lunedì 17 giugno 2013

COME IN BORSA

 

L'altro giorno, mentre ero nelle Marche, ho ricevuto la piacevole telefonata di un amico con cui, capita a volte, di dividere dei bei momenti a Las Tunas.
Come me' vive di lavori stagionali, fa' il maitre sulle navi da crociera.
Lavora 6/7 mesi all'anno, per il resto, vive a Tunas.
Era in sosta a Genova e cosi' ci siamo fatti una bella chiacchierata, ovviamente con tema centrale Cuba.
Il tipo frequenta, da un annetto, una blanquita, mi diceva che la fanciulla gli ha chiesto di ristrutturare casa della famiglia, costruendo sopra un altro piano per loro.
Mi ha chiesto cosa pensavo della cosa e se...era il caso.
Come chi legge il blog sa', da tempo, io non do' mai consigli, a questo dettame mi attengo anche nella vita non virtuale.
Non deve mai succedere che qualcuno mi venga a scassare la uallera dicendomi "ma tu mi avevi detto che....".
No, al massimo io posso indicare come mi sono mosso, ma la cosa non dev'essere di riferimento per nessuno.
Ognuno ragioni con la propria testa, ogni testa, com'e' noto, e' un piccolo mondo.
Comunque, visto che si tratta di un'amico mi sono limitato a dirgli, secondo me, con quali soldi si devono, eventualmente, molto eventualmente, fare certi investimenti.
Al final gli ho detto come io mi sono mosso....
Intanto che sia un PICCOLO investimento, e poi che sia fatto a step.
Piccolo perche' se le cose non dovessero andare bene, nessuno si fa' male, a step perche' si puo', periodicamente, verificare se....ne vale la pena.
A quel punto si sceglie se fermarsi o andare avanti.
I soldi, almeno a mio modesto parere devono essere quelli che...."non servono".
Un investimento di questo tipo, a Cuba, dev'essere visto come il giocarsi il grano in borsa.
Una persona in grado di intendere e di volere non gioca in borsa i soldi che servono per la vita quotidiana, per mettere insieme pranzo e cena.
Se si ha un capitale, piccolo o grande che sia, e si decide di non tenerlo sul conto corrente, eventualmente, si puo' pensare di provare a vedere cosa succede giocandoselo in borsa.
Pero' una cosa deve essere chiara subito, visto l'alto rischio che si va' a correre.
Devono essere soldi che non servono nell'immediato, di cui si puo' anche, in quel momento fare a meno.
Bisogna essere consapevoli che li possiamo perdere in qualunque momento, per delle ragioni su cui, non abbiamo alcun controllo, che non dipendono, in alcun modo da noi.
Mettere i soldi in borsa e poi vivere, ogni giorno, col patema, e' una cosa da folli.
Se si guadagna vuol dire che ci e' andata bene ma se si perde non si devono avere rimpianti di alcun tipo.
E' un gioco, una roulette.
Se si e' pieni di dubbi o di paure allora meglio, molto meglio lasciare perdere.
Se, a Cuba, andra' bene allora potremo provare a fare qualcosa di piu', in caso contrario, nessun rimorso, nessun rimpianto.
Alla peggio si ricomincia a fare i turisti classici che, detto per inciso, non e' un brutto viaggiare.
Quindi, chiunque si appresta o pensa di investire in campo immobiliare a Cuba, tenga presente che e' come mettere i soldi in borsa.
Se non si puo', non lo si faccia, se si puo', una volta fatto non ci si giochi il fegato ogni giorno.
La vita e' gia' complicata di suo.

46 commenti:

  1. E' un ottimo consiglio quello che dai .
    Se si vuole la tranquillità dei soldi teneteveli sotto il materasso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I soldi sono fatti per essere spesi, non buttati

      Elimina
  2. EL LOCO Se poi bisogna piangere miseria meglio lasciare perdere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuba, il grande caiman, in realta' e' piena di coccodrilli...

      Elimina
  3. LUCA......TEMO DI ESSERMI PERSO UN TUO COMMENTO...DESCULPA...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo Milco. Sono d'accordo con quanto hai scritto ed anche il parallelismo con la borsa è appropriato. Ci vuole equilibrio, bisogna fare un passo alla volta e soprattutto il passo deve essere proporzionato alla propria gamba. L'emotività è la nemica peggiore per chiunque. Bisogna sapere andare per gradi.

