giovedì 29 novembre 2012

ULTIMI GIORNI....


Ultimi giorni da scapolo.....
Cazzo.
Ieri la fanciulla mi ha comunicato che a Santiago ha ritirato il suo divorzio dall'italiano con cui e' stata sposata e col quale ha vissuto qua'.
Los papeles miei sono in arrivo, e' questione di giorni e per il 15 dicembre ci sara' la proprieta' della casa, questo a detta dell'avvocata.
Ci hanno gia' persino dato il numero civico che non c'era....
Ri- cazzo...non ho piu' scuse, non c'e' piu' terra sotto i piedi, hanno tolto la rete da sotto e tocca camminare sull'asticella.
Inutile fare finta che siano giorni normali, che lo faccio per...prospettive future, che non cambiera' nulla.
In realta' cambiano molte cose, un conto e' farlo a 25/30 anni, un altro oltre il mezzo secolo di vita.
Ho il privilegio immenso di avere alcuni amici veri, sono stato ai loro addii al celibato, c'ero ai loro matrimoni (un paio di volte pure da testimone) ci sono stato quando hanno avuto figli, c'ero ai loro dolorosissimi divorzi, sono sempre al fianco loro e dei loro figli a giocare a pallone come deve fare un buon Capitano.
Ma adesso tocca a me, 20/25 anni dopo di loro ma tocca a me.
Lasciamo stare l'amore, Peynet e i fiori d'arancio, alla mia eta' sarebbe perlomeno poco decoroso.
Pero' se da un lato sono spaventatissimo....dall'altro sono contento.
Ci arrivo dopo 30 anni di rapporti occasionali, lavorare nell'animazione ti mette in contatto con centinaia di donne che pero'...pochi giorni dopo regolarmente si tolgono dai coglioni.
Non c'e' spazio per l'affetto, il sentimento e cose simili.
Sesso allo stato puro, fin quando fa' male fin quando ce n'e'.
Non e' mai stato possibile mettere in piedi qualcosa di decente
Eppure qualcuna buona c'e' stata.
Qualche voce giusta in un teatro troppo pieno.
Con qualcuna avrei potuto quadrare lustri fa', con un paio mi sarei anche sistemato per 3-4 generazioni ma non era cosa, non era il momento, non ne avevo per il cazzo....
Forse con la bailarina poteva quadrare ma eravamo e siamo troppo uguali, 2 prime donne sullo stesso palcoscenico non ci possono stare, se nessuno sa fare un passo indietro non si va' da nessuna parte.
Mi sposo a Cuba, probabilmente il solo posto dove avrei potuto farlo.
Vivro' la' per buona parte dell'anno.
Chissa' se, fosse ancora vivo, cosa direbbe mio padre, un Comunista di vecchio stampo, di quelli di una volta.
Lo faccio con una donna che forse non e' l'altra parte della mela (voi l'avete trovata?...Siate sinceri), una donna impegnativa e non facile ma che mi piace e mi stimola..
Sopporta il mio carattere non sempre facile, riesce a stare dietro a tutte le mie cose.
E' amante, moglie e complice...scusate se e' poco.
Se 12 anni fa' qualcuno mi avesse detto che avrei sposato quella pintuita diciottenne seduta sui muretti a lato della disco con una minigonna ascellare e gli stivalazzi al ginocchio gli avrei detto se si era bevuto il cervello.
La vita davvero ha percorsi strani.
Lo faccio ANCHE per i vantaggi che la boda mi puo' dare ma non solo per quelli, altrimenti sarebbe andata bene chiunque.
Lo faccio a Cuba, paese dove tutto e' da fare, e non in Italia, paese dove tutto sta' morendo.
Lo faccio nella Cuba ancora Socialista e Rivoluzionaria, ammesso che queste parole abbiano ancora un significato.
Mi ripeto che saremo io e lei ben sapendo che c'e' anche un bimbo nel medio di ogni discorso.
Certo c'e la sua famiglia che fara' la sua parte, so che non sara' un mio compito, ma sicuramente nel momento in cui saremo una famiglia, sapro' non tirarmi indietro come d'altronde sto' facendo.
A parlare ogni idiota e' capace la differenza, come sempre, la fanno i fatti.
Fra l'altro mi, anzi ci restano pochi anni per decidere se lasciare una traccia MIA ai posteri...anche perche' gallina vecchia non fa' buon brodo.
Fa' brodo e basta....
Se fosse solo una questione di papeles non penserei a queste cose, me ne fotterei come fanno molti cubani e mi ripeterei che e' solo un foglio di carta.
Ma non sara' solo un foglio di carta.
Le cose potranno andare bene come male,come in ogni latitudine.
Nel frattempo continuero' a muovermi in funzione di un futuro piu'...autonomo, non cambiero' alcune ...abitudini, perche' se nasci rotondo non muori quadrato.
Tutte queste cose pero' non mi faranno prendere alla leggera la cosa.
Sara' una situazione un po' anomala, vivremo insieme 6/7 mesi e per il resto separati ma, perlomeno per come sono fatto io, questa sara' una cosa assolutamente positiva.
Da sempre, sostengo che la convivenza continua sia la tomba di ogni rapporto, prendere fiato ogni tanto potra' soltanto farci del bene.
Come dice il Califfo...tutto il resto e' noia.
Ultimi giorni di solteria, nessun rimpianto, nessun rimorso.
Ha fatto cose che voi umani non potete neanche immaginare, non e' detto che sia finita qua'

