mercoledì 6 marzo 2013

FORZA MADURO


 

Prendo spunto da un commento fatto ad un post per provare ad ipotizzare gli scenari futuri per Cuba, in relazione a cio' che accadra' in Venezuela dopo la morte del Comandante Hugo Chavez e le elezioni che, a 30 giorni da oggi, si effettueranno.
Come indicato dal Comandante prima di partire per il suo ultimo viaggio a La Habana, il candidato alla successione sara' Maduro. 
Intanto  occorrera' capire come sara' la situazione all'interno del movimento chavista di cui, ovviamente, il Presidente era motore e collante.
Maduro in questo ultimo anno ha, in modo anche inaspettato, superato un altro paio di "delfini" del presidente.
Probabilmente Chavez, avendo intuito che difficilmente avrebbe visto crescere i nipotini, ha scelto qualcuno che potrebbe essere veramente un leader.
Non e' detto che un perfetto secondo, un ottimo luogotenente si possa poi rivelare, nei fatti, una guida giusta per il paese.
Sa Maduro vincera' le cose potrebbero cambiare poco rispetto alla situazione attuale per Cuba, anche se l'attuale recessione venezuelana potrebbe richiedere uno stringere la cinghia nei confronti di aiuti e...donazioni.
I problemi, enormi, salterebbero fuori se vincessero le forze dell'oligarchia filoamericana di Capriles e compagnia bella.
Suppongo che nel giro di 48 ore le migliaia di collaboratori cubani dovrebbero, in quel caso, lasciare il paese.
Il flusso di petrolio....barato, si interrompera' e a quel punto Cuba dovra' acquistare il prezioso liquido sul mercato ai prezzi che il mercato stesso dettera'.
La benzina, gia' carissima ora, salira' alle stesse e, sopratutto, cio' che viaggiera' su 4 ruote (praticamente tutto a Cuba), subira' un aumento senza precedenti.
Se non si trattera' di un nuovo periodo especial poco ci manchera'.
Il problema e' che le nuove generazioni di cubani, cresciute lontano dai fasti Rivoluzionari e col mito del benessere non avranno alcuna voglia di vedere devastato il loro livello di vita.
Piccolo o grande che sia.
Non credo che oggi, Cuba, passerrebbe indenne da un altro periodo simile.
Ci sarebbero rivolte sociali, aumenterebbe la delinquenza e noi, con qualche pikiklino in saccoccia, saremo i primi ad andarci di mezzo, come avviene gia' in molti altri paesi al mondo.
Quindi forza Maduro sempre e comunque.          

6 commenti:

  1. Hasta Siempre Comandante Hugo!! Purtroppo penso che per primo il Venezuela sarà insanguinata da una guerra civile.Bastardi americani non mi stupirei se avessero trovato qualcosa per avvelenarlo a lungo termine:i precedenti ci sono.Max

    RispondiElimina
  2. Sarebbe un vero dramma lo scenario possibile descritto in questo post... Ma noi saremo ottimisti! Non è detto che tutto deve volgere sempre e solo al peggio, ogni fottuta volta.
    Del resto non stiamo mica parlando di politica italiana.

    RispondiElimina
  3. Guarda sto' investendo soldi a Cuba, sono il primo a sperare che tutto vada bene, pero' e' giusto aver presenti tutti gli scenari

    RispondiElimina
  4. con la morte del presidente, che diventerà per il popolo venezuelano un santo laico, maduro non avrà problemi ad asfaltare capriles.
    Non è una mera speranza.
    Basta,infatti, infilare uno dietro l'altro i fatti che si sono verificati in questi 5 mesi: vittoria del presidente alle elezioni del 7 ottobre e del suo partito alle regionali di dicembre e arrivare ad una conclusione logica.
    Cuba per altri sei anni, perciò, non ha niente da temere.

    RispondiElimina
  5. Ciao Nino benvenuto.
    Ojala' che tutto si svolga come tu, tutti noi e tutta Cuba spera.
    Chavez pero' era un valore aggiutno, speriamo che lo scotto da pagare non sia troppo grande.

    RispondiElimina