      Elimina
  4. Resto dell'idea che qualunque scelta si faccia, non deve modificare di una piuma il livello di vita che abbiamo in Italia.

    RispondiElimina
  5. ci sono tanti motti in borsa: comprare quando gli altri vendono, comprare tutti i mesi Pac, ma io alla fine penso che nessun investimento di borsa ti da quelle emozioni come investire a cuba a parita' di importo.... comprare etf non e' costruire un Piso arriba, los lechones son mejor que comprar Apple.....
    Chissa' cosa ci troviamo in questo Paese Prossimamente emergente?..... (Il piu' tardi possibile,spero)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente la mia similitudine non tocca la sfera emozionale caro Coach

      Elimina
  6. Purtroppo il rischio nell'investimento casa riguarda che i nostri soldi servono a comprare la casa alla nostra novia,moglie cubana che,con un bella pata nel fondello e conseguente divorzio, addio casa a Cuba: è il rischio insito nel bene "regalo" alle nostre partner! Ora però con la Residenza Permanente il gioco è cambiato, lo straniero si può intestare la propietà in caso di divorzio perde il 50% mantenendo il diritto di abitazione. Udite udite vi è un caso limite: la residenza permanente per paternità! Un yuma con un figlio a Cuba può chiedere la succitata Residenza Permanente, in questo caso, l'aquisto della propietà conseguenziale è blindato da umoralità femminili. E' chiaro è un caso limite, però non infrequente! Da quello che so poi dall'entrata della nuova ley nessuna casa è stata decommisionata e sequestrata a Cuba. Francesco Franz

    RispondiElimina
  7. France' hai ragione ma pochi di noi potranno ottenerla. È una questione di quanto tempo passiamo a Cuba. Nell' ultimo anno ci ho passato 116 giorni. Non bastano.

    RispondiElimina
  8. Sono all'oscuro, chiariscimi, l'emigracion detta un tempo al di sotto del quale non ti danno la RP? All'Avana sembrano controllano solo se lo Yuma vive e risiede a casa della sposa cubana, una volta che i documenti sono a posto null'altro! Per mantenerla, la RP, devi fare capolino a Cuba ogni 2 anni. fRANZ

    RispondiElimina
  9. credo che per ottenerla devi ottemperare a dei requisiti diversi: reddito dimostrabile, esami sangue e radiografia varie e casa di riferimento....poi 5/6 mesi despues quando ce' l'hai vai dove e quando vuoi. Il lato negativo piuttosto e' Cuba pur avendo aderito, non ha ancora ratificato l'accordo per evitare la doppia tassazione e quindi se qui hai un reddito potresti rischiare la doppia tassazione..... ma tante'..... il futuro non si puo' mai sapere perche' quello che viviamo noi e' il presente....e ci sono cambiamenti sempre li che ci aspettano....bisognerebbe riuscire a girare l'angolo per sapere quello che c'e dietro.. quando tiri su la ghisa per vedere tue nuove misure, devi sempre aggiungere qualcosa al tuo personale col rischio di non riuscirci..... ma quanta adrenalina........

    RispondiElimina
  10. APPUNTO, esame sangue, radiografia toracica, visura penale ecc. Però nell'elenco non si fa riferimento alcuno al tempo da trascorrere a Cuba. Che intendi per doppia tassazione? Una volta iscritti all'Aire, si diventa italiani residenti all'estero. Il reddito prodotto in Italia è tassato in Italia. Fammi capire. Franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Usiamo la logica.
      Hanno i nostri visti d'entrata e d'uscita quindi sanno quanto tempo passiamo a Cuba, a meno di non arrivare in balsa (sarebbe un andare un filino controcorrente....) .
      La RP vuol dire che saliamo sul loro groppone dal punto di vista sanitario (ma ,volendo, anche no) , solitamente la richiede gente avanti negli anni e magari con qualche acciacco....
      perche' mai dovrebbero darla a chi ci vive 2 mesi all'anno?
      Chiaro che si chiama Residenza perche dobbiamo risiederci,qundi almeno una cospiqua parte dell'anno bisogna passarla la'.
      Fra l'altro non e' detto che si debba rinunciare alla residenza italiana, tutti quelli che conosco non lo hanno fatto, tutti.

