sabato 18 maggio 2013

FORO ITALICO

 

Uno degli sport che, in assoluto, mi piace piu' guardare e, sopratutto, praticare e' il tennis.
Ho iniziato da ragazzino.
A naja, quando fini la stagione agonostica del Judo, mi mandarono al Castello degli alti comandi di Aosta ad occuparmi della manutezione del campo in terra rossa e a tenere corsi ai figli del Capo di Stato Maggiore e dei vari colonnelli.
Nei primi anni di villaggi, feci anche l'istruttore di tennis.
Oggi, purtroppo riensco a giocare solo 5/6 volte all'anno, se va bene.
Gli amici con cui ho giocato per anni si sono estinti, vinti dagli acciacchi e dalla barriga.
L'ultima volta ho giocato ad ottobre con Osvaldo Napoli a Giaveno....lo so...il "nemico"...lo so. 
Comunque in questi giorni, di rientro dal Veneto e anche a causa di questo tempaccio infame sto'seguendo gli Internazionali d'Italia che si svolgono a Roma, al Foro Italico, sul canale Super Tennis.
Seguo piu' che altro il torneo femminile, il tennis maschile ,tolti i soliti 4, e' noioso, tutto basato sul servizio mentre quello femminile e' il vero tennis, sopratutto se giocato nella lenta terra rossa romana.
Ieri fra l'altro e' arrivata a dare un occhiata anche il MIO  ministro, Giuseppa Idem.
8 olimpiadi e 6 medaglie d'oro, e' arrivata in forma, documentata, bella e sorridente.
Un ministro dello sport deve frequentare  SEMPRE  i luoghi di sport, non soltanto come fece la Melandri, salendo sul carro dei vincitori ai mondiali di calcio del 2006.
Il presidente della federtennis ieri, sorridendo, ha affermato che, dopo anni ed anni di frequentazione di ministri e sottosegretari e' stata la prima volta che non ha dovuto spiegare ad uno di loro la differenza fra un quarto di finale ed una semifinale.
Siamo alle semifinali, da un lato la Serenona contro una rumena arrivata dalle qualificazioni mentre dall'altra ci sara' la nostra Errani contro la Azarenka.
Saretta, dopo un primo turno complicato, ha battuto la Kirilenko ritiratasi nel secondo set e, ieri, beneficiato del ritiro della Sharapova, la n. 2 al mondo.
Un po' di culo per la nostra campionessa che da lunedi' sara' il numero 5 al mondo.
Questo grazie ai progressi enormi di questi ultimi 2 anni, e al suo coach, Lozano, uno davvero in gamba.
La ragazza ha quasi tutto per essere una grande, fondamentali, intelligenza tattica, un cuore cosi'.
Tira su ogni palla, ha una smorzata devastante.
Avesse anche il servizio.......
La Vinci si e' fermata agli ottavi mentre al primo turno sono uscite Pennetta e Schiavone oramai, probabilmente, nella fase discendente della carriera.
Questi internazionali sono un enorme successo di pubblico, si sfioreranno le 500.000 presenze.
Mentre gli stadi di calcio si svuotano sport come il Tennis o il Rugby fanno il pienone.
Le ragioni sono fin treoppo ovvie.
Da un lato delinquenti vigliacchi sugli spalti e sportivi che fanno le star dando spesso un pessimo esempio, dall'altro gente normale come pubblico, sportivi veri ed atleti sempre disponibili ad essere esempi autentici per le nuove generazioni.
Fra l'altro nel tennis femminile c'e' anche della gran gnocca.
Bellissime anche se un po' Barbi la Sharapova e la Kirilenko, Serenona Williams mi sembra un po' una di quelle guantanamere che se ti acchiappano en la cama ti aprono come una matrioska.
Le italiane?
Carina la Pennetta; la Vinci e la Errani......simpatiche mentre la Schiavone assomiglia in modo inquietante al mio meccanico.
In fatto di donne ho, da sempre, gusti un po' particolari, se non mi fa' sangue una donna, per quanto bella, non esiste.
Da anni mi piace, da impazzire, la Jankovic (nella foto) che e' pure serba.
Per serbi/e e russi/e nello sport (e non solo...) ho sempre un occhio di riguardo
Comunque FORZA SARA!          
   

23 commenti:

  1. EL LOCO: per me la piu' figa e' la Sharapova

    RispondiElimina
  2. Serenona prima finalista....una belva!

    RispondiElimina
  3. Si ma che due coglioni.
    Il mio ufficio è nella sponda opposta del tevere, rispetto allo stadio dei marmi. Non ti dico che bordello di auto, questo successo di pubblico.

    RispondiElimina
  4. Immagino
    intanto 4-0 per la bielorussa.
    Vado in palestra va. . .

