venerdì 7 giugno 2013

DIFFERENZE DI ETA'



 

Come sapete, o se non lo sapete ve lo dice il vostro scrivano, in buona parte degli hotel cubani, se fra lo yuma e la cubanita, ci sono molti anni di differenza….non ci si entra.

La cosa e’ molto “cubana” in alcuni non ci entri mentre in altri, pochi, non ci sono problemi.

La cosa, pare, sia nata dalle lamentele dei turisti canadesi, con famiglia al seguito, scandalizzati, pare, dal vedere gente in giro col catetere in compagnia di procaci e di$ponibili fanciulle.

In linea generale, questo tipo di coppie non e’ mai ben visto a Cuba, sia dalla gente, che all’inmigration.

Non voglio entrare nel merito di discorsi che si fanno da anni.

Non sta’ a me dire se uno scambio in cui uno ci mette del denaro e l’altra la gioventu’ sia moralmente accettabile.

Personalmente ho sempre pensato che una coppia, per non avere problemi di alcun tipo, deve essere “credibile”.

Ovviamente le differenze sociali ed economiche la fanno da padrone ma…c’e’ modo e modo, situazione e situazione.

Fra me e mia moglie ballano 20 anni, lei porta discretamente la sua eta’, io dimostro qualche anno in meno.

Nessuno ci ha mai rotto i coglioni, ma non e’ accaduto neanche prima quando con la Favola gli anni di differenza erano di piu’.

Ovviamente nessuno fa’ 9000 km per cercare una coetanea, c’e’ tanta gente, brava gente, che cerca, spesso sbagliando, una persona con cui ricominciare una vita, iniziare una nuova strada.

Magari persone che qua’ hanno concluso un percorso, hanno voglia di iniziarne uno da quel lato del bloqueo.

L’importante e’ non cader in quel grande tranello che, le nostre emozioni, spesso non riescono a farci evitare.

Scambiare le necessita’, la voglia di migliorare la qualita’ della vita, l’opportunita’ da cogliere…con l’amore o qualcosa che gli assomigli.

Io forse sono un po’ troppo terra terra, da buon capricorno piemontese, ma a certi colpi di fulmine non ho mai creduto.

Come ho detto altre volte, l’amore se nasce…bene, altrimenti e’ sufficiente il rispetto e la voglia di condividere qualcosa.

Pensare che una fanciulla di 20 anni venga folgorata sulla via di Damasco dalla nostra avvenenza e’ cosa che puo portare ad infelicita’ assortite e per nulla augurabili.

A Cuba ho visto e vedo cose che voi umani non potete neanche immaginare, ricordatevi che la mia Cuba non e’ piu’ quella della maggior parte di voi, quella turistica.

Quando ti porti ai margini di certi meccanismi tutto appare nella sua giusta luce.

Con questo non voglio dire che sempre tutto andra’ male, semplicemente con una ventenne ci si puo’ e ci si deve divertire ma…morta li’.

Se si vuole pensare di fare qualcosa di piu’ impegnativo occorre farlo con una donna, una che ha vissuto e che sa’ che da noi il grano non cresce sui pioppi, che e’ consapevole che tutto non deve essere dovuto per diritto divino.

La carne giovane, dicevo ieri, piace a tutti, non raccontiamoci cazzate.

Semplicemente l’esperienza dovrebbe farci capire quando, dietro a quella carne, non c’e’ altro che vale la pena di valorizzare.

Certo bisognerebbe avere esperienze di donne a prescindere da Cuba, ma questo e’ un discorso lungo e che ci porterebbe lontano.

Per oggi va’ bene cosi’.

12 commenti:

  1. Bisogna considerare anche che la mancanza di una stabile figura paterna nell'infanzia porta las chicas ad un naturale transfert nostalgico verso lo straniero novio/padre. L'anagrafe è relativa a Cuba e en todo el Caribe. Le difficoltà materiali, spacie nelle mulatte, incidono sull'aspetto, le trentenni a Cuba decadono a Temba anche nell'apetto! FReQUENTARE LA gioventù mantiene giovani, l'importante è evitare d'idealizzare le cubane come se stessimo davanti ad una connazionale. Però IL CORAZON NO SE MANDA!Francesco Franz

    RispondiElimina
  2. Vero, a volte, anzi quasi sempre tocca pure fargli da padre.
    Per fortuna la famiglia di mia moglie vive ancora unita, oddio il padre un po' di danni in giro li ha fatti...ma non se ne e' mai andato.
    Pero' il piccolo non ha un padre, e non ho intenzione di diventarlo io....per la precisione.
    Non tutte le trentenni...credimi...

