lunedì 1 aprile 2013

DE VUELTA


 

Un saluto a tutti gli amici del blog.
Come avrete notato mi sono preso una settimana di distacco dall'Italia e da tutte le sue cose.
Oggi i 6 gradi a Malpensa mi hanno riportato coi piedi per terra.
Nel frattempo in questa settimana non si e' fatto il governo, il Toro ha perso un altra partita da bobo e hanno tirato l'ala Jannacci ed il Califfo.
Non posso lasciarvi soli un momento....
E' stata una settimana brevissima ed intensa, in pratica un lampo pieno pero' di tante cose.
Intanto il piacere di rivedere mia moglie, le cose funzionano e con un tipo come me' non e' per nulla scontato.
Il bimbo ha avuto un po' di febbre, dopo i 3 anni sara' operato di adenoidi.
I cani crescono, benissimo il pastore belga, un po' storta quella alemanna per problemi di carenza di calcio.
Ho portato giu' medicine e ad Holguin ho trovato l'introvabile vacuna eptavalente.
150 km per 2 boccette.....
Ho rentato una bomba di scooter, 1000 km di vita, mi ha aiutato molto nelle mille cose che ho fatto in questi brevi giorni.
Ho acquistato un armadio appena fatto da un carpintero coi controcoglioni, un secondo tanke per l'acqua, ho dato l'ok al carpintero per farmi la parte bassa del piano di cucina, ante e cassetti, il tutto in legno di cedro.
Ho preso una batidora nuova e un grande ventilatore oltre a tutte las cortinas per la casa.
Siamo stati nella casa al mare, nei prossimi giorni vi dico.
Sono andato una sera in disco dove imperversa un mariconcito orfano del "fotografo di Las Tunas", quello che passa le serate in disco scattando di nascosto fotografie di fanciulle che poi posta a loro insaputa in uno spazio virtuale.
Prima o poi quello che lo gonfia, il "fotografo", lo trova, c'e' gia' andato vicino un paio di volte.....tempo al tempo.
Per il resto un po' di pression, non avevo mai visto la policia pattugliare la calle con i cani.
Ricordiamoci che molto del futuro di Cuba dipendera' da cio' che avverra' il 14 aprile in Venezuela
In questo momento sono sotto l'occhio del ciclone i venditori di ropa.
Oggi andare in giro con 2 mutande in un sacchetto puo' essere un problema....la chiamano "lotta all'illegalita'"
Infatti mia moglie, venditrice da sempre di cose sue con fondi suoi, si e' data una robusta calmata.
Nei prossimi post entrero' nel dettaglio, chiudo questo con un ringraziamento ed un saluto.
Il ringraziamento e' per Tio Gigi di Quinta Avenida, grazie per la sua squisita cortesia e per la disponibilita dimostrata.
Aspetto lui e Gianni Mina' a Torino presto per vedere il nostro Toro.
Il saluto e' per un personaggio che mi ha approcciato al bar dell'aeroporto di Holguin.
Mi sento chiamare per nome, parliamo un po.
Con lui c'era stato un priproquo' di cui avevo perso la memoria ma che lui ha fatto bene a ricordarmi, sono bastati 10 secondi ed una robusta stretta di mano per mettere quel dettaglio da parte.
Personaggio tosto e simpatico.
Ciao Piccolapeste.

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Steno, prima o poi verro' in trasmissione, e' una promessa!

      Elimina
  2. Bentornato. Ho visto buona parte del primo tempo e gli ultimi minuti del Toro. Giocavate bene ma al gol preso siete andati in crisi. Poi è venuto fuori il Napoli il quale, come voi, preso il gol del pari è andato in crisi. Veramente la testa nel calcio conta ancora più di ogni altra cosa. Per il resto cosa dire. Dzemaili 3 gol non li farà più in vita sua. Questi sono miracoli. Riguardo a Cavani invece è inutile arrabbiarsi. E' un fuoriclasse e se è in giornata sono dolori per gli altri. I campioni fanno la differenza. Su Dzemaili invece.... Un normal player che mi fa 3 gol e non è manco una punta è roba da miracolati.

    PS Ma il cratere davanti casa poi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero ma sia col Napoli che col Parma che col Cagliari a 15 minuti dalla fine si vinceva.
      Non e' un dogma...coprirsi, lo fanno Trap, Lippi e Mou, ogni tanto anche Ventura potrebbe farlo....
      Il cratere....vedrai le foto.

      Elimina
  3. Certamente quando prendi gol c'è sempre un difetto della fase difensiva. Non si discute. Ma Parma e Cagliari sono un'altra cosa e soprattutto non hanno Cavani. Evitabile il fallo commesso poco fuori area, questo senz'altro. Però ha tirato Cavani. I campioni decidono. Non fosse così non costerebbero 60 milioni. Se Cavani non torna a digiunare in fatto di gol, periodo tra l'altro che è stato piuttosto lungo, questo soggetto qui avrà una media di 25 gol a campionato negli ultimi 3 anni. Questi sono numeri pazzeschi. Questo intendevo.

    RispondiElimina
  4. Sicuro, con una punta da 20 gol avremo fatto il campionato del Catania.

    RispondiElimina