mercoledì 8 maggio 2013

GELATERIA

 

A chi non piace il gelato?
A nessuno.
Grandi e piccoli, giovani e vecchi, belli e brutti, negri e bianchi, tutti amano questo squisito alimento.
Inutile dire che i cubani ne vanno ghiotti.
A Tunas stanno terminando il nuovo buolevard, pare che ci saranno alcuni piccoli locali che lo stato dara' in affitto per nuove attivita'.
In citta' esistono, in centro, 2 gelaterie.
La prima a ridosso del parque e' quella piu' economica e di conseguenza la piu' frequentata.
Il gelato costa un pesos alla pallina.
Fa' cagage, e' ghiaccio saporito, d'altronde le ruberie in questo settore sono molto facili, basta sostituire parte della materia prima con l'acqua ed il gioco e' fatto.
L'altra, quella che conosco bene, e' La Fuente, diciamo quella "in" della citta', ci lavorava una mia ex morosa.
Qua' la pallina vale 3 pesos ed anche questa si riempie facilmente sopratutto al mattino.
Ovviamente, a queste cifre, non varrebe la pena mettere su' nulla, ma non dimentichiamoci che il margine sul gelato e' incredibilmente alto, provate a parlarne con chi qua' ha una gelateria.
In piu' c'e da tenere conto di un altro fattore.
Oltre che a las copelias il gelato si vende anche nei locali in divisa.
Nestle', confezionato, il cornetto viaggia da 1,55 a 1.80, la vaschettina a 2, parlo ovviamente di cuc.
Anche questo gelato vola via rapidamente.
Quindi esiste tanta gente che spende 2 cuc per un gelato.
Io non pensavo ad una gelateria con tavolini, personale e stipendi da pagare.
Penso ad una come quelle da noi, un buco dove poter infilare l'espositore, tipo i nostri, e servire i clienti, un retro per il macchinario e basta.
Ovviamente precedenza ai loro gusti di frutta, ma integrarli con quelli cari a noi; stracciatella, gianduia, nocciola, fiordilatte ecc...
Coni e/o coppette come da noi.
Coni veri, che possono ospitare anche 3 gusti non quelle barzellette che vediamo la'.
Un gelato che costa un cuc molta gente se lo potrebbe permettere, in piu' fare anche le vaschette da portare via.
Onestamente credo che, davvero, questo potrebbe essere un bel negocio, c'e' da ammortizzare il costo del macchinario ma credo che, con quella temperatura, sarebbe un problema da poco.
Si lavora 12 mesi all'anno non 4 come qua' da noi.
Ovviamente gelato in italians style, buono denso e cremoso, non la porcheria ghiacciata che fanno loro.

Investimento limitato e possibilita' di utili importanti, perche' non provarci?

21 commenti:

  1. Un sacco di volte mi sono trovato a Guardalavaca o Baracoa e sempre mi chiedevo: ma col viavai di turismo che gira e col clima che si ritrovano è mai possibile che a nessuno gli viene in mente di vendere gelati buoni? Bingo!

    RispondiElimina
  2. Resto dell' idea che sarebbe un buon negozio

    RispondiElimina
  3. I macchinari per fare il gelato, di cui l'Italia ha il monopolio mondiale ome si fanno a importare a Cuba? Francesco Franz

    RispondiElimina
  4. Ma i gusti nostrani come li fai con le polverine? El Loco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono un gelataio ma suppongo proprio di si', a meno di non riuscire ad importare le materie prime.

      Elimina
  5. Il macchinarlo per farlo lo si porterebbe dall'Italia? Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia una cosa prioritaria, se si usa il loro, il gelato rischia di riuscire come...il loro.

      Elimina
  6. Da Simone. (intendevi questo per scrivere il nome in alto?)

    Caro Milco, credo che questo sia davvero un buon negocio.
    E' da sempre in testa alle mie preferenze per un' eventuale attività da svolgere sull'Isla.
    A suo tempo ho fatto qualche indagine.
    Premetto che non so quanto costi trasportare il macchinario industriale.
    Il prezzo di una buona macchina usata, tenuta in buone condizioni non è proibitivo. Non dovendo fare più di 8-10 gusti una macchina è sufficiente.
    Vetrine frigo si trovano tranquillamente anche a Cuba.
    Per la materia prima, tranne i vari Grom, Marchetti e Florio, tutti gli altri usano surrogati da accostare a latte, uova, panna o acqua.
    Se la polvere è di qualità il prodotto lo sarà di conseguenza, soprattutto per lo standard cubano.

