giovedì 16 maggio 2013

DUE MONDI

 

Che questa estate fosse differente dalle precedenti lo davo per scontato.
Intanto dov'e' l'estate?
O meglio dov'e' la primavera?
Sono rientrato da Cuba ad inizio aprile, da allora, tolti 3/4 giorni di sole ho visto e preso solo ed unicamente pioggia, pioggia e ancora stramaledetta pioggia!
Davvero sembra il remake di Blade Runner.
Comunque sara' un estate differente perche', rispetto agli anni passati.

A Cuba non mi aspettano piu' soltanto una casa de renta ed uno svariato numero di fanciulle.
Da quella parte del bloqueo mi aspetta; una moglie, il suo piccolo cagone, un pastore belga, un pastore alemanno, una casa a Las Tunas, una a la playa La Jibara e un solar, sempre a Las Tunas dove sorgera il primo gymnasio rustico aperto da uno straniero in citta', forse in tutta Cuba.
Tornero' a Cuba, se tutto viaggia secondo i piani ( ricordo che i piani degli uomini durano il tempo che ci si mette a scriverli) intorno al 20 settembre.
Mentre gli altri anni, in questo periodo, avevo messo da parte l'isola e tutto cio' che contiene ora, a questa altura, non me lo posso piu' permettere.
Un assenza di quasi 6 mesi e' eccessiva se hai in ballo tante cose.
Vero e' che e' una questione relativa a quest'anno e solo a quest'anno.

Il prossimo lo vivro' a Cuba almeno fino a meta' marzo, poi ad aprile o maggio verra' qua' mia moglie per un mese o due quindi i tempi di lontananza si ridurranno notevolmente.
Ho anche pensato di fare un salto giu, una settimana, a fine maggio ma sarebbe un errore.
Intanto si tratterebbe, per una semana, di dinero gastato por gusto, poi ho in giro gia' dei ragazzi che stanno lavorando e sopratutto, in Veneto, 3 salvavidas.
Troppe responsabilita', troppi casini se succede qualcosa.
Da quelle parti i tedeschi si riempiono di salsiccie e poi si buttano nell'acqua fredda......
No, devo presidiare la trincea.
Pero' le cose in ballo a Cuba sono tante e tutte sulle spalle di mia moglie e questo, oltre a preoccuparmi, eticamente, non e' neanche giusto.
In fondo molte cose, ad esempio i cani, li ho voluti io e se li sta' ciucciando lei.
Quando a Cuba inizi ad avere parecchie cose devi essere piu' presente oppure avere gente, piu' di una, che si occupi di gestirle.
Anche voi avrete qualcosa a Cuba.
Una casa, una finca, un carro, parenti acquisiti, terra, proprieta' o cose simili, oppure avete in programma di averli.
Durante i vostri periodi di assenza come vi regolate?
Chi gestisce le vostre cose?
Se ancora non le avete e pensate, in futuro, di averle, a chi affiderete il tutto in vostra assenza?
Sposarsi, avere proprieta' ed affetti a Cuba ti fa' vedere il tutto in modo differente, ti rendi conto, davvero e non solo a parole, che ora vivi a cavallo dei 2 mondi e che le cose importanti della tua vita non sono piu' soltanto da questa parte dell'oceano.

4 commenti:

  1. Abbiamo costruito sopra casa del suegro, ci pensa lui a cuidare la nostra casa

    RispondiElimina
  2. E' una buona soluzione, se il suegro e' fidato....

    RispondiElimina
  3. Dopo la casa di legno a Pilon de Granma, quindi scendendo definitivametne dalla Sierra Maestra, una nuova casa di mattoni molto grande nelle colline tra Matanzas e Villa Clara, mezza familia là, e casa di mia moglie al centro del Vedado in Habana.
    Io solo ospite per ora, ma se parto con l'idea di non tornare ho dove riposare...
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao Niki e benvenuto sul blog.
    Vedo che anche tu, come me, ti sei fatto prendere dalla fregola del mattone.
    Vedrai che il tempo ci dira quanto abbiamo visto lungo....

    RispondiElimina