La preparazione di una vacanza puo' essere una cosa semplice ma anche terribilmente complicata.

Dipende dalla vita che si fa e dal quanto tempo si ha per organizzarsi bene.

L'ottimale sarebbe avere almeno un paio i giorni di stacco fra la fine del lavoro e l'inizio della vacanza per potersi organizzare al meglio e per poter fare con calma i preparativi per la nostra vacanza.

La realta' spesso e' diversa,di solito si lavora fino al giorno prima oppure come capita a me che per il prossimo viaggio partiro' alla una del pomeriggio di domenica e terminero' di lavorare al locale alle 4 di mattino della domenica stessa.

Gli ultimi giorni lavorativi prima della partenza pero' gia' subiscono l'influsso dell'incombente viaggio,siamo piu' allegri,piu' tolleranti,ci incazziamo di meno e nei confronti dell'universo criato nella sua intierezza abbiamo un atteggiamento largamente conciliante.

E' il profumo della gnocca che sta' arrivando....

La gnocca mette allegria,attenua le rughe,da sollievo al fegato e salva le olive dall'annegamento e non e' roba da poco.

Man mano che la data di partenza si avvicina si inizia a pensare alla propria casa de renta,alla prima notte,alla gnocca che sara' con noi,a come vivere il primo giorno di vacanza mentre le tribolazioni del quotidiano italiano si attenuano come d'incanto.

Si fanno gli ultimi acquisti,chi ha uno straccio di novia pensa ai regalini da portare giu',ci si organizza le proprie cose in modo che il cielo non ci cada sulla testa durante la nostra assenza (che cada e' sicuro ma non si sa quando....).

L'ultimo giorno lo si passa a fare la valigia,a combattere col peso,quei maledetti 20 kg, e con la cerniera che non si chiude.

Si pensa a cosa sicuramente dimenticheremo,si passa in banca a prelevare del grano che si trasformera' pochi giorni dopo come d'incanto in leche,si fa una ricarica al cellulare......

L'ultima notte in Italia si dorme poco e male un po' per la voglia di partire e molto per la paura di non sentire la sveglia....e non sia mai....

Al final arriva il gran giorno.

Cuba.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono graditissimi contributi a patto che non siamo anonimi. Chiunque volesse postarne uno può farlo con un account o inserendo un nome (vero o fittizio ma sempre lo stesso) a inizio o fine scritto.
I commenti integralmente anonimi e quelli fuori contesto finiscono nel basurero.
Ricordo a tutti che il nome della squadra di calcio di proprieta' di una nota famiglia torinese, qua' sopra, e' considerato blasfemo.
Sara' sufficente un J con dei puntini a seguire.
Grazie per la collaborazione.