lunedì 10 giugno 2013

LA CRUDA VERITA'



 

Uno dei piu' bei complimenti che, spesso, mi fate via commento, mail, telefono o facebook, e' quello in cui mi dite che, finalmente, avete trovato qualcuno che racconta le cose, di Cuba, esattamente come stanno.
Senza tutte le cazzate che vi tocca leggere in giro.
E' un complimento che accetto di buon grado, anche se e' la sola condizione per cui un blog, o meglio per cui il MIO blog, possa esistere.
Se dovessi ridurmi alle bambinate scritte da qualche semianalfabeta su forum arrancanti o in blog disabitati allora...sarebbe meglio chiudere baracca.
Scrivo questo perche' vi voglio raccontare un aneddoto di qualche giorno fa', che porta ad una conclusione che, chi mi conosce personalmente, avra' gia' intuito.
Allo stesso modo l'avra' capita chi legge, da tanto tempo, i miei, non sempre memorabili, scritti.
L'altra sera, dopo la partita dei Villans, ero a cena con gli amici di sempre, quelli con cui condivido oramai quasi 40 anni di strada in comune, quelli che c'erano, ci sono e ci saranno in ogni momento.
Privilegio di pochi, credetemi.
Loro, conoscendomi da una vita, ancora devono credere che mi sono sposato, malgrado l'esibizione da parte mia di tanto di certificato di matrimonio.
L'altra sera dopo fiumi di una misteriosa Bonarda dei colli piacentini, e a meta' di una bottiglia di genepy valdostano, mi hanno chiesto le motivazioni del matrimonio.
Questo dopo avermi visto, come sempre, fare il pirla con una bella cameriera rubia......
Ho spiegato loro le ragioni obiettive e reali e i vantaggi che il matrimonio cubano mi permetteva di avere.
6 mesi di visa e la possibilita' di vivere in casa propria, fra le altre cose.
Qualche fenomeno potra' obiettare che, a volte, la visa familiar viene data anche a non sposati, questo a "discrezione" del funzionario dell'inmigration.
Come dire che la qualita' della mia vacation dipende dal come un cazzo di funzionario si alza quella mattina.......
Quindi, dopo aver dato loro le giuste spiegazioni, uno degli amici mi ha chiesto a bruciapelo e con la confidenza di chi ti conosce come te stesso; "Ma se non avessi avuto questi vantaggi ti saresti ugualmente sposato?".
La risposta e' uscita da sola senza che neanche me ne accorgessi.
NO!
In questi giorni ho ripensato alla cosa, in effetti la situazione, se voglio essere sincero con me stesso fino in fondo, e' proprio cosi'.
Chiarisco subito che al Feldmaresciallo voglio bene, ma gliene volevo anche nei 12 anni di conoscenza precedenti, eppure di sposarla non ci avevo mai pensato...
E' sveglia, in gamba, tosta, furba come una faina ma e' anche mille miglia lontana dal mio ideale femminile, ideale per altro ben noto.
Senza tutti quei vantaggi e le opportunita' che si stanno aprendo, lei avrebbe continuato ad essere la cara, buona amica che e' sempre stata.
Dico questo col massimo rispetto.
Anche oggi...si…. la chiamo una volta alla settimana, le mando 3/4 messaggi ogni 7 giorni ma...morta li'.
Per quasi 6 mesi non ci si vedra', io faro' la mia vita e lei la sua.....francamente sul cosa puo' succedere non me ne frega un cazzo, ma veramente, un cazzo di niente.
Quello che conta e' che lei stia bene, la casa sia cuidada e i cani trattati come voglio io, per il resto.....chi se ne frega?
Fra l'altro la situazione va' benissimo anche a lei.
Viveva, a 30 anni, coi suoi e con un figlio sul groppone, ora vive in una bella casa, 200 cuc al mese da spendere, una casa al mare e un solar dove nascera' qualcosa.
Direi che male non le e' andata.
Quindi perche' mettere di mezzo l'amore quando le cose, in tutta verita' si chiamano in un altra maniera?
La realta’ attuale conviene a tutti e due, perche' io devo cambiare una situazione per me vantaggiosa e lei rinunciare alla gallina dalle uova d'oro?
L'amore, a questa altura, lo lascio ai poeti e a chi, come il mio amico Paolino, ha trovato l'altra meta' della mela.
Perche', una volta a Cuba, per fare la vita che voglio, devo muovermi  col passo del giaguaro?
Credo che, una volta salvaguardato il discorso sul "rispetto reciproco" alla cubana, tutto il resto sia....area verde e territorio da esplorare.
Trasformare una cosa, figlia di un sentimento che non c'e', in un rispettabilissimo negocio utile a tutti e due, nella Cuba attuale, e' poi una cosa tanto esecrabile, amici miei?
Cuba, per permettermi certe situazioni, mi ha imposto un matrimonio, ma non puo’ chiedermi anche di crederci….
Come tutto cio’ sia compatibile con la mia mezza idea di un figlio, resta uno degli insondabili misteri dell’animo umano.
D’altro canto se ho fatto l’Isef e non ingegneria nucleare qualche ragione doveva esserci….

