giovedì 6 settembre 2012

UN TERRENO

 

Nelle discussioni sul blog di questi giorni e' saltata fuori un opzione, sempre riferita alla casa da acquistare.
Un opzione che all'epoca dell'acquisto avevo preso in considerazione.
Comprare un terreno, un solar.e poi costruirci su'.
Non era e non e' un opzione da poco. 
Dopo che mi resi conto che per autentiche grotte chiedevano del bel grano, e avendo appurato che le richieste non avevano nulla a che vedere col reale valore di cio' che avrei comprato, mi ero quasi indirizzato in questa direzione.
Ho preso casa en el Reparto Buenavista, accanto a dove ho comprato c'era e c'e' un solar libero.
All'epoca non vendeva ma ora si e lo si porta via al prezzo de las papas.
Avevo poi optato per dove ho comprato perche' c'era gia' una casa fatta, decorosamente, e sopratutto perche' le fondamenta erano buone.
Ho ovviamente, e di parecchio, ingrandito il tutto ma quelle fondamenta mi hanno convinto in questa direzione.
Il problema di comprare qualcosa che abbia il reale valore di cio' che spendiamo e' reale.
Per pagare cara una merda tanto vale prendere un terreno e mettere su casa, a Tunas con 15000 cuc ti togli la paura e la fai come vuoi tu.
Ovviamente ci vuole una donna accanto que sirva, che sappia muoversi nei meandri perigliosi della burocrazia cubana e che ci tuteli durante i lavori e la scelta del personale.
Se poi e' anche abbastanza onesta e non ti incula allora vuol dire che la dea bendata si e' ricordata di te.
A volte un acquisto si rivela una porcheria perche' devi letteralmente abbattere cio' che hai comprato in quanto, per i nostri canoni, no sirve.
Pensateci gente.

10 commenti:

  1. Sempre in Oriente (Granma) nel campo vicino a Pilon, stiamo risolvendo con circa 2000 cuc sulle rovine lasciate dal ciclon: 4 quartos, patio, salone, sala da pranzo, cucina e pure bagno con turbina.
    Stile cubano, arredamenti e rifiniture di pregio (migliori della Ikea - che poi a quanto si dice faceva fabbricare ai prigionieri politici). A titolo informativo. Meditate gente, meditate!
    MR

    RispondiElimina
  2. Non vorrei apparire un rompicoglione saccente ma il decreto legge 288 accenna solo a vivienda e casa, mai cita terreni. E' presumibile anzi sicuro che nulla è variato sui terreni: la commision de gerencia de vivienda deve autorizzare la vendita sotto stretti requisiti di necessità abitativa del compratore. Rotture, burocrazia, corruzione...E' una delle leggende metropolitane che i terreni avessero facile vendita. Gli organi coinvolti prima que vivienda autorizzi la venta sono il classico rompicabeza. Sui tetti i solar è un altro discorso sempre però con accortezze. Ciao Milco. Francesco Franz

    RispondiElimina
  3. Ciao Milco. Cosa sarebbe tipicamente un solar a Cuba?
    Grazie

    RispondiElimina
  4. Luca te la vendo come me l'hanno venduta...

    E' un terreno non grandissimo di solito, edificabile

    RispondiElimina
  5. MR la cifra e' adeguata, e con un piccolo investimento ti ritrovi una bella casa finita.

    RispondiElimina
  6. Franz non sono un esperto come te, la discussione verteva sul fatto che con un terreno ti fai la casa come vuoi.

    RispondiElimina
  7. farsi una casa su un terreno non è per niente semplice a cuba per come vanno i lavori e per il materiale,come dici tu aston ci vuole una persona con 2 palle quadrate per fare i mille giri che ci sono da fare,e quanto tempo ci vuole?e quanti rompimenti di palle per trattare con tutti i vari fornitori e lavoratori?e forse si spende di piu al final che comprarne una finita.il meglio è comprarla gia fatta che sia buona come hai fatto tu,e ho fatto anch io.

    RispondiElimina
  8. Comprare un terreno è una rogna! Franz

    RispondiElimina
  9. Comprar casa cose da pazzi appena la novia-moglie gli girano le palle siete con il culo a terra......

    RispondiElimina
  10. Grazie per la spiegazione Milco. Luca

    RispondiElimina