domenica 9 giugno 2013

ALTRA PUTTANA IN VENDITA?

 

Circa seimila spettatori, mille in più dell'anno scorso, hanno colorato gli spalti dello stadio Nebiolo per il 19° Meeting Internazionale di atletica leggera organizzato dal Cus Torino. C'era molta attesa per il ritorno alle gare di Dayron Robles, dopo dieci lunghi mesi di inattività. Nonostante gli appena 26 anni, il cubano è sembrato un ex atleta. Ha infatti chiuso mestamente al sesto posto, lasciando il primo gradino del podio allo statunitense Omoghan Osaghan (13''49). Il crono, impietoso, ha sentenziato per Robles un deludente 13''82, quasi un secondo sopra al suo ex primato mondiale. "Mi sono sentito come un bambino alla sua prima corsa a ostacoli  -  ha commentato il cubano di Guantánamo -. Ci vorrà un po' di tempo per tornare sui miei standard abituali". A causa di alcune divergenze con la sua federazione, Robles ha deciso di gareggiato a titolo personale, indossando una t-shirt di Torino Capitale dello Sport 2015.

14 commenti:

  1. Sempre in tema di zoccole ho letto ieri che Ogbonna si starebbe accordando per passare alla Juve,spero sia solo una boutade!!

    RispondiElimina
  2. Al 99% va da loto in fuga da una società di merda come la nostre. Che nostalgia per i tempi in cui raccoglievano il cotone. . .Lunedì sono nelle Marche e ti chiamo. Ciao

    RispondiElimina
  3. Va bene che vengo giu' o che vendiamo el negher? ahahahah

    RispondiElimina
  4. Wè Milco chi è nella foto seduto accanto a Fidel? Franz

    RispondiElimina
  5. Deodato Cabello presidente del parlamento del Venezuela in visita, ieri, a La Habana

    RispondiElimina
  6. Spero ch Robles non segua questa strada lo spero proprio per uno dei miei ex idoli.Sicuramente oltre al talento innato e ad una classe cristallina, Dayron non ha avuto una personalità degna di questo nome.Se avete notato bene i risultati migliori,record del mondo e Olimpiadi gli ha ottenuti a mente sgombra,senza stress di avversari con personalità al suo fianco.Il cinese era infortunato e per anni( tre forse) ha dettato legge,poi è apparso David Oliver ed ha collezionato una serie di sconfitte consecutive impresionanti tanto da evitare competizioni dove gareggiava l'americano.Tanti suoi infortuni non mi quadrano totalmente.Adesso ci sono tanti giovanissimi jamaicani,americani,cubani e anche italiani e per lui la vedo veramente durissima.Spero sempre cmq che non faccia questo passo.Max

    RispondiElimina
  7. La federazione cubana, prima del meeting, ha detto forte e chiaro che l'atleta non rappresentava l'isola.
    Ci sono state chiacchiere e sospetti dietro il suo ritiro nella finale olimpica.
    Si parlava anche di soldi anche se credo che nessuno sia cosi' folle da fingere nella gara piu' importante della sua vita.
    Puo' essere che abbia gia' dato tutto.
    Comunque se malgrado il diktat della federazione cubana l'atleta e' uscito tranquillamente dall'isola per venire a Torino, vuol dire che proprio un carcere quel paese non deve essere....

    RispondiElimina
  8. fanno finta che non è un carcere siete dei ilusi si vede che vivete qua con la pancia piena

    RispondiElimina
  9. Beh....mi pare che la pancia piena ce l'hai anche tu.
    Con quella e' facile fare il dissidente...

    RispondiElimina
  10. ragazzi non vorrete macchiare questo bellissimo blog rischiando di parlare di cose che magari non si sanno perfettamente....
    io posso solo dire quello che so dell'argomento e poi a chi legge il compito di farsi un'idea sua.
    stiamo parlando di un Grandissimo atleta nato a Guantanamo dai piedi piatti....costretto a correre con solette speciali che pero' non tolgono completamente le problematiche.
    gli ostacoli non li ha vinti a Pechino (a 22 anni)...li ha dominati e al suo cospetto e' stato il Dio cinese a cedere mentalmente prima della finale in casa.
    il problema e' che a Cuba c'e' stato un rimescolamento negli allenatori degli ostacoli e Lui l'ha pagato psicologicamente....non era possibile per lui allenarsi l'anno scorso nell'isola perche' aveva tutto il peso della Politica addosso..tutti aspettavano altro oro olimpico..e l'ho hanno mandato ad allenarsi fuori....ed e' arrivato a Londra attaccato con i cerotti....
    credo che a tutti sara' capitato di smettere di fare qualcosa di fisico e volerlo poi riprendere, la ruggine ci vuole tempo a ripulirla e forse non va via del tutto.....
    Pero' Vi assicuro che questo e' proprio forte....il problema e' riuscire a trovare le motivazioni per stare ad allenarsi 4/5 ore al giorno dopo aver vinto olimpiadi e fatto record mondo......

    RispondiElimina
  11. In mezzo ad alcune inesattezze hai detto anche delle verità. Quindi va bene così. . . Ciao

    RispondiElimina
  12. guarda che in Italia se nasce un bambino dai piedi piatti non gli fanno neanche fare sport, pensa uno nero e pure di Guantanamo......
    vedrai che a fine anno 5/6 decimi li asciughera'....

    RispondiElimina
  13. Guarda da quello che so io il problema sono i quattrini. . .

    RispondiElimina