martedì 14 maggio 2013

L'OMINO DI FIDUCIA

 

Una delle prime cose che feci, anni ed anni fa', appena sbarcato a Cuba fu' di trovarmi una persona di riferimento che mi aiutasse a risolvere i piccoli e grandi problemi che, quotidianamente, bisognava, in vacanza, affrontare.
C'era il problema della lingua, occorreva qualche vacanza per iniziare ad entrare in sintonia col loro spagnolo sporco, parlato velocissimo.
Bisognava capire come funzionavano le cose e per farlo nel piu' breve tempo possibile, evitandoci le cazzate, era utile avere accanto, una persona piu' o meno fidata.
Io trovai il Mago, chi segue il blog sa' di chi parlo, un giovane ( all'epoca) cubano che lavorava nell' ambito della magia, approfittando di questo talento indiscusso per approcciarsi coi turisti.
E' nata un amicizia che e' durata tutti questi anni, oggi la mia Cuba e' differente ma quando ci incontriamo e' sempre una bella cosa.
Ovviamente, se si vive Cuba da normale turista, e' normale approcciarsi a personaggi che e' proprio dai turisti che traggono il loro sostentamento.
Se graviti nella zona centrale della citta' e' difficile avere a che fare con gente che fa' una vita normale, lavora e ha il problema di mettere insieme il pranzo con la cena.
Del Mago ho parlato anche in qualche racconto nel mio libro, ne abbiamo fatte di tutti i colori.
Fra l'altro, in materia di donne, contrariamente a cio' che accade di solito, e' lui che ha beneficiato della nostra amicizia molto piu' di io della sua....ci siamo capiti.
Nel momento in cui le cose cambiano; ti sposi, metti su' casa, vai a vivere in un normale barrio questi paramentri vanno un po' rivisti.
In soldoni serve altra gente.
Avere una casa vuol dire imbattersi in una miriade di piccoli problemi pratici, problemi che provocano un vorticoso giramento di maroni e che richiedono qualcuno che, non no profit, ci aiuti a risolverli.
Intanto serve un omino che ti faccia, in casa, tutti quei piccoli lavoretti che a noi prenderebbero solo tempo e che non e' detto siamo in grado di fare.
Puo' essere un conoscente, un amico, un parente o qualcosa di simle, l'importante e' que sirve.
Qualcuno col carro che ci scarrozzi dove dobbiamo andare se non abbiamo di che spostarci, giusto per fare un esempio.
Mia moglie ha un carattere decisamente forte ed un' aggregatrice, il fatto che dietro di lei ci sia uno yuma favorisce il reperimento di questi personaggi.
Abbiamo un omino che le da' una mano per questi lavoretti, fra l'altro io per svariati mesi non ci sono e qualcuno ci vuole.
L'omino e' un tizio sul metro e 50, un tutto fare che alcuni anni fa', come molti, portava i turisti di S.Lucia a mangiare aragoste cercando di vendere loro monili in corallo.
Poi la policia decise que la fiesta doveva terminare e si e' inventato mille mestieri rientrando a Las Tunas.
Fondamentalmente e' un pasticcione, come la maggior parte dei cubani, si inventa mille mestieri senza farne bene nessuno.
Se pero' deve fare piccoli lavoretti va benissimo, fra l'altro mia moglie lo manda pure a fare commissioni in giro quando lei, col figlioletto e los perros, non puo'.
Sposato con un'infermiera negrita si e' messo sul groppone pure i 2 figli di lei.
Gente che vive faticosamente tanto che spesso mia moglie, che al di la' dei suoi modi spicci ha un cuore cosi', oltre al dovuto non e' raro che li mandi a casa con una pentola od un piatto pieno di comida.
A Cuba funziona cosi', ci si aiuta.
Il tipo e' simpatico, sa' che non la deve fare fuori dal vaso, che la confidenza e' fino ad un certo punto e che, mensilmente, grazie a noi ,un po' di cose riesce a risolverle.
Lasciamo perdere amicizia e cose simili ma avere una persona di fiducia a Cuba, nella Cuba reale, e' una merce da trattare con delicatezza e riguardo.
Sopratutto bisogna ricordarci di trattarla da pari a pari evitando gli atteggiamenti da sboroni coi quali, a quelle latitudini, fai poca strada.

8 commenti:

  1. Ti fidi di avere l'omino in casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vivendo 7/8 mesi lontano certe menate le lascio ai poveretti. Poi mia moglie ha molto buon gusto ahahah

      Elimina
    2. Per vivere con l'angoscia uno non deve nemmeno fare il grande passo.
      Ma chi é sicuro che la lancia del Masai non sia piantata, fuori l'uscio di casa , anche con la moglie appiccicata ?

      Elimina
    3. Infatti sono discorsi da poveretti.
      Sono sistemi solari lontano da queste menate.
      C'e' troppa roba in ballo, non ultimo il MIO futuro.

      Elimina
    4. (Santa Fè)Io per sicurezza l'ho rinchiusa in un nuraghe..non è per mancanza di fiducia è solo per stare sereno io :)

      Elimina
    5. Da li' non scappa di sicuro....

      Elimina
  2. Anche io ho una persona che mi aiuta a Cuba, senza di lui non sarei riuscito a risolvere molti problemi. Marco

    RispondiElimina