martedì 16 aprile 2013

DIRE DI NO

 
Vivere con una cubana, averci una relazione o essere semplicemente suo novio e' una situazione che ci porta, giustamente, a dire molti SI.
Ogni tanto, pero', dobbiamo ricordarci di dire anche qualche NO.
Nel momento in cui si parla di una moglie ovviamente il discorso cambia, sopratutto se e' qua' in Italia, e vive al nostro fianco.
Se invece, come capita a me e a tanti altri, la dolce meta' soggiorna nella maggiore delle Antille,  i parametri, vista la nostra assenza e la lontananza, devono essere un tantino rivisti.
Se si tratta di una relazione non (ancora? ) ufficializzata allora....ci troviamo... nella terra di nessuno.
Come dico spesso, (non perche' mi piace dirlo o voglio tirarmela, ma semplicemente perche' e' l'assoluta verita') la stragrande maggioranza degli italiani che frequentano Cuba ha la stessa dimestichezza con l'altro sesso di quella che puo' avere con la carne di Fly Fox (pipistrello seychellese).
Quando non si ha una certa consuetudine a rapportarsi con l'altro sesso si tende, una volta ottenute piu' o meno felicemente le grazie della fanciulla, a dire di SI  a tutta una serie di richieste che il buon senso vorrebbe fossero analizzate con un po' piu' di attenzione.
Tira' piu' un pelo ecc ecc....
Fare regali e' una cosa che puo' essere piu' gradevole che riceverli, ad essere molto sincero, una certa imponente differenza di eta' giustificherebbe anche una certa generosita'.
Pero', ogni tanto, qualche NO andrebbe detto.
Un mio conoscente sabaudo, carico di by pass e di acciacchi, ultrasessantenne alcuni mesi fa' si e' "noviato" con una fanciulla tunera.
Fra i 2 ballano 35 anni....non bagigie.
In un mese e mezzo ha speso 3500 euro comprando di tutto ad una sconosciuta che poi ha sfanculato all'ennesima richiesta di un tv al plasma da 500 cuc.
Un altro, un conoscente da anni, particolarmente facoltoso e attempato, ha comperato casa arredandola ad una guajira orribile e simpatica come Sgarbi.
25000 cuc....
L'ha coperta d'oro, oro che poi, secondo la fanciulla, e' finito nel cesso dopo un litigio telefonico.
E le mucche volano.....
Ognuno col suo habeo ha tutto il diritto di fare cio' che gli pare, ma poi lamentarsi per un eccesso di generosita' mal riposta non e' che serva a molto.
Se dovessimo stare dietro a tutte le richieste...campa cavallo.
Non voglio solo parlare d'altri, tempo fa' mia moglie mi chiese una cifra....discreta, per un suo negocio, dopodiche' si sarebbe mantenuta da sola senza bisogno dei miei invii di denari.
Visto che conosco la validita' di certi proponimenti e, dal momento, che non sono sceso dalla montagna con la piena le ho opposto un cortese rifiuto.
Le mando 200 euro al mese, ci vive lei, il bimbo e i 2 cani, se ci sono spese extra, la lavadora ad esempio, intervengo io ma eventuali negocios....li vediamo insieme quando scendo a Tunas.
Giusto per non sapere ne' leggere ne' scrivere.
Anche perche', se il negocio va male, non e' che posso mandarla in giro coi chupamiao ai piedi....

6 commenti:

  1. Certo ma anche in quel caso qualche no andrebbe detto

    RispondiElimina
  2. Come sempre concordo con te,pero'se un vecchio vuole "carne fresca" (termine orribile ma che rende l'idea) non deve fare come il tuo amato Cairo ma deve abrir la cartera!

    RispondiElimina
  3. Nei miei primi viaggi ho visto cose che voi umani....signori di 70 e passa anni che andavano a trovare le novie di 20 anni.Se provano a dire anche semplicemente un NI la crica la vedono con il telescopio Hubble!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico mio 50 anni di differenza hanno il loro prezzo

      Elimina
  4. Faccio un discorso in generale Milco, non mi riferisco alla tua situazione, bensì a quella tipica che vive un turista a Cuba. Come detto tante volte, a Cuba valgono più i no che i si. E' li che capisci i valori in campo. Se dopo un no che a noi sembra legittimo la signora in questione ce lo caccia nel saluto non potrei che considerarla una benedizione. E' lì, tra le tante sfumature che dividono l'interesse dai sentimenti, che capisci dove e quanto pende la bilancia. E' coi no che si misurano le persone ed è grazie ai no che si evita una spesa assurda e soprattutto tutte quelle che ne sarebbero seguite.
    E' vero quello che dici sulla poca abitudine al gentil sesso. Questa è una cosa che vale per qualsiasi settore della vita. Con poca pratica, esperienza ed errori alle spalle, è molto difficile ottenere dei buoni risultati. Magari in Italia a soffrire è più il cuore, soprattutto quando si è ragazzi. Quando invece si è adulti e ci si trova in un Paese in cui gioco forza la differenza economica è fortemente sbilanciata a nostro favore, per forza di cose ne risente anche il portafoglio. Tuttavia quello che molta gente ancora non capisce è che anche a Cuba si può imparare e non ripetere gli stessi errori. Se hai una frequentazione a Cuba significa che lì potresti averne molte altre, sicuramente migliori ed a spese inferiori. Troppa gente preferisce l'abitudine di una sicura inculata all'incertezza ed alla fatica del cambiamento. Poi sai che fatica, basta darsi un po' da fare. Quisque faber fortunae suae.

    RispondiElimina
  5. Luca non fa una grinza. Nei prossimi giorni me parliamo meglio. Ora sono in un ristorantino ad Aquileia in Friuli davanti a un bianco misterioso mentre aspetto l 'antipasto di mare. . .

    RispondiElimina