lunedì 19 novembre 2012

LA GELOSIA


La gelosia e' un sentimento che da sempre regola le relazioni fra i 2 sessi.
C'e' chi afferma che senza gelosia non puo' esistere amore, personalmente mi sembra una cazzata ma e' solo l'opinione di un cadetto di Guascogna.
Chiunque frequenti o abbia frequentato una cubana sa che cosa vuol dire la gelosia,
Se da un lato puo' essere tollerabile dall'altro,se esce dai binari del lecito, diventa un autentico rompimento di coglioni.
Ho vissuto in Italia 10 mesi con una cubana, parlo con cognizione di causa e non per dare aria ai denti.
Quasi sempre la gelosia nei nostri confronti non e' rivolta alla persona in se ma e' figlia della paura di perdere i benefici che una relazione con uno straniero puo' regalare.
Non essendo mai stato fedele a nessuna ho avuto pochissime frequentazioni con questo sentimento, anche perche' quella faccenda della pagliuzza e della trave me la ricordo bene.
Posso tollerare un minimo di gelosia ma se la cosa sfocia in controllo e domande inopportune allora e' un attimo alzare i tacchi.
Il Feldaresciallo lo sa bene ma e' una saggia trentenne, che mette tutto sulla bilancia ed evita di muoversi in territori pericolosi.
Come sempre faccio esempi concreti.
Il mio amico che ha riportato la famiglia a vivere a Cuba sta' con la sua donna da 11 anni, hanno un figlio di 10.
Vivono insieme 9 mesi all'anno; 6 a Cuba e 3 in Italia.
Lei e' una donna in gamba, una que sirve davvero, ma e' di una gelosia insopportabile.
Lui, per contro, e' un tipo tranquillo, certo Cuba e' sempre Cuba e se te la strofinano sul naso e' dura girare la cara dall'altra parte ma lui non e' uno che se le va' a cercare.
Siamo andati in disco una volta, lui ogni tanto si alzava per andare nel locale retrostante a fumare, lei ogni 10 secondi si girava e dopo un minuto lo raggiungeva nel timore che potesse in quel poco tempo succedere chissa' cosa.
Un pomeriggio il tipo cercava materiali per un corral che sta' costuendo, l'ho portato nel mio barrio dove si trova di tutto.
Apriti cielo.
Lei non sapeva dov'era e lo ha cercato per mari e per monti.
Il giorno dopo lui aveva un movil per essere sempre rintracciato.....
Un altra volta era seduto al Cadillac con un altro italiano, c'erano 4 sedie libere e si sono sedute delle ragazze, per i cazzi loro.
Lei e' arrivata e gli ha fatto una scenata da paura, la sera ha raccontato la cosa alla mia compagna, ero presente e sorridendo le ho detto ( alla moglie del mio amico) che se si fosse comportata cosi' con me si sarebbe fatta il tragitto dal locale a casa a calci in culo.....
Un altro amico ben messo e' un antico calabro, che oggi vive buona parte dell'anno a Cuba con la sua fanciulla.
Non lo molla un attimo, lui non puo' salire solo per 2 minuti che lei arriva.
Se gira la testa di lato arriva puntuale il “dove cazzo guardi?”.
Inutile dire che se lo facesse con me dopo 10 secondi dovrebbe cercarsi un altro novio.
Per carita' l'errore e' stato nostro, di noi stranieri, le cose vanno messe in chiaro subito perche' poi non la recuperi piu' e sono cazzi tuoi.
Ne parlero' in futuro ma ho messo tutto in chiaro dall'inizio; nessun rompimento di coglioni, nessun “dove sei stato? “, nessun muso o cose simili.
Lei sa la vita che ho fatto e io conosco bene lei.
A 50 anni non si cambia, o aguanti tutto o non aguanti nulla.
Mi sta' bene il “respetame” ma quella e' la mia Stalingrado, da li' non faccio un passo indietro.
Conosco un altro paio di connazionali che fanno i cazzo che vogliono, apertamente, pensando che le mogli siano all'oscuro di tutto...a Las Tunas.
Cosi' non va bene, ogni tanto qualche sfizio dobbiamo togliercelo (che pero' almeno ne valga la pena....) ma senza mettere in difficolta' chi non lo merita.
Una cubana un tarro lo puo' tollerare (sopratutto da uno yuma che risolve), cio' che non tollera e' che tutto il mondo lo venga a sapere.
Qualora le cose, fra noi, dovessero cambiare allora molti benefici di cui lei sta' godendo verrebbero meno.
A 20 anni puoi fare anche la rivoluzionaria, o la stronza a seconda dei punti di vista, ma a 30 e con un figlio....beh...e' meglio pensarci molto ma molto bene....e aprire il frigo.
Questa e' la mia opinione poi ognuno puo' scegliere come comportarsi anche se, a Cuba, il 90% dei pantaloni che vengono portati nelle copie miste....li portano le fanciulle.
Questo anche per la desuetudine al bollo da parte di quasi tutti gli stranieri che conosco e che, prima di Cuba, hanno avuto per decenni una certa manuela come fedele compagna.
Auguri a tutti.


