martedì 21 maggio 2013

IL TIFO DEI FIGLI

 

Argomento leggero.....come del resto tutto il blog.
La settimana scorsa, ero a cena con amici.
Una bella tavolata, simile a quella di questo Venerdi' dove, dopo la partita giocata coi figli, festeggeremo il 31esimo anniversario dell'Aston Villa, la nostra squadra di calcio, nel solito locale dove andiamo sempre a mangiare dopo aver giocato.
La settimana scorsa, al tavolo, eravamo in maggioranza granata con qualche gobbo a cui siamo moralmente vicini, vista la disgrazia con cui, da anni, deve condividere.
Si parlava dei figli, tolto il sottoscritto che non ne ha ( almeno credo) tutti quanti sono in possesso dell'articolo.
Alcuni sono adolescenti, altri si stanno incamminando in questo sentiero tortuoso ed urticante per ogni genitore.
Dopo aver toccato argomenti ben piu' importanti abbiamo iniziato a parlare del tifo calcistico dei figli.
Qua' sono emerse 2 tendenze.
I gobbi si sono dimostrati maggiormente democratici di noi, almeno a parole, hanno riconosciuto ai figli il libero arbitrio di scegliersi la squadra per cui tifare.
I Fratelli granata invece hanno esperesso un opinione totalmente differente.
Una differenza che e' la stessa che intercorre fra una squadra di calcio ed un idea.
Ancora una volta ho avuto la dimostrazione di una cosa che, tempo fa', scrisse Gramellini.
Il Toro e' un idea, se fosse solo una squadra di calcio, viste le contingenze, l'avremo mandata a cagare da tempo.
Gli amici granata hanno detto subito forte e chiaro che i loro figli sono piu' granata di loro, che "l'educational" e' iniziato sin dalla piu tenera eta' con corsi quotidiani di granatismo e recita a memoria della formazione dello scudetto 76'.
Nessuno di loro ha anche solo minimamente preso in considerazione il fatto che il figlio venisse su', di un altra squadra meno che meno di quella squadra la'....
Personalmente, probabilmente anche a causa delle abbondanti libagioni innaffiate da una Bonarda dell'oltre Po pavese che era una favola, ho solennemente dichiarato.
"Meglio frocio che gobbo!"
In effetti, pensandoci a mente fredda e al di la' della forzatura......piuttosto che vedere un figlio che mi circola per casa con quella maglietta la' ( cosa che ritengo probabile quanto il fatto che il PD alle prossime elezioni prenda la maggioranza assoluta) forse, e dico forse, mi riuscirebbe piu' tollerabile vedermelo arrivare in casa mano nella mano con un giovanotto della Costa D'Avorio. 
A conclusione di questo non indimenticabile post inserisco un commento di un altro Fratello estrapolato dal forum granata.
" Oggi, con la Marcia, è uno dei modi migliori per avvicinare i bambini al Toro. Farli vedere che esistiamo, farli immergere in un qualcosa di singolare come la Marcia, credo sia un buon motivo per diventare del Toro o comunque incominciare a strizzare un occhio a questi colori. Sono cose che gli rimarranno per sempre dentro.
Fategli vedere che esistiamo !!
Un bimbo che cresce a Torino, ha ancora tanti modi per incarnare l'anima di questa città. Ma l'avete vista questa città ai balconi, dopo lo scudetto facilone dei gobbi? 4 bandiere mal contate. L'anima di questa città ci appartiene. Facciamo si, che i bambini possano tramandare questo ideale e senso di appartenenza. Senza peccare di presunzione, non ha eguali in Italia. C'è di più che una semplice squadra. Un giorno, vi ringrazieranno di persona o al massimo su di un Forum...e qui, capita sovente.
Dai, portate tutti i bambini alla Marcia, anche solo in piazza Solferino, dove vedranno una mare di bandiere. Si, anche sotto la pioggia."

     

8 commenti:

  1. A conferma della democraticita'dei gobbi:mio padre e'sfegatato della seconda squadra di Torino,io sono uscito interista.Adesso sta cercando di corrompere mi nino,gli ha regalato un completo bianconero e quando sta con lui glielo mette pure!Comunque meglio gobbo che busone!!

    RispondiElimina
  2. Un gobbo in casa. . .no non riuscirei ad aguantarlo. . .un busone. . .forse.

    RispondiElimina
  3. EL LOCO. Io sono un gobbo e mio figlio e' venuto su' come me...per fortuna

    RispondiElimina
  4. Ovviamente ho scritto questo post con l'ironia a cui, su questo blog,siamo tutti abituati.

    RispondiElimina
  5. io mi trovero in difficolta,lo voglio romanista,viviamo a modena,e ha il nonno gobbo.....praticamente un casino....almeno spero non juventino mi andrebbe gia bene.

    RispondiElimina
  6. IL NONNO GOBBO?
    SOPPRIMETELO! AHAHAHAH
    Paolino...si scherza...

    RispondiElimina
  7. io e mio fratello romanisti usciti da una dinastia di gobbi,questo si che è un miracolo!!!

    RispondiElimina