sabato 15 dicembre 2012

PUFF....

 http://www.fmfotovideo.it/images/valigie.jpg

Ogni volta che ho in programma un nuovo viaggio mi riprometto di muovermi con adeguato anticipo per preparare tutto cio' che serve, evitando cosi' di arrivare all' ultimo momento a correre.
Tutte cazzate.
Alla fine rimandi e rimandi ritrovandoti cosi' all'ultimo giorno con tante cose da fare e poco tempo per farle.
Fare la valigia e' sempre un operazione mistica, sopratutto ora che il mio vestiario all'80%  e' gia' a Cuba, quandi en la maleta trovano posto cose per la casa e...altro.
Fai la valigia e ti accorgi che alla fine c'e' ancora roba da metterci dentro, allora la rifai una seconda volta cercando di sistemare meglio le cose ma non sempre il risultato e' conforme alle aspettative.
In piu' ieri ho passato la giornata in mezzo alla neve per un viaggio che, speriamo, in futuro porti frutti ma che comunque mi ha lasciato un po' indietro con le cose da fare. 
Alla fine l'ultimo giorno ti ritrovi una lista di cose da sistemare e da comprare che non finisce piu'.
C'e' da chiudere una casa, sistemare le cose del lavoro, impostare i progetti futuri in modo che al rientro siano li' ad aspettarti, fare la copia del passaporto, (quella del viaggio precendete e' ridotta male) controllare che visa e seguro siano a posto, dare un occhiata al boleto della corriera per Milano e alla convocazione per il viaggio, insomma le tante cose che anticipano ogni viaggio.
Accertarmi che, chi dovra' domani mattina portarmi a Torino, non se lo dimentichi....
La parte cubana e' il meno e poi, oramai, ci pensa il Feldmaresciallo a risolvere le cose.
Verificare che gli stramaledettissimi papeles per quella roba la' siano a posto e listi per la bisogna.
Siamo sotto le feste, salutare tutti mandare mail ad amici vicini e lontani, impostare certe situazioni in modo da potertene dimenticare per una cinquantina di giorni.
Sistemare la macchina in garage, farle posto fra le tante cazzate che, per motivi del tutto misteriosi, non hai mai buttato via.
Piccole cose da programmare meglio ma che, per tante ragioni alla fine ti ritrovi a dover fare correndo come un talebano inseguito da un branco di maiali. 
  

9 commenti:

  1. Buon viaggio! Pensa un pò anche a noi poveri mortali che per i prossimi due mesi ce la dobbiamo vedere con freddo boia e neve! Ma soprattutto......Amore non è guardarsi l’un l’altro, ma guardare insieme nella stessa direzione. Ciao!

    RispondiElimina
  2. Ciao Mirco, come sempre, quando partirete voi a me tocchera' lavorare come un burro...cosi' e' la vita.

    RispondiElimina
  3. Hasta pronto en Cuba.Max

    RispondiElimina
  4. tanti auguri per il matrimonio e per i futuri italo-cubani!!!

    RispondiElimina
  5. In bocca al lupo o in culo alla balena, come preferisci !!!
    E che il 2013 ti porti tanta gioia.
    Se frequenterai x lavoro i lidi abruzzesi l'anno prossimo fatti vivo!!! (Pedro)

    RispondiElimina
  6. Grazie Paolino ma ti assicuro che, al momento, non c'e' alcun piccolo italo cubano in progetto...

    RispondiElimina
  7. E allora non perdere tempo a scrivere! Passala bene compay! Ella che può....

    RispondiElimina