lunedì 22 aprile 2013

SPORTS ALLO SBANDO

 
A Cuba, come ho piu' volte raccontato, cerco di mantenermi in forma facendo sport.
Questo mi ha messo in contatto con personaggi dello sport tunero; atleti, allenatori, organizzatori, dirigenti, personale dell Inder ecc....
Posso testimoniare la passione con cui a Cuba lo sport viene trattato, questo pur con la penuria di mezzi in cui si dibatte ogni settore della societa' cubana.
Lo sport e' un orgoglio nazionale, anche se le motivazioni patriottiche, piano piano stanno venendo meno, il medagliere olimpico continua a vedere l'isola in posizioni che vanno ben al di la' del suo potenziale e del numero di praticanti che ogni sport puo' annoverare.
Mi occupo di sport anche in Italia, la situazione e' davvero gravissima, in linea con l'andamento del paese.
Tutta una serie di sport sopravvivono grazie e soltanto per il contributo dei gruppi militari, senza i quali gli atleti non potrebbero allenarsi per il numero di ore necessario per praticare sport ad altissimo livello.
Lo stato non esiste praticamente piu', tutti gli altri sport vivono grazie a mecenati, diritti televisivi e sponsor.
Faccio un esempio concreto sul come stanno andando le cose.
Il campionato di pallavolo femminile di A1.
Durante la stagione sono saltate in aria prima Crema, poi Modena dove, fra l'altro, giocava la Aguero.
Sono rimaste 10 squadre, quindi nessuna retrocessione e tutti ai play off.
Il Chieri Torino e' in fortissimo ritardo coi pagamenti, cosi' come Urbino per citare 2 squadre che hanno sollevato il problema.
Il caso piu' grave pero' e' toccato a Giaveno.
Sabato, con la sconfitta contro Busto e' terminato il loro campionato.
Circa un mese e mezzo fa' , giocatrici e staff, divulgarono un comunicato in cui denunciavano il pagamento del 30% degli emolumenti dovuti da agosto a marzo.
Qua' non parliamo di gente che guadagna milioni, conosco le ragazze,viaggiano su salari che vanno dai 1500 ai 3000 euro al mese, queste ultime cifre sono per le 2/3 migliori che hanno.
Gente che vive lontano da casa, che ha figli e mutui da pagare e che malgrado questo vergognoso atteggiamento della societa' ha contiunato ad allenarsi e a giocare.
Nel frattempo hanno abbandonato la barca 3 straniere, il vice allenatore, il preparatore atletico, il medico sociale e il road manager.
Eppure hanno, con grande dignita', portato avanti la stagione.
Ricordo che il nome della squadra e' Reale Banca, quindi e' possibile che i soldi siano arrivati ma si siano persi.....fra i meandri.
Alcuni sponsor non hanno rispettato, dice il presidente, gli impegni presi, il comune neanche ( oggi i comuni sono praticamente alla canna del gas).
I soldi sperati non sono arrivati e ci stanno rimettendo le ragazze che, fino a quando gli stipendi non verranno pagati non firmeranno le liberatorie che permetterebbero alla societa' di iscriversi al prossimo campionato.
Il fatto e' che c'e' gia' un accordo col Chieri per la fusione, il presidente si vendera' il titolo sportivo e le ragazze e' possibile che di soldi ne vedranno pochini.
Il volley a Giaveno e' finito.
La pallavolo e' lo sport di squadra che, dopo il calcio, ha catalizzato piu' interesse degli sponsor e piu' soldi, immaginiamoci gli sport minori come sono messi.
Le federazioni estere a cui si rivolgono le atlete degli altri paesi che, giocando qua', non vengono pagate, si rivolgono alla nostra federazione per avere spiegazioni.
Un' altra bella figura di merda per il paese.
E poi si parla male di Cuba.....

6 commenti:

  1. Atlete, Staff Tecnico e contrattualizzati della Cuatto Volley Giaveno ritengono sia giunto il momento di rendere pubblico il disagio che colpisce un gruppo lavorativo che finora, nella sua totalità, è riuscito a percepire circa il 30% degli emolumenti pattuiti a inizio stagione.
    Gli interpreti di questa realtà, nonostante ripetute promesse mai mantenute, hanno sempre onorato sistematicamente la maglia, scendendo in campo in mezzo a mille difficoltà e problematiche di ogni genere.
    Chiediamo pertanto che, in tempi rapidi, venga affrontato e in parte risolto il problema.
    Questa volta, però, in maniera concreta, affinché si possa portare a termine in maniera appropriata il finale di stagione; a partire dal prossimo impegno contro il Chieri Torino.

    Atlete, Staff Tecnico e contrattualizzati
    Cuatto Volley Giaveno

    RispondiElimina
  2. Sono arbitro segnapunti da 17 anni,ho sempre seguito l'A1 femminile,ho potuto vedere purtroppo la parabola discendente di questo campionato,culminato con l'obbrobrio di questa stagione.Non e'servito a niente il fallimento di Conegliano a meta'della scorsa stagione,le societa'e le squadre sono dominate da avventurieri e procuratori senza scrupoli.Una delle pochissime squadre serie e' la Robur Pesaro,ha sempre pagato e fatto il passo lungo come la gamba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirco hai centrato il punto, fare le cose in funzione della lunghezza della propria gamba.
      Puo' Giaveno fare 3/4 contratti da 30/40 mila euro?
      Puo' Chieri dare 200000 euro all'anno alla Piccinini?
      Poi non sorprendiamoci se le societa' saltano per aria...

      Elimina
  3. Il fallimento della Liu-Jo poi ha dell'incredibile: il presidente ha preso fior fiori di giocatrici per uscirsene poi verso Natale dicendo che lo sponsor, Liu-Jo appunto, doveva dargli i soldi. Liu-Jo informava che non doveva dargli niente perchè l'accordo era che la società di volley poteva mettere il nome sulle maglie e sul pullman senza però ricevere una lira. Ma dico io....che cacchio di accordo è???!! Sta di fatto che la società è colata a picco e le giocatrici si sono accasate in altre squadre, falsando il campionato e le classifiche. A Pesaro hanno tolto i punti delle 2 vittorie su Modena. Urbino è stata estromessa dalle finali di Coppa Italia. Il prossimo campionato lo faranno a 6 squadre. Quanto sono lontani i tempi della gloriosa Teodora!!! E della Conad Fano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti che il volley fallisca a Moden e' un paradosso.
      Pero' mi chiedo; senza i soldi di uno sponsor importante il presidente avrebbe ingaggiato gente come la Aguero?
      Vicenda davvero strana.
      Urbino l'ho vista al palagiaveno domenica scorsa, al mattino per la rifinitura.
      Hanno un preparatore che avra' 20 anni....uno studentello suppongo dell'Isef locale....

      Elimina
    2. Di solito, se metti il tuo marchio,paghi.

      Elimina