20 commenti:

  1. e allora caro Milco chi più del Califfo potrebbe sottolineare questo momento

    http://www.youtube.com/watch?v=Gk3vI4QhPQU

    RispondiElimina
  2. Non é un inno alla fedeltà ma va bene lo stesso

    RispondiElimina
  3. In ogni caso tanti auguri !!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Vai tranquillo che sopravviverai.
    Auguroni!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Tanti auguri, stai per diventare un palestino! :)

    RispondiElimina
  6. Macchebbello questo post!
    Lo riletto un paio di volte tanto mi è piciauto.
    Non ci conosciamo Milco, anche se spero ancora di beccarti prima della tua partenza (adesso ti mando il mio cell), ma è comunque bello leggere le tue emozioni di giovanissimo 50enne.
    Ce ne fossero come te!

    Hai ragione sulla storia della mela. Io vivo bene con la mia dolce metà, novia, complice, amante e mamma della mia bimba, ma per essere sereni bisogna sempre scendere a qualche compromesso.

    Tanti auguri di cuore!

    Simone

    RispondiElimina
  7. Ciao Simone sicuramente riusciremo a vederci a Torino prima della mia partenza.

    RispondiElimina
  8. Spatta spetta zio..... santo cielo cosa mi stai dicendo????????
    Che cuore di panna mi sei diventato!?!?!?!?!

    Sono contenta per te non perchè lo fai, ma per il senso che gli dai, documenti a parte.

    "E' amante, moglie e complice...scusate se e' poco." Poco un cavolo!

    A marzo dovrei essere nei paraggi... se sei là vengo a baciare lo sposo! Sulla guancia eh!

    RispondiElimina
  9. Cuore di panna una fava!

    E' che, visto che lo faccio, cerco di..applicarmi.
    Mi sa che a marzo, al massimo, baci la sposa...

    RispondiElimina
  10. Sì, ma l'addio al celibato... Cuba o Italia?

    RispondiElimina
  11. Italia, meglio che a Cuba non lo faccio....

    RispondiElimina
  12. felicidades aston
    giumiro

    RispondiElimina
  13. Auguroni amico mio e sempre in forma ......

    RispondiElimina
  14. tio gigi y tia are1 dicembre 2012 07:55

    Vivila come è tua abitudine senza mai perdere d'occhio la penna ( non ho dubbi al proposito ) , ricordando che nelle parole delle malelingue sabotatrici c'è tutta l'invidia ed il rancore dei loro insuccessi...accenderemo la velita e porteremo la miel :-). Tio Gigi y Tia Are

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tio e Tia.

      Guarda la sola cosa che hanno sabotato e' la loro vita....e se davvero l'invidia e' un male inevitabile e' sempre meglio suscitarla che provarla.

      Elimina