venerdì 9 novembre 2012

MATRIMONIO A CUBA


Dalle mail e dagli scritti degli amici del blog che pubblico, pare che l'argomento matrimonio a Cuba raccolga un certo interesse.
Per parlare di un simile argomento che ,da sempre, mi procura una misteriosa forma di orticaria, e' necessario mettere da parte ipocrisia e frasi di comodo per raccontare la messa esattamente come viene celebrata.
Conosco non meno di una quindicina di italiani e non che si sono sposati e vivono a Cuba almeno di 6 mesi ogni anno.
Credo di dire una verita' assoluta se affermo che nessuno di loro, prima della boda, sia stato colpito dal dardo di Cupido.
Lo stesso dardo si e' dimenticato di colpire sia le loro mogli cubane che le cubane che sposano un italiano con l'obiettivo non di vivere a Cuba ma di salire su un avion destino il bel paese.
E' possibile, invece, che l'inquietante dardo abbia colpito gli italiani che portano la cubanita in questione in Italia per vivere.
Col tempo puo' subentrare una forma di affetto e di rispetto, magari anche di amore...col tempo.
Al momento del gesto la situazione e' esattamente questa, poi se invece ci vogliamo raccontare le favole beh....io sono un discreto cantastorie.
Torniamo al matrimonio a Cuba.
Non voglio dire che si tratta esclusivamente di un negocio, ma sicuramente esistono fattori di convenienza reciproci che non si possono non prendere in considerazione.
Un politico italiano, gobbo e baciapile, diceva che pensare male e' un peccato ma spesso ci si azzecca.
I vantaggi di una boda circoscritta o meno alla isla per la cubanita sono abbastanza evidenti, sopratutto se il futuro marito decide di vivere, tutto l'anno o parte di esso, a Cuba.
Una casa fatta con criteri e costi europei, intestata a lei, un frigo pieno e un tenore di vita ben al di sopra di quello a cui potrebbe aspirare nel caso decidesse di sposarsi con un cubano.
Un cubano normale con un lavoro normale.
Anche per lo yuma i vantaggi non sono da sottovalutare; la possibilita' di vivere nella propria casa e non in un cuarto de renta, poter guidare un mezzo di trasporto, non dovere uscire dal paese dopo 2 mesi ma averne 6 davanti consecutivi e la possibilita' di chiedere la residenza permanente a Cuba.
Se si decide di passare tanto tempo a Cuba sono vantaggi da non sottovalutare
Se, poi, viene fuori anche un piccolo italcubanito allora per noi vuol dire che ben difficilmente si viene schiodati dall'isola visto che anche in caso di divorzio con o senza rebeldia, se si e' ottenuta la residenza permanente...non la si perde in nessun caso.
Per lei, ovviamente vuol dire mettere il cappello sulla sedia e non toglierlo piu', visto che noi non siamo come il maschio cubano che mette al mondo tot figli con tot donne per poi dimenticarli completamente spesso neanche versando i 50 pesos mn mensili d' ordinanza.
Abbiamo concezioni diverse dell'essere padre, per noi e' un impegno vero per la fanciulla...un vitalizio.
Detto cio'...questa mattina vado in Prefettura a Torino per legalizzare i documenti, dopodiche' daro' il tutto in mano ad una agenzia che, in cambio di un rene, mi tradurra' il tutto.
L'altro rene se lo prendera' lo stato cubano per la boda stessa.
Premetto che, per me, il matrimonio come istituzione non ha alcun valore.
Non ne ha dal punto di vista religioso in quanto non sono credente e non lo ha dal punto di vista del mio quotidiano perche' non sara' certo un pezzo di carta a modificare cio' che siamo.
Lo faro' sulla soglia dei 51 anni, per la prima volta, senza aver fatto disastri italici precedenti, come praticamente quasi tutti i miei amici veri che fanno una vita di merda per mantenere moglie divorziata e figli che crescono.
Lo faccio solo por los papeles?
Mah...sicuramente i vantaggi sono importati, come lo sono per lei anche dal punto di vista di tranquillita' non solo economica.
Ci conosciamo da 12 anni, fatto piuttosto insolito da quelle parti, abbiamo avuto le nostre storie e i nostri percorsi, stranamente in un paese dove ci si perde facilmente...non ci siamo mai persi e siamo reciprocamente riapparsi nel momento giusto per entrambi.
L'amore?
Roba da ragazzini o da poeti.
A questa eta', ad andar bene, e' gia' tanto se c'e' un po' di affetto e sopratutto del rispetto.
Del resto “respetame” e' una delle cose che piu' sentiamo dirci dalle cubane.
Il rispetto c'e' e ci sara', magari anche dell'affetto a patto che lei non pensi di cambiare cio' che sono e sono sempre stato.
Se sara' cosi' intelligente, come pare, godra' i frutti di cio' che ho e che sto' crando, poco o tanto che sia.
In caso contrario, allora si'...diventera' un negocio a tutti gli effetti con reciproci vantaggi.
Siamo, per l'ennesima volta, nelle mani degli Orishas.

15 commenti:

  1. ..e zio Aston si sposa .. e zio Aston si sposa...
    ( cadenza musicale da 3 uomini e 1 gamba ) .
    Accenderò una vela e porterò miel para Ochun :-)

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto i miei più cari auguri, mi piacerebbe esserci come sono stato presente alla boda di Carlo in quel di Las Tunas.
    In quanto al matrimonio la penso esattamente come te, non siamo più al tempo delle mele. Non ti nascondo che mi piacerebbe farla anche a me un'esperienza del genere. Purtroppo al momento non me lo posso permettere.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Scusa ho dimenticato di dirti sono Pedro tuio viejo amigo de L'Abruzzo

      Elimina
  4. grande aston ti voglio vedere sulla chevrolet decappotabile seduto dietro con la sposa in abito bianco,io l ho fatto sul malecon,sono grandi emozioni,anche per te dai......è sempre un matrimonio fuori dalla norma per noi italo.

    RispondiElimina
  5. Te atreves!

    Per me e' una pura formalita' e lei in bianco si e' gia' sposata una volta.

    Sara' un miracolo se non mi presento in bermuda e scarpe da ginnastica....pero' con la cravatta...ahahahah

    RispondiElimina
  6. ah ah ah 6 mitico,alla fantozzi......ma non dirmi che lei non lo rifarebbe.....è una donna.

    RispondiElimina
  7. Mah.....davvero sara' una cosa mooooolto informale

    RispondiElimina
  8. felicidades Aston, pensa che tu ti sposi ed io divorzio...sempre a cuba...e non è detto che tra qualche tempo raddoppio...sempre a cuba...e sempre in prospettiva futura....per fortuna posso sempre utilizzare la casa di mia moglie..concordo con te se quanto dici sul contratto di matrimonio...ognuno ha i suoi vantaggi....

    RispondiElimina
  9. GIUMI' MA E' LA DONNA CON CUI VIVI IN ITALIA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si mia moglie da 10 anni ..cubana...

      Elimina
  10. felicidades por tu boda! dove vai a fare la despedida de soltero? ti consiglierei un paio di settimane a la habana, suerte

    RispondiElimina
  11. IN iTALIA CON GLI AMICI DI SEMPRE, IN QUALCHE LOCALE GIUSTO E POI....TORINO E' PIENO DI POSTI DOVE...PASSARLA BENE.
    A CUBA NON SO...CREDO FARO' UNA COSA SOBRIA...AL LIMITE FESTEGGIO IN PRIVATO...CON CHI DI DOVERE...

    RispondiElimina