25 commenti:

  1. Pane al pane e vino al vino.
    La vita non è una fiaba ed anche chi pensa di vivere sulla nuvola , giocoforza , prima o poi deve scendere....
    Rispetto per il Paolino ma anche per chi è realista

    RispondiElimina
  2. Ognuno conosce le proprie motivazioni.
    L'amore dopo un po', anche quando c'e',lascia il posto ad altro.
    Conosco decine di coppie miste sposate sia qua' che la' e l'amore mi pare che non sia stata la priorita' per nessuno.
    Poi...ogni testa e' un piccolo mondo ed ognuno e' libero di credere a quello che vuole.

    RispondiElimina
  3. Bisogna rassegnarsi che la fedeltà per un straniero casado e che vive lungamente a Cuba è un'arte da fachiri! IL bombardamento sensoriale facendo vita sociale e circolando in auto non ha pari nel globo terraqueo: troppa superfica a disposizione! Prolungati periodi di permanenza testano pazienza e tolleranza della nostra partner convivente cubana! Nessuno è santo! Magari quindi una relazione basata su comuni obiettivi d'utilità reciproca, chiudendo un occhio o ambedue su un pò di assenze e libertà , potrebbe funzionare, dipende dall'elasticità e comprensione reciproca. E' una questione anche di querer. Dove c'è gusto non c'è perdenza! Sulla visa familiar, oltre 10 anni fa rilasciavano visa familiar con l'appoggio e ospitalità di una famiglia amica, ma sono anni che almeno all'Avana e Santiago non le rilasciano. Magari rinnovano quelle rilasciate illo tempore. Per ottenere una visa familiar di 6 mesi bisogna o sposarsi o avere un figlio. In ambedue i casi condicio sine qua non per il rilascio della visa è ovviamamente l'iscrizione della visa nella residenza della moglie o del figlio! Saludos Francesco Franz

    RispondiElimina
  4. Io so solo che il 95% degli italiani sposati che vivono a Cuba potendo fare la stessa vita tornerebbero single in 5 minuti

    RispondiElimina
  5. Purtoppo il sesso è un istinto non sopprimibile, io personalmente non posso fare a meno del mio piccolo harem, pur mantenendo una relazione con la mujer que quiero! Un pò d'esperienza e di anni a Cuba portano a chiedermi se esiste un maschio cubano, di qualsiasi età,colore, censo che non abbia minimo 2 querida fuori dalla relazione con la mogle o novia fissa: mai visto! Cuba è una repubblica socialista basata sul sesso! Francesco Franz

    RispondiElimina
  6. Sposato o meno per me questo fattore cambia poco

    RispondiElimina
  7. Hai parlato chiaro dall'inizio. Lei ha accettato ed entrambi avete ottenuto dei considerevoli vantaggi. Anche a me piacciono le favole. Chi più chi meno, piacciono un po' a tutti. Nel mentre non credo sia affatto un male cercare di migliorare la propria vita e quella degli altri.

    RispondiElimina
  8. A dire al vero la favola era la precedente . . ahahah

    RispondiElimina
  9. Occorre anche pensare che esistono copie che credono nel matrimonio come un progetto comune ed occasione di crescita per entrambi e di vedere la famiglia come la cosa piu' bella che la vita ci offre pur con tutte le preoccupazioni e sofferenze che si incontrano lungo il cammino.

    RispondiElimina
  10. Sono davvero felice per queste persone. Mi la vita non sempre funziona così

    RispondiElimina
  11. Luis devi ammettere che creare una famiglia come tu dici, che sarebbe l'ideale, con gli attuali chari di luna a Cuba è molto difficile. la juventud no tiene un centao, una casa per una nuova famiglia è un miraggio, i giovani ,senza speranza per il futuro,pensano solo ad uscire dal paese e quando si può tomaderas y diversiones. Francesco Franz

    RispondiElimina
  12. Luis devi ammettere che creare una famiglia come tu dici, che sarