venerdì 1 marzo 2013

TEMPI PER AMMORTIZZARE E...STAR TREK


 

Com'e' noto, un certo numero di post che scrivo sul blog, vengono riportati in altri lidi; portali, blog, forum, spazi condivisi ecc.
Fa' piacere vedere che, grazie a qualche spunto possono nascere belle discussioni.
Il post riguardante le spese MIE mensili a Cuba ha generato una dicussione su un forum.
Mi sono state poste alcune domande; rispondo volentieri a quella dell'admin e di una cubanita ( spero sia tale e non un ragioniere di Mombaruzzo trollante, coi tempi che corrono non si sa mai....)
Ci sono state altre domande, per rispondere a queste aspetto che l'autore conosca la grande magia che ti puo' regalare un biglietto d'aereo.
La grande magia consiste nel fatto che col boleto puoi addirittura salire sull'aereo e....persino volare.
Certo, un minimo di consocenza dell'idioma aiuterebbe, ma se gia' ci sono enormi problemi con l'italiano e' meglio Ladispoli.....
L'admin mi chiedeva quali costi considerare per ammortizzare la spesa della casa.
Ieri parlavo di un rientro dell'investimento in 2 anni, passandoci non meno di 5 mesi ogni anno.
I fattori sono fondamentalmente 2 piu' uno...diciamo ausiliario.
Intanto l'alloggio.
A Tunas, se sei un vecchio frequentatore, in case de renta, paghi 15 di diaria, se ci vai ogni tanto 20, occasionalmente anche 25.......
Quindi parliamo gia' di una cifra che varia dai 450 ai 750 cuc al mese.
Certo, in casa ogni tanto si rompe qualcosa....ma parliamo di cazzate, come sono cazzate le bollette....a tutt'oggi.
Il vitto incide parecchio, calcolando tutto per 2 con il desajuno in casa de renta, un pranzo leggero e una cena (parlo di Tunas) siamo sui 30 cuc al giorno mas que meno.
Quindi mettiamoci 900 cuc al mese, in casa con 250/300 vai tranquillo per tutto il mese.
Il fattore ausiliario, in cui incidono molto le scelte personali e' rappresentato dagli svaghi "extra" che uno decide di concedersi.
Se hai casa passi molto piu' tempo con chi nella casa, ci vive, di conseguenza ne passi meno...in giro.
Se quando eri novio o soltero investivi una certa cifra in quegli svaghi, ora la cifra si riduce notevolmente, se poi non sei uno che sparisci sabato per tornare in Italia ma resti la' di settimana in settimana il discorso cambia ancora....
Si riduce volente o nolente, ricordiamoci che se convivi devi tenere presente SEMPRE la differenza fra il latte di mandorla e la Ferrarelle....tua moglie la conosce benissimo... (questa l'avranno capita in 3 ahahaha)
Alla fine del mese anche questo incide.
Il resto non cambia di molto, il ron, la cerveza, i week end in giro...questi sono fattori personali che non incidono sul fisso.
La cubanita mi ricordava che la cubana che sta' con uno yuma pide...
Intanto le rispondo che, vista la maggioranza degli italiani che vedo in giro per Tunas e che sono sposati...la cubana fa benissimo a pedir....porque no se puede aguantar todos...gratis
Io credo che sia necessario parlare chiaro da subito, per questa ragione con le ventenni ci posso andare a letto ma ho sposato una trentenne.
Una che a 18 anni era in Italia con uno piu' giovane di me, il tipo non ha mai lavorato un giorno vivendo di rendita, successivamente, anni dopo ha sposato uno che, solo di affitti, incassava 40000 euro al mese.
Per ragioni sue ha rinunciato a tutto tornando a Cuba , chiedendo lei il divorzio e regresando lei il Pre fra l'incredulita' della funzionaria.
Quindi il lusso l'ha vissuto e toccato, ma evidentemente, a differenza di molte, ha deciso che nella vita non puo' esserci solo quello.
Sembra fantascienza ma io ho sempre amato Star Trek.
Quando io sono qua' vive con 150 euro al mese; lei, il cagoncino e 2 cani.
Sono maomeno 200 cuc al mese.
La cubanita, che vive all'exterior afferma che vivere a Cuba, con casa propria con 600 cuc al mese e' vivere "a lo cubano".
Queste sono le cazzate che allontanano la gente da questi spazi virtuali.
Evidentemente vivere en lo yuma le ha fatto dimenticare de donde llega e lo dico senza polemica.
Qua' c'e' gente che riesce, in qualche modo a vivere con poco di piu', facendolo con una dignita' sconosciuta a chi pensa che il grano cresca sopra i pioppi.    


8 commenti:

  1. I conti che mi sono sempre fatto io coincidono esattamente con quelli che hai fatto te, in questi ultimi post. Sia pre che post casamiento, compresa la maggiorazione dello stare nella capitale. I tuoi ragionamenti, come sempre, li trovo, non tanto in linea con quello che penso io, ma perfettamente aderenti alla realtà.

    A quando un post sulla dogana? Come ti porterai tutte le cose per la casa?

    RispondiElimina
  2. Basta sapere di cosa si parla.
    Il fatto e' che noi italiani parliamo e parliamo mentre alemanni e canadesi si sono mossi da anni.
    Per la dogana, sto' nei 20 kg...la mia roba da vestire e' tutta gia' la'.

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    secondo me la cubanita che tu citi o è un troll (probabile) o è fuori come un balcone.
    Io e mia moglie abbiamo fatto qualche tempo fa un pò di conti a spanne.
    Sarà perchè viviamo nel Vedado e tutto ci è comodo,sarà perchè in un'altra vita sicuramente ero genovese ed ho un tenore di vita pressochè spartano,con quei 600 cuc ci staremmo anche bei larghi.
    Comprese visite ai parenti,giretto al mare una volta alla settimana e ristorantino ogni tanto.

    RispondiElimina
  4. Vero Mirco ma la colpa non è sua . . .

    RispondiElimina
  5. ma si aston,lascia perdere queste sciocchezze e vai avanti per la tua strada,come stai facendo,anch io la penso come te,anzi per me puo bastare qualcosa in meno,abbiamo fatti i conti con mia moglie carta e penna alla mano,di cose concrete per tirare avanti la nostra famiglia e siamo d accordo che con cifre modeste si tira avanti,solo che ci vuole umilta nella vita,questa gente vedrai che prima o poi scendera dal piedistallo e dopo piangera,ma sara troppo tardi.......

    RispondiElimina
  6. Paolino io mi diverto a vedere come alla fine con questi discorsi rimangono 4 gatti a ripetere sempre lo stesso film.

    RispondiElimina
  7. Le esigenze possono essere diverse ma i conti sono sempre gli stessi. Coi soldi degli altri e senza fare un cazzo sono tutti bravi ad alzare l'asticella. Si potrebbe anche dire che 1 milione di euro al giorno sono pochi ma chi vive coi soldi degli altri non ha meriti ed è solo uno scroccone.

    RispondiElimina
  8. Per questa ragione bisognarebbe avere il pudore di tacere a volte...per quanto riguarda Cuba e i cubani l'importante e' che l'altezza dell'asticella la decidiamo noi,non loro.

    RispondiElimina