      Elimina
    2. E' qui che ulteriormente Cuba dimostra che è l'eccezzione alla regola. In realtò la nostra RP è legata mani e piedi alla moglie ed al figlio cubano che ti permettono la RP! La planilla assolutamente non dispone limiti temporali per la richiesta di RP. Per esempio mio figlio gode di un PRE e solo tornando a vivere a Cuba e rinunciando al PRE mi consente a me papà di avere la RP. Se la moglie decide di aquisre la RE all'estero lo Yuma casado perde la RP. La RP si sostanzia nella situazione migratoria di moglie e figlio cubano. Franz

      Elimina
    3. Per Franz., Ho scoperto che contrariamente a paesi come Brasile ecc... Cuba ha preso accordi con italia per evitare la doppia tassazione, pagare in un solo paese....ma non e' ancora operativo....cerca su google e troverai...quindi potrebbero esserci dei problemi sui soldi che fai entrare di la.....(potrebbero, essendo lontano da pensione non ho approfondito, per adesso)

      Elimina
    4. Al momento delle richiesta della residenza permanente, l' unico obbligo è quello di avere una residenza precisa, nel caso si è sposati quella della moglie, per altri casi basta quella di una casa anche particolar. Il passaggio consigliato dal Inmigrazione è di tenere la residenza dove si aveva prima con A2 familiare, ma è solo un consiglio. I tempi vanno da 3 mesi a 5 mesi è vero che viene fatta un investigazione. Nessun tempo di residenza obbligatoria quando si è in attesa della residenza, si può uscire e entrare a Cuba come e quando si vuole, grazie alla nuova legge migratoria. Nel caso di matrimonio, l' investigazione riguarda che il matrimonio sia vero, non una scusa, che non ci siano vari prosineti che mangiano alle spalle dello Yuma ( siamo molto protetti in questo a Cuba). Assolutamente non si perde la cittadinanza Italiana, ma la residenza si, visto che si abita a Cuba. Per le tasse, i redditi fatti in Italia sono tassati in Italia quelli cubani a Cuba. Nessun obbligo per l' iscrizione AIRE, scelta personale questa.

      A.B

      Elimina
  11. Allora ragazzi, cerchiamo di essere precisi su questo puntop, perche' e' importante.
    Meglio sarebbe se ognuno portasse il suo bravo mattoncino.
    Parlo della concessione della RP.
    A fine marzo ero giu', stufo delle cazzate che avevo sentito dentro e fuori da Cuba, quando sono andato a fare il cambio di visa ho chiesto all'oficial; "Quanto tempo mi devo fermare in Cuba per sperare di ottenerla?"
    Risposta testuale 6 mesi, senza uscire dal paese.
    Risposta di un oficial dell'inmigration de Las Tunas.
    In piu' mi hanno detto che ,prima di darla, svolgono accurate indagini.

    RispondiElimina
  12. All'Avana all'emigracion Miramar, Palco a mia domanda mi precisarono che non vi è limite di tempo di permanenza nel alla richiesta e che controllano se il richiedente vive davvero a casa della moglie!il solito problema che l'emigraciones a Cuba hanno comportamenti non omogenii, comunque la planilla dei documenti per la richiesta nulla afferma su limiti temporali. Franz

    RispondiElimina
  13. Fra l'altro gli esami medici con 60 cuc si fanno la'..
    Io, a gennaio, ho fatto un check up completo all'ospedale di Tunas....con la visa familiar, senza residenza e senza pagare....
    Ma questa non ve la spiego...

    RispondiElimina
  14. Senza pagare.....un regalito alla dottora via....

    RispondiElimina
  15. ho 2 casi di amici miei uno di questi l'ho aiutato anche a fare le carte.
    Bene questo titolare di pensione, moglie vive qui con PRE bene arriva all'Havana con tutta la documentazione a posto, apre la cueenta con 5000 CUC certificato pensione che serve per dimostrare la redditivita' (non deve essere canalizzata per forza in banca locale)...avanza la documentazione e gli rispondono che nel suo caso dopo 4 mesi....arriva...pero' dopo aver sentito meglio la spiegazione di tutte la varianti e' costretto dalla moglie a ritirare tutto....il ragionamento e' molto chiaro: sei una famiglia, marito e moglie, chiedi la R.P. in Cuba....tua moglie perde il PRE perche' non puo' risiedere sia la che qua..... pero' gli hanno detto richiesta avanzata puoi andare anche domani.....
    L'altro amico sta percorrendo altra carretera; informazioni richieste le e le documentazioni le richiede a fine anno perche' parte dei documenti hanno validita' 3 mesi e altri max 6...quindi vanno richiesti al lato dell'invio che puo' essere fatto anche presso il loro Consolato ma se fatto a Cuba eventuali intoppi su Casa di abitazione e familiari sono di maggior Negocio......
    a me consta quindi che si puo' ma l'ottenimento e' riferito a requisiti che non comprendono la pur logica tempistica (+ di 180gg)

    RispondiElimina
  16. Se il solo vantaggio é mezza casa visto quello che in speso e potendo comunque passare 6 mesi senza uscire della residenza faccio a meno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aston interessati bene, se sei sposato la casa già ora la puoi intestare al 50%. Almeno secondo l' immigrazione di Holguin. Questo passaggio secondo la nuova legge sul immigrazione. Poi bisogna vedre come vengono percepite le norme dalla noteria, che è sempre un problema. Comunque sono sicuro di quello che ti sto dicendo.

      Comunque la R.P. serve per chi lavora a Cuba, intestarsi patenti o come nel mio caso terra, se no è inutile.

      Elimina
    2. Lo so e resta, almeno per me, il solo vantaggio tangibile

      Elimina
    3. Ma chissenefgrega della casa, ma perchè tutti vogliono sta cazzo di casa? Ma siamo proprio italiani...La mia tipa un giorno mi fa: compriamoci una casa e ci facciamo un bel negocio particular. Così ne cerchiamo una e dopo 1000 peripezie troviamo quella più abbordabile, non piccola, a 40.000 cuc già pronta. Io le faccio: amore bello, con 40.000 me ne faccio 4 di case e con i controcazzi. Un sacco di cemento tu lo compri a 150 MN, i mattoni a 5 l'uno e via dicendo, quindi non rompermi la uallera che con 8/10.000 cuc ad esagerare proprio ce la costruiamo noi. Ecco, se proprio avete la sfregola della casa che alla fine non è comunque completamente vostra buttate via solo quei 10.000 cuc, 8.000 euro e rotti, il resto godeteveli.

      Elimina
    4. Credo che dopo tanto anni di Cuba sia un ghiribizzo che molti voglio togliersi.
      Per le cifre sono d'accordo con te.
      Io, che l'ho fatta fare, con 15000 cuc ho finito i lavori, comperato un solar e una casetta la mare che, forse, mettero' a posto con pochi cuc.
      Se tutto dovesse andare a puttane, vorra' dire che ci tornero' ad andare anche io.
      Al limite ci rimetto questa cifra, anzi meno, visto che gia' per 3 mesi ci ho vissuto, risparmiando, rispetto ad una casa de renta bei soldini.
      Si potrebbero poi aggiungere quelli che NON ho speso in fanciulle durante questo anno e mezzo di lavori e quelli risprmiati non rentando lo scooter per circa 150 giorni.
      In situazioni diverse avrei comunque per queste due cose speso parecchio, anche se non sono cose direttamente riportabili alla costruzione.
      Sono comunque soldi che ho stornato per i lavori.
      Se ho fatto bene o male lo dira' solo il tempo.
      Comunque in caso di finale negativo, nessun rimpianto.

      Elimina
  17. Vantaggi: RP= sulla casa decidi tu, se avrai un figlio allora e' fatta a Cuba non ti porteranno via piu' niente, potresti quando vorrai pedir licencia cuentapropista.....viaggiare in M.N. se hai coraggio...farti conglobare un una coopertiva de algo se ti conviene....Svantaggi io per me ne vedo uno solo per adesso ma e' invalidante: mia moglie non vuole giustamente staccarsi dal PRE.....quindi non mi resta altro che R.T. ma me la faccio su misura, col tempo pero'....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si ha un figlio la prima cosa da fare e' intestargli la casa, in modo che se mandi pa' la pinga la madre quella le spetta e nulla piu'....

      Elimina
  18. Con la nuova ley migratora in vigore dal 14/1/2013 non è più richiesto il fondo di 5000, ed è cambiato tutto sul PRE che ora si chiama RE, residencia a l'exterior. La richiesta della RP porta alla rinucia del Pre o RE però ora le cubane senza RE possono permanere 2 anni all'estero prorogabili in alri 2 senza perdere i diritti a Cuba e diventare emigranti. Così è stata cancellata la figura dell'emigrante. Francesco Franz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cubana con R.E. che lavora qui potrebbe continuare a farlo rinunciando a R.E. secondo te? io non ho trovato la strada.....

