domenica 21 aprile 2013

COSE...MAGICHE

 
La mia bella signora, come buona parte dei cubani, ha un certo tipo di rapporto con la Santeria e i suoi riti.
Anni fa' raccontai che la prima delle 2 fanciulle che invitai qua', arrivo' a Malpensa con quasi nessun vestito ma con mezza valigia piena di ammennicoli per le cose di Santeria.
Mia moglie crede in queste cose, senza esagerare, senza eccedere in atteggiamenti che sa' che potrei non gradire, pero' ha una serie di personaggi a cui si rivolge.
Ogni tanto va' da questi santoni, io non faccio domande, ogni tanto la prendo un po' per il culo, pero' rispetto questo suo modo di affrontare queste cose.
A gennaio un pomeriggio va' da uno di questi personaggi che vive nel mio barrio, doveva chiedere cose per lei e anche, senza ovviamente alcuna indicazione da parte mia, che le mie situazioni professionali vadano sempre meglio.
Non so se queste cose servono ma di buena suerte tutti abbiamo bisogno.
Il giorno dopo mi ha comunicato che il sabato avrebbe dovuto andare in un imprecisato luogo nella caretera del'aeropuerto, dove pare ci sia un locale dove si fanno certi riti.
Ha iniziato a procurarsi oggetti tipo candele e miele ma e' andata anche da un vicino per comprare una paloma.
Quando e' tornata dai riti pagani, mi ha dato una bottiglietta con un liquido e una cosa scura dentro da portare qua' in Italia.
Come ho detto ho un atteggiamento neutro nei confronti di queste cose, ho portato a casa questa bottiglietta che ora sara' qua' da qualche parte, anche se non ricordo dove.
Ogni tanto mia moglie fa' delle cose, dei riti, negli angoli di casa, preferibilmente quando non ci sono, per evitare prese per il culo bonarie.
E' una cosa che fa' parte della loro tradizione, se noi siamo convinti che un pezzo di ostia sia il corpo di Cristo non vedo perche' loro non debbano avere i loro riti di pari dignita'.
Non accetterei, questo e' sicuro, vederla andare in giro vestita di bianco, ne' gastar dinero, e ce ne vuole parecchio, per cose simili.
Penso che abbia superato l'eta' per quelle cose, almeno spero.

16 commenti:

  1. La Santeria è la religione più praticata a Cuba, poi credo ci sia il Palo e poi, forse, la Chiesa Cattolica anche se ho visto anche una buona dose di Evangelici. A Cuba ho cercato negli anni di sapere un po' di più di queste religioni. Tuttavia ho assistito a cerimonie di Santeria e di spiritismo senza andarmele a cercare. Semplicemente succedeva perché quando entri in contatto con i cubani è molto facile che accada. Una volta, casualmente, vidi una cerimonia evangelica dentro una chiesa in cui mi imbattei per caso una sera mentre tornavo a casa. Ricordo che da fuori sentii della gente pregare ad alta voce. Sembrava quasi un lamento. C'erano delle finestre basse da cui si poteva guardare dentro. Dopo qualche minuto decisi di entrare e vidi che tutti guardavano per aria con le braccia rivolte verso l'alto. Le loro preghiere erano un misto di lamento ed implorazione. C'era poi una signora che toccava la fronte delle persone ed ogni volta che lo faceva la gente perdeva i sensi. Anche a me chiese se volevo fare questa esperienza che, a detta loro, era la discesa dello Spirito Santo, ma io gentilmente risposi di no anche perché mi sentivo abbastanza a disagio. Ero con un amico cubano che se la faceva letteralmente sotto. Forse l'ho già raccontata. Io che in Italia ho assistito anche a una cerimonia di esorcismi di gruppo, assistendo a cose abbastanza inquietanti, ho sempre cercato di avere molto rispetto mentre per quel che riguarda il timore non c'era certo bisogno di impegnarsi. Sono cose che vanno prese davvero a piccole dosi. L'importante credo sia il cercare di non farsi condizionare mentre la cosa più sbagliata in assoluto credo sia il mettersi in cose più grandi di noi quando non si hanno i titoli per farlo. Un amico che purtroppo non c'è più un giorno mi invitò all'Avana a una cerimonia in cui, a detta sua, c'erano più di cento Paleros. Ho ringraziato ma ho risposto di no. Fosse stata una cerimonia di Santeria forse sarei anche andato ma sapendo cosa dicono a Cuba della Regla Conga e sapendo di non sapere chi fosse questa gente non andai. Le religioni attecchiscono di più dove c'è molta necessità e siccome un turista è già di per sé una preda molto ambita dai cubani, figurarsi cosa può accadere con quelli che non conosci e che sono adepti a sette in cui si dice che facciano più del male che del bene. Comunque le religioni sono il mistero più affascinante che ci sia perché trattano del fine ultimo dell'esistenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi a Cuba gli evangelici e i protestanti in genere sono piu' numerosi o...piu' rumorosi dei cattolici.
      A me queste cerimonie cosi'.....esplicite inquietano un po', ne ho viste un paio e mi e' bastato.
      Rispetto quello in cui credono, cosi' come rispetto tutte le religioni forse perche' non aderisco a nessuna.
      In generale sono dell'idea che da certe cose e' meglio stare alla larga.

