sabato 10 novembre 2012

PEDALA, PEDALA

 

Durante questi ultimi 2 mesi passati a Cuba, come ho gia' accennato, il tempo per fare la classica vacanza e' stato davvero poco.
La costruzione della casa e le altre faccende che stanno prendendo il via a Cuba hanno assorbito praticamente tutto il mio tempo.
Per muovermi agevolmente per la citta', durante le prime 2 settimane di soggiorno, ho rentato, come faccio da anni, lo scooter.
A Las Tunas hanno aggiunto un secondo punto de renta en 12 planta.
Scooter piu' nuovi rispetto a quelli di Alberto, piu' lenti ma che ti fanno 35 km con un litro.
Per 2 settimane ho utilizzato lo scooter, poi mi sono reso conto di una cosa; il 90% dei miei viaggi li facevo dalla casa de renta alla casa in costruzione.
In un anno ho speso circa 2000 cuc di renta, era giunto il momento, viste anche le ingenti spese che la costruzione comporta, di cambiare.
Sono un biker in Italia, scarso ma pedalo, ho un paio di MTB e una discreta bici da corsa, non sono un fanatico ma diciamo che una ventina di uscite ogni anno le faccio, forse qualcuna di piu'.
Avevo gia' comprato una bicicletta al Feldmaresciallo, in modo che potesse muoversi autonomamente, una cosa que sirve ma non eccessivamente cara.
Per me cercavo qualcosa di decente, a Cuba non facile da trovare.
Fra l'altro, in seguito ai nuovi balzelli doganali a Cuba non arrivano quasi piu' biciclette dall'exterior, mentre solitamente nelle tiendas vendono MTB che sono delle porcherie.
Faccio un giro por la calle, metto in giro la voce, vado davanti al mercato, dove di solito c'e' gente che vende biciclette, non trovo nulla che mi piace.
Un amico mi dice che sono arrivate alcune biciclette in un paio de tiendas e che sono bellissime.
In realta' ne erano arrivate pochi esemplari a la tienda Habanera e al Criolito.
MTB di un livello che non avevo mai visto nei negozi cubani, pochi esemplari a 238 cuc.
Diciamo al livello di una MTB che si puo' trovare qua' da Decathlon giusto per capirci.
Nulla di che ma, per il livello di cio' che si trova a Cuba, si trattava autentiche fuoriserie.
L'ho subito comprata, e a quel punto impari altre cose di Cuba che non sempre si riescono a sapere.
Qua' compri una buona MTB, esci dal negozio e puoi gia' farti i tuoi giri, a Cuba no.
A Cuba devi fare “el mantenimento”, cioe' la devi portare al taller, da un meccanico delle biciclette, lasciargliela un paio d'oe, spendere 4/6 cuc in modo che lui possa revisionarla completamente, lubrificarla, chiudere bene tutte le viti che sono messe solitamente ad minchiam.
A quel punto la tua MTB e' pronta.
Mi e' servita tantissimo, fra l'altro e' una cosa che quando te ne vai puoi tranquillamente rivendere, una bici cosi' la vendi in 5 minuti, rientrando quasi completamente della spesa.
Saro' anche un biker ma mi sono reso conto che a Cuba sono un dilettante, il cubano nasce e cresce sopra una bicicletta.
Come tutti sapete la bici e' il mezzo di trasporto piu' popolare nell'isola, e non parlo di biciclette moderne e con 15 rapporti come la mia, parlo di biciclette cinesi senza cambio sopra le quali cubani di ogni eta' pedalano come matti.
Il cubano, da quando e' in grado di camminare....inzia a pedalare, pigiano sui pedali come matti.
Usano la bicicletta per qualunque spostamento e hanno sempre fretta.
Il cubano puo' avere la barriga o la cellulite o tutte e due ma le gambe le ha buone, abituate come sono a km e km ogni giorno sotto un sole de pinga.
Fra l'altro in citta' ci sono decine di parcheggi per biciclette, al costo di 1 pesos mn la puoi lasciare tutto il tempo che vuoi e andare a fare le tue cose.
Ovviamente il primo acquisto che bisogna fare e' il lucchetto per chiuderla in modo che non te la zanzino dopo 2 minuti.
Ho scoperto un altro modo di vivere Cuba, mi sono divertito e ho fatto sport, cosa per me assolutamente indispensabile.
Nel mio futuro ci sara' un carro e, probabilmente, anche una motocicletta ma sicuramente nel mio garage il posto per una buona bicicletta non manchera' mai.

7 commenti:

  1. Grazie alla bicciletta ho scoperto Cuba, la prima volta, una decina di anni fa, ci sono stato con la vuelta di Cuba riservata ai cicloamatori. Un'altra volta riuscii a portarmi al bici da indipendente e atterrando a Santiago feci delle belle pedalate nell'Oriente cubano, che sicuramente si presta molto di più alle uscite in bicicletta. Purtroppo salendo alla Gran Pietra dovetti arrendermi a metà salita, a causa dell'umidità e per non aver montato i rapporti adatti.Mi piacerebbe poterla portare di nuovo e fare altre escursione. Vamos ver se es posible.Pedro

    RispondiElimina
  2. Beh...tu sei un professionista io un umile pedalatore...

    RispondiElimina
  3. Buongiorno "Aston", ho spedito una buonissima bicicletta, quando ancora c'era la legge vecchia, ho speso circa 110 euro (in deposito all'aeroporto dell'Havana), ho usato questa bici per circa quattro mesi e sono rimasto veramente contento,pensavo di mandarne un'altra, anche perchè ho letto sul sito della “globecargocuba”, oppure “globestarsrl”, che ancor oggi non è poi cosi proibitivo. Ti posto il loro esempio......: SUPPONIAMO CHE SI VOGLIANO INVIARE 2 BICI A CUBA; SFOGLIANDO LA LISTA DEI VALORI DOGANALI NOTEREMO CHE LA DOGANA DI CUBA APPLICA UN VALORE DI 50 CUC PER OGNI BICICLETTA (NON IMPORTA IL PESO). SULLA BASE DI QUANTO ESPOSTO NE CONSEGUE CHE INVIANDO LE 2 BICI SINGOLARMENTE (UNA PER PACCO) IL DESTINATARIO DOVRA' CORRISPONDERE ALLA DOGANA IN TTL 20 CUC DI TASSE PER OGNI PACCO, IN QUANTO: VALORE BICI: 50 CUC, MENO 30 CUC (SCONTO APPLICATO DALLA DOGANA SU OGNI INVIO), TOTALE TASSE A PAGARE: 20 CUC. QUALORA INVECE VENISSE INVIATO UN ARTICOLO IL CUI VALORE E' PARI O INFERIORE AI 30 CUC IL DESTINATARIO NON PAGA TASSE.......Quindi secondo la mia opinione (sempre se è tutto vero)conviene spendere qui , e ritrovarsi con una signora bicicletta e non quei cessi di bici cinesi o vietnamite......taxi driver

    RispondiElimina
  4. Puo' essere pero' devi aggiungere il costo per globestar.

    Sicuramente mandi giu' una bella bici, sicuramente migliore di quelle che trovi la' anche se ora inizia ad arrivare nelle tiendas qualcosa di decente.

    Ciao Milco

    RispondiElimina
  5. Ho chiamato adesso cargocuba, ci volgiono 100 euro per spedire una bici compreso il ritiro a domicilio in Italia. Pedro

    RispondiElimina
  6. Piu' quello che si spende a Cuba per ritirarla...comunque per un biker vale sempre la pena.

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti,
    scusate ma non ci capisco più niente...
    a gennaio farò un viaggetto a Cuba atterrando all'Havana e vorrei girare il nord in bicicletta.

    Cosa devo fare? Partire da casa con una bicicletta da battaglia da regalare/vendere in Cuba o comprarne una laggiù?

    A me non interessa che sia bella, l'importante è che non mi lasci a piedi e che abbia il portapacchi da agganciare le borse.

    Comunque il costo aereo per la sola andata della bici è di 100euro.. ma poi laggiù devo pagare per la dogana?!

    Per favore... chiaritemi le idee
    Ciao
    Luca

    RispondiElimina