sabato 6 aprile 2013

MAI LO STESSO SAPORE





Una delle ragioni originali che hanno portato alla nascita dei forum e di altri spazi virtuali e' stata la condivisione della nostalgia per Cuba, per alcuni nominata "cubanite".
In pratica si trattava di cercare dei surrogati di cio' che troviamo a Cuba, in modo da riempire gli spazi temporali fra un viaggio e l'altro.

Piu' in Italia si faceva una vita di merda, piu' si cercavano questi palliativi.
Per un po' ha funzionato, poi, quando questi spazi si sono riempiti di disadattati con un Q.I irrisorio, parlo sopratutto di chi dovrebbe gestirli, la gente si e' rotta i coglioni emigrando verso lidi piu' sereni.

Oggi, a mettere insieme tutti quelli che scrivono in tutte le macerie restanti non credo si arrivi a 30 unita'.
Aggiungiamone una settantina che leggono e basta e si arriva ad un centinaio.

Il che rappresenta 1/5-1/6 dei lettori quotidiani di questa Isola nel sole....
Tornando ai palliativi, piu' passa il tempo e piu' si sommano i viaggi e piu' ci si rende conto che la ricerca di questi "facenti funzioni" da' sempre meno soddisfazioni.

C'e' chi si consola con la musica cubana, pero', consentitemi, ascoltarla qua' non e' certo la stessa cosa che esserne immersi a Cuba.
Ho fatto per 2 anni il dj in un locale latino torinese, ho fatto ballare frotte di unti e di zoccole invereconde, ho perso il conto di quante volte alle 4 e mezzo del mattino mi sono infrattato con l'ultima che si fermava ad aspettarmi.

Veloci scopate nel sedile posteriore del mio fuoristrada, parcheggiato al lato di qualche fabbrica dismessa con fuori un nebbione da bruma padana.
Non conservo un gran ricordo di quelle imprese, finivamo una serata latina per poi ritrovarci nel freddo e nel gelo dell'iverno torinese.

Una merda.
Dei vari festival latini meglio non parlarne, si mangia male, si ascolta musica da poco e si vedono i soliti 4 troioni inverecondi con le piccole labbra come la giacca di Kit Karson.....

Qualche volta sono stato ospite di qualche amico sposato con cubana per una cena nostalgica coi piatti dell'isla.
Non sono un fan della cucina cubana ( sono italiano....) a Cuba figuratevi con quanto gusto posso mangiarla qua'.

C'e' chi fa' gli inviti alle cubane, ne ho fatti 2 e presto alcuni amici si metteranno nella misma pesadilla.
Non aggiungo altro faccio solo i migliori auguri possibili, ma che non si aspettino di ritrovare la stessa stellina che hanno frequentato nella maggiore delle Antille.

Le cose non funzionano cosi'.
La realta' e' che fuori da quel contesto, le cose non hanno lo stesso sapore riportate da questo lato del bloqueo.

Il ron ha un altro sapore, la cerveza ha un altro sapore.
A questo giro mi sono portato, visto che la' e' stagione, in Italia 2 manghi, parlo della frutta....

Volevo farmi almeno un paio di batidos decenti per cercare di salvaguardare quel sapore ben preciso.
Be'.....sara' che non uso il latte condensato, sara' che ci metto poco zucchero ma in realta' ho bevuto una cosa che, francamente, fa' abbastanza cagare.

Eppure i frutti arrivavano da la'.....
Niente, una volta tornati qua' cerchiamo di vivere al meglio i giorni che ci toccano, lasciando le emozioni cubane a quando potremo di nuovo mettere il piede nella nostra amata isola.

10 commenti:

  1. Come destinatario di uno dei tuoi manghi devo dirti che l'hanno apprezzato molto,,,pur nel limite della leche Nestlé e non Coppelia :-)

    RispondiElimina
  2. sicuramente è vero che non es lo mismo, però avrei voluto vederti con un mango del supermercato.

    Per quanto mi riguarda la differenza tra qua e la e il mio stato mentale. Per esempio qui non riesco a reggere la musica latina per più di qualche minuto. Quando sto lì potrei ascoltare per ore anche la musica tradizionale, il son, la trova... Ma non il reggaeton, quello mi straccia le palle ad ogni latitudine.

    RispondiElimina
  3. Mai comprato frutti esotici in Italia, sono un fautore dei frutti di stagione, ogni stagione ha i suoi e bisogna assecondare il ciclo della natura.
    Per la musica la vivo come te.

    RispondiElimina
  4. il post! ;-)
    mi ritrovo spesso in tutti i post che scrivi e che leggo sempre avidamente.
    grazie!

    RispondiElimina
  5. ti lascio una chicca .. se vuoi assaggiare i gusti dei frutti tropicali originali qui in Italia ..
    vai in Via Cavalieri di Vittorio Veneto 2 a Rivoli Torinese.
    Troverai Fruteiro do Brasil
    una delle due commesse è Regla, una mia amica cubana de L'Havana.
    così ti sentirai più a casa! ;-)

    RispondiElimina
  6. Appena capito in zona non manchero'

    RispondiElimina