      Elimina
  2. Ciao Aston, forse non c'entra con questo post ma volevo farti una domanda.Perche' parli spesso male delle donne?

    RispondiElimina
  3. Ciao amica mia, perche' suppongo tu sia una fanciulla....
    Figurati se io c'e' l'ho con le donne....ne ho avute piu' di mille e ne ho perfino sposata una.
    Il fatto e' che sugli spazi virtuali che parlano di Cuba c'e' tanta ipocrisia, quando appare una fanciulla diventano tutti cavalier serventi dimenticandosi di cio' che hanno detto fino a 5 minuti prima.
    Io credo che nel mondo ci vogliano i ruoli, a Cuba ancora esistono, qua' invece e' tutto un casino.
    Sono dell'idea che se si tornasse a certe dinamiche forse si vivrebbe tutti meglio.
    Rispetto ogni donna, sono per la parita' dei diritti, se una donna vale piu' di un uomo deve arrivare piu' in alto di lui ma....restando donna.
    Francamente di queste becere che giocano ad averlo piu' lungo dei maschi non se ne puo' piu'.

    RispondiElimina
  4. Intorno natale di qualche anno fa, all'Avana, vicino casa c'era un agnello che ha belato per tutto il giorno e per tutta la notte seguente.
    Essendo un fanatico dell'abbacchio (agnello per i profani), lo immaginavo già sulla brace e rodevo forte sul fatto che non me lo sarei potuto gustare.
    Il giorno dopo seppi che venne usato per una cerimonia di santeria, e che niente di quel povero animale venne mangiato. O almeno spero.

    Le religioni a me fanno ridere molto, tutte quante. Ma probabilmente la santeria è una delle meno peggio, e sicuramente tra le più innocue. Certo, lo spreco di quello carne è una cosa imperdonabile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero,Carlito, uno spreco inverecondo....

      Elimina
  5. Di solito sono i galli a essere sacrificati in quelle cerimonie

    RispondiElimina
  6. Ne ho sentito parlare ma non ho mai assistito a questi riti.

    RispondiElimina
  7. Qui in Italia l'uccisione di animali si avvicina più a rituali da messa nera. Io lo feci presente a un Santero il quale disse che per loro era normale. La Chiesa Cattolica esorta sempre a restare fuori da certi contesti. La stessa legge italiana vieta l'uccisione di animali per fini religiosi. Ci sono cose che vanno oltre la nostra comprensione forse anche perché le nostre conoscenze sono molto di superficie. Comunque il passo che separa la religione dalla superstizione è molto breve. Molte persone cominciano a dare una spiegazione "speciale" per ogni cosa che gli capita, diventano fanatiche e si rovinano la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sacrificio di animali e' stato praticato un po' da tutte le religioni, sopratutto da quelle pagane.
      Se proprpio bisogna sacrificare un animale propongo quel pipistrello bianconero scoperto in Sudan e di cui ho messo la foto qualche giorno fa'....

      Elimina
    2. Ma se sono i tuoi colori preferiti....

      Elimina
  8. Per la tazza del water sono colori perfetti ahahaha

    RispondiElimina
  9. Galli, polli, galline. E in genere tutto cio da cui puoi sacarle la sangre.

    Anche io una volta ho fatto un rituale: ho messo una banana sopra due noci di cocco.

    RispondiElimina
  10. in effetti i cubani chi piu chi meno credono a queste cose,crescendo con queste credenze fin da piccoli è normale,ma io sono messo come te,mia moglie sa che non ne voglio sapere e lei puo fare le sue cose senza problemi,basta non spenda 1 centesimo e io rispetto le sue idee,ma posso dire che non è per niente fanatica e questo per me è l importante.

    RispondiElimina
  11. Paolino sono cose che fanno parte della loro cultura. È giusto che noi le si rispetti

    RispondiElimina