8 commenti:

  1. A tale proposito ricordo alcune scenate di gelosia accadute nel 2007, sembra passato un secolo, quando venne la cubanita ospite in Italia. Indimenticabile il fatto che a un certo punto lei si era messa a frugare nel cassetto trovando lettere legate a storie precedenti e in un'altra occasione aveva rovistato nella mia cartera trovando alcuni condom che dopo mi mostrò dicendomi che ci devi fare con questo dal momento che tra noi si fa senza.... Sinceramente non trovai molte giustificazioni... In ogni caso le discussioni che nascevano da questi episodi generati dalla curiosità mi portavano a ripensare a un certo Aston, il cui nome veniva spesso nominato all'epoca tra me e la cubanita (se ti fischiavano le orecchie adesso sai di chi è la colpa), il quale aveva espresso il suo autorevole parere a proposito della maniera di comportarsi delle cubane rilevando il loro vizio di mettrere le mani dappertutto. (P)

    RispondiElimina
  2. Ahahahahah...Caro Pedro...che tempi!

    Comunque io compresi che la mia storia con la bailarina non avrebbe raggiunto l'altra sponda del fiume quando la beccai che mi revisava el movil.
    Era giovane...forse oggi se la giocherebbe in modo differente.

    RispondiElimina
  3. penso ci voglia equilibrio da parte di entrambi.e dipende perche 2 persone stanno insieme,se è una relazione di convenienza o d amore sono 2 cose molto diverse,e poi siamo sicuri che non ci siano uomini cosi tanto gelosi?tanto a cuba come in italia?mah.....

    RispondiElimina
  4. La gelosia e' una cazzata...almeno per me.

    RispondiElimina
  5. "Per carità l'errore è stato nostro, di noi stranieri, le cose vanno messe in chiaro subito perché poi non la recuperi più e sono cazzi tuoi. Ne parlerò in futuro ma ho messo tutto in chiaro dall'inizio; nessun rompimento di coglioni, nessun “dove sei stato? “, nessun muso o cose simili".

    Eh sì. Se non metti dei paletti subito sono dolori.

    "Una cubana un tarro lo può tollerare (sopratutto da uno yuma che risolve), ciò che non tollera è che tutto il mondo lo venga a sapere".

    C'è sicuramente la questione convenienza ma credo anche che sia proprio la loro natura. I cubani hanno l'idea del possesso e quando prende fuoco una cubana è di norma un po' più pericolosetta di una italiana. Motivo in più per risolvere il problema alla radice. Ricordo l'ultima ex che mi disse: "Se mi tradisci che non succeda che io lo venga a sapere da altri". Visto che sua sorella, col novio suo, aveva fatto volare coltelli.....

    Immagino che ciò dipenda anche dalla abitudine che loro hanno a essere cornificate. Un po' come dire "siccome so che succederà almeno non mortificarmi".

    Personalmente se una novia viene con me in disco fa bene a guardare dove sono e cosa faccio perché, a differenza del tuo amico, nel 90% dei casi quando me ne andavo in giro era con l'obiettivo di pasturare.... ^_^

    Ecco perché qualche giorno fa sostenevo di non andare in disco accompagnato. Almeno non più dello stretto necessario. E' una tortura.

    RispondiElimina
  6. Luca...a d essere cornificate e a cornificare...

    Sono d'accordo sul discorso della disco, ma ci sono andato una volta in 50 giorni mi sembrava giusto portarla.
    Domani parlero' dei patti chiari da fare all'inizio di ogni discorso.

    RispondiElimina
  7. Parlavo in generale Milco. Chiunque stia con una cubana, indipendentemente dalle motivazioni, non è che non possa accontentarla ogni tanto. Però, per quel che mi riguarda, è una tortura. Soprattutto quando ci sono i concerti, a Cfg spuntano tante e tali penne che è uno spettacolo. Escono anche quelle che non vedi mai nelle disco. E' un gran bel vedere.

    RispondiElimina
  8. Eh si...quando hai il pane non hai i denti..

    RispondiElimina