    RispondiElimina
  5. Vinci ed Errani in finale nel doppio

    RispondiElimina
  6. il canale che dici super tennis è a pagamento o è sul digitale,vorrei vedermi la finale maschile,c è oggi?sai l ora?

    RispondiElimina
  7. Non a pagamento ma hanno l'esclusiva del torneo femminile. La finale maschile dovrebbe essere su Italia 1. Non so a che ora comunque nel pomeriggio. Complimenti per il Sassuolo

    RispondiElimina
  8. grazie è veramente meritata la promozione ha dominato tutto l anno e sono 5 anni che ci proviamo,squinzi ha fatto un bel progetto,una grande emozione per tutti noi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa importante e' che malgrado la potenza economica della Mapei si sia tenuto un occhio al bilancio venendo su' con una squadra fatta di giovani.

      Elimina
  9. In questo momento su Super Tennis sono in campo le nostre Cichis contro 2 chine per la finale del doppio

    RispondiElimina
  10. “2003-2013: duri a morire”. Dieci anni dopo la marcia dell’orgoglio, i tifosi del Toro scendono di nuovo in piazza per ribadire il loro attaccamento ai colori granata in un altro momento “storico” per il club. Se allora c’era da ricompattare e rivitalizzare un ambiente depresso dall’ennesima retrocessione (e non avevano ancora visto tutto…), oggi l’intento della nuova adunata, secondo gli organizzatori, è quello di accendere al massimo i riflettori sulla questione del Filadelfia, lo storico stadio del Grande Torino per la cui ricostruzione questi sono giorni decisivi. Infatti di recente sono stati trovati i fondi per la creazione del polo sportivo (8 milioni), ma ancora mancano quelli per finanziare la parte culturale del progetto: in sostanza quei quattro milioni che erano stati pensati per la costruzione del nuovo museo, che ora vive a Grugliasco grazie al lavoro incessante di privati cittadini di fede granata.



    Il luogo del ritrovo sarà in Piazza Solferino, in uno dei salotti della città, davanti al bar dove nel 1906 nacque il Torino: era la birreria Voigt, che adesso si chiama bar Norman. Alle 14,30 partirà il serpentone dei tifosi, che farà tappa in corso Re Umberto per andare a rendere omaggio al ceppo di Gigi Meroni – l’indimenticabile campione morto tragicamente a 24 anni – prima di sfociare in via Filadelfia. Lì, nel tempio del Grande Torino, partirà un pomeriggio (dalle 16,30) ricco di appuntamenti musicali e di ricordi.



    Presentati da Nikki di Radio Deejay, saliranno sul palco gli Statuto, i Senso Unico e i Rimozione Koatta, ma anche ex calciatori (come Jimmy Fontana) e personaggi legati alle origini del Toro, come Marco Morelli di Popolo, nipote di uno dei fondatori (Vittorio) del club.



    Poi, il popolo granata si sposterà all’Olimpico per l’ultima stagionale della truppa di Ventura. Per qualche giocatore sarà il congedo definitivo (Bianchi, forse Ogbonna e Cerci), per altri l’occasione di mettersi in mostra.

    L’allenatore varerà una squadra semi-inedita, con Coppola che in porta prenderà per la prima volta il posto di Gillet, e il giovane Bakic che potrà finalmente mettere nelle gambe i primi minuti in granata. Anche gli ultimi: il centrocampista montenegrino, acquistato in comproprietà con la Fiorentina, è destinato ai viola.

    RispondiElimina
  11. Paolino finale maschile ore 16 Italia 1
    La finale femminile inizia ora su super tennis

    RispondiElimina
  12. grazie,la vedro,sono un tifoso di federer dall inizio della sua carriera,sto vedendo la williams è una super potenza.

    RispondiElimina
  13. Serena imbattibile.
    UN CATERPILLAR.

    RispondiElimina
  14. Adoro Nadal ma Federer E' il tennis

    RispondiElimina
  15. hai ragione federer è la completezza del tennis e la classe.ora sono passati gli anni anche per lui e si sta vedendo,oggi è proprio cotto sta sbagliando tutto lui,peccato!

    RispondiElimina
  16. Il problema e' che dietro di loro non vedo gran talenti, solo gente che tira di servizio e basta.

    RispondiElimina
  17. Ultima domenica a Torino del Capitano e Ventura lo lascia in panchina.....
    Umanamente Ventura e' proprio una merda.

    RispondiElimina
  18. hai proprio ragione,non si fa cosi,che brutto gesto,di sicuro tanto d accordo non andavano...

    RispondiElimina
  19. Col. gol del capitano finisce questo campionato di merda.
    38 partite e 8 vittorie.
    Grazie mister Libidine. . .

    RispondiElimina