    RispondiElimina
  3. cuba cuba
    piena di italiani che qui nn hanno molta esperienza di donne ne conosco alcuni que la prima la hanno trovata a cuba immaginatevi i danni collaterali ma questi sfigati connazionali li capisco come capisco gli over 65 a caccia di fanciulle no novie ne mogli parliamo di divertimento okkk per il resto quello che no capisco sono i 60 enni italiani con ragazza da 20 0 24 anni che ci fanno i figli è ne vedo molti in giro questi si non li capirò mai come non capirò mai chi va in disco o si carica le jine pensando di farci una relazione seria per il resto cuba con le dovute attenzioni per un uomo con una discreta esperienza in campo femminile è come tutti gli altri posti del mondo... le donne sono tutte uguali come necessità ce poco da fare in tutti i posti ovviamente parliamo di gente comune nn di jine e roba variaaaa poi per il resto ci sta tutto ed ognuno se la vive come vuole ma ricordate sempre che come tutti i paesi economicamente depressi la dif. economica influisce monto sui rapporti anche se ti trovi una 5 anni meno o coetanea sempre meglio camminare con le spalle al muro... anche avendo una relazione stabile con una persona comune ci sono sempre delle sfumature differenti date da questo ed inutile negarlo è come dire che nel mare nn ci sono i pesci.. comunque concludendo in quel di cuba non è semplicissimo trovare una persona di cui fidarsi al 90 percento se si sta con una cubana per forza di cose si accettano dei compromessi anche taciti ( come qualche aiuto alla famiglia di lei ecc cose normali visto la dif economica qualche salvagente tutti in alcune situazione lo abbiamo tirato nn è frequente ma capita) ma può capitarvi anche in italia o sbaglio . ciao buon pom.

    RispondiElimina
  4. Guarda mi sento di condividere in pieno le tue considerazioni piene di buon senso.

    RispondiElimina
  5. Temo che qualcuno faccia figli a 65 anni per lo stesso motivo per cui costruisce una casa a Cuba. Pur di farle contente farebbero di tutto. Resta il fatto che per quanto uno possa fare non esistono garanzie.

    RispondiElimina
  6. Per me fare figli a quell'età è da irresponsabili.Punto

    RispondiElimina
  7. Tantissime cose sono da irresponsabili quando non ci sono le condizioni. Poi certamente non possiamo mettere sullo stesso piano una casa con un essere umano. Diciamo che, a fatto compiuto, male per male, molto meglio un vecchio padre italiano che ti fa andare in giro con delle scarpe buone che un giovane cubano che non si ricorda nemmeno di avere un figlio. Riguardo all'affetto, un anziano lo può anche dare. Meglio il breve ed intenso del nulla assoluto. Un anziano lascerà probabilmente questo Mondo molto prima ma lascerà anche una bella casa e probabilmente anche la reversibilità e parte dei suoi averi. Male per male, davvero meglio un padre che è stato buono e generoso fin quando ha potuto. Uno che non si cura di un figlio credo faccia più male saperlo vivo che morto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottoscrivo in pieno! la paternità ha una valenza affettiva che prescinde dall'anagrafe.Tanto di capello a tutti iconnazionali sopra gli anta che tengono e mantengono famiglie con figli a Cuba. Quante ragazze a Cuba sono costrette a yinetiar per mantenere un figlio abbandonato dal padre cubano? Francesco Franz

      Elimina
    2. Resto dell' idea che dopo una certa età fare figli sia da folli. Poi ogni testa è un piccolo mondo.

      Elimina
  8. Luca ovvio che se l'alternativa è un chulo allora va bene tutto

    RispondiElimina
  9. Chiaro chiaro. Per quello avevo messo la frase "a fatto compiuto".

    RispondiElimina