      Elimina
    2. PRIMA CON IL PRE una cubana che usciva senza matrimonio e PRE aveva 11 mesi di tempo per ritornare a Cuba per non rimanere emigrante e perdere la residenza cubana. Ora può uscire da Cuba senza RE e rimanere 2 anni, alla scadenza del 2 si reca al consolato cubano dimostrando di esssere residente in Italia, esibendo quindi la C.I., e concedono altri 2 anni, che a sua volta sono prorogabili. Quindi con la nuova ley un cubano può vivere all'estero senza l'obbligo di sposarsi e senza perdere i diritti a cuba. Franz

      Elimina
  19. Fino a quando los negocios saranno da 4 palanche per me non cambia molto. Non ne vedo la necessità.

    RispondiElimina
  20. due motti dall'agricoltura che valgano anche a cuba??? (scherzo)
    1) il cavallo di 2 padroni muore di fame
    2) l'occhio del padrone ingrassa il cavallo

    RispondiElimina
  21. E' simpatico vedere come si cerca di conciliare il fatto che i vari "ufficiali" abbiano detto cose contrastanti.

    Nel campo mi è successo addirittura con una notaria. Normalmente è questo quello che accade, anche per fare un certificato della cippa:
    - guardi, per fare questo deve portare questo e quest'altro.
    - Ok
    torni coi documenti
    - ma scusi, chi cazzo le ha detto di fare questi documenti?
    - la sua collega che c'era ieri!
    - impossibile, torni coi documenti giusti.
    torni coi documenti
    (ripeti)

    RispondiElimina
  22. Caro Carlito questa e' Cuba.
    A me hanno detto 6 mesi, ad altri, in altre provincia no, e parlo di pubblici ufficiali non Cicillo u' pizzettaro...

    RispondiElimina
  23. Gli uffuciali dell'emigracion de provincia non sono sempre aggiornatissimi. Comunque 6 mesi fa ancora valeva la vecchia legge la nuova funziona da metà gennaio. Franz

    RispondiElimina
  24. allora per uno come me che non ha una rendita come una pensione,non mi daranno la residenza permanente,neanche se sono sposato con 2 bimbi,voi che dite?

    RispondiElimina
  25. Il fatto della rendita è relativa. Franz

    RispondiElimina
  26. Credo che con una rendita,un fondo, qualcosa di dimostrabile non dovresti avere problemi

    RispondiElimina
  27. Ho chiesto a riguardo all'emigracion: l'importante è la fedina penale e che si viva a casa della moglie e del figlio. La dimostrazione della rendita era importante prima. Franz

    RispondiElimina
  28. io un dubbio ce l'ho, se qualcuno puo' chiarirlo sarei molto grato.
    casado con Cubana, in possesso di lavoro in italia che vorrebbe mantenere quando chiede la R.P....all'eventuale ottenimento, cosa succede in Italia? cioe' ci sono comunicazioni tra Cuba e Italia che vanno a modificare le condizioni ufficiaali di qui? o si manterrebbe la residenza?

    RispondiElimina
  29. Chi conosco io mantiene entrambe.

    RispondiElimina
  30. Caspita! riassumendo tutto quello che ho letto quindi nel mio caso:
    io potrei richiedere la R.P. senza che mi cambi niente qui, se ottenuta R.P. comprare cointestato la e mia moglie potrebbe vivere qui e anche tenersi il lavoro senza bisogno di PRE, tanto in 11 anni ci e' tornata 15 volte, non avra' certo problemi ritornare entro 24 mesi.....
    Risulterebbe in pratica una specie di agevolazione per le coppie miste...attraverso la quale lo stato importa valuta pregiata...
    mi sono perso qualcosa o e' proprio cosi?

    RispondiElimina
  31. E' chiaro, comunque i 24 mesi sono prorogabili sempre, i cubani possono vivere all'estero senza tornare a Cuba e senza perdere i diritti di residenza, sembra però che dopo i primi 2 anni dal 3 si pagano i maledetti 40 euro mensili al consolato cubano! Qualche orrore l'hanno lasciato. Franz

    RispondiElimina