    Infine, se proprio uno non vuole alcuno sbattimento ci sono gli erogatori a flusso continuo (stile mcdonald). Zero problemi e risultati apprezzabili, soprattutto se accostati a variegature ben fatte.

    Spero di aver contribuito.


    RispondiElimina
  7. Si Simone grazie.

    In effetti rispetto alle ipotesi che abbiamo preso in considerazione questi giorni qua' parliamo di un investimento molto minore e di un bacino d'utenza enorme.
    Vedo che sei ferrato...

    RispondiElimina
  8. Ci sarebbe anche da capire quanto costa di dogana ad importare tutte queste cose. Macchinari, materie prime. Anche per le altre proposte fatte nei giorni passati.

    RispondiElimina
  9. Certo Carlito ma questo vale per ogni tipo di attivita' che vogliamo fare a Cuba e per cui serve macchinario dall'exterior

    RispondiElimina
  10. (Chan Chan). Quanto potrebbe costare un macchinario qui in Italia? Qualcuno ha controllato sul sito dell'aduana se è tra le cose che si possono far entrare? E quanto costa farlo entrare?
    Dal punto di vista delle autorizzazioni burocratiche e cose varie come funziona? Io lo vedo un buon negocio, pero è fondamentale il posto dove aprirlo, se lo fai a casa dove abiti è importante che la casa stia in buona posizione (in centro per capirci).

    RispondiElimina
  11. Sul costo in Italia ci sono vari siti che offorno diversi machinari, ovviamente si potrebbe prendere un macchinario usato.

    RispondiElimina
  12. se c'è una cosa che evito come la peste a Cuba sono las Coppelias... proprio non mi ispirano. Sento il virus intestinale che si risveglia solo a vedere l'insegna!
    Però il gelato Nestlè al cioccolato, rigorosamente confezionato, si mangia volentieri! Mi ha salvato svariate volte che ho rischiato di saltare il pranzo per mancanza di cibo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah....ce ne sono alcune che sono di livello simile alle nostre....maomeno

      Elimina
  13. Ma voi vi alzate la mattina e pensate di aprire un'attività senza esperienza? mah non vi capisco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza esperienza chi?

      E' dal 91' che gestisco attivita' commerciali o aziende.

      A meno che il mondo non si sia capovolto anche a Cuba valgono le stesse regole.

      Gli introiti devono esserre superiori alle uscite.

      In caso contrario si lavora por gusto.,

      Non e' che ci vuole uno scienziato.

      Elimina
  14. ciao Aston....sono Mario e ti seguo spesso soprattutto per il discorso immobiliare...era un pò di giorni che non ti seguivo (ero fuori per lavoro) e solo per questo posto ora....premetto che il mio settore è quello dell'immobiliare turistico ma in passato ho avuto contatti con un'azienda italiana che produce prodotti per fare il gelato e che investe all'estero... e di conseguenza è collegata a chi produce le macchine per gelato.....il risultato dell'operazione è stata che hanno dovuto lasciare stare perchè fra burocrazia,dogane (per i macchiari e frigoriferi potenti e i prodotti per fare il gelato), e diciamo altre spese per ungere....senza contare anche il discorso dell'impianto elettrico (che deve essere fatto bene e che la corrente non salti.... se no si rovina tutta la produzione) senza contare la realizzazione del locale con gusti diciamo italiani non è di facile organizzazione....e come ultima cosa da tenere presente che vai contro un pò il discorso copelia....che è tipo una istituzione....e anche gli interessi diciamo misti della nestlè.... L'azienda della quale ti parlo attualmente ha aperto una gelateria in un altra piccola isola dei caraibi....... ciao buona giornata a tutti Mario

    RispondiElimina
  15. Ciao Mario
    Infatti temevo una situazione simile, non e' facile mettere il becco a casa loro.

    RispondiElimina
  16. Buona sera a tutti...... Anche io come voi vorrei aprire una piccola gelateria da asporto sull isola di quelle con gli erogatori x intenderci e vorrei capire come fare...quali enti controllare e a chi poter chiedere. Accetto consigli grazie mille

    RispondiElimina
  17. Sono una gelatiera italiana, lavoro in Italia da 2o anni in questo settore. Non baastano le macchine per farer un buon gelato ma delle bilanciature corrette. E' un mestiere che non si improvvisa. Sto aiutando ragazzo cubano ad importare i macchinari da qui, dopo che ha imparato qui in Italiaa a fare il gelato. Non è semplice, la dogana mette molti paletti, ma ci riusciremo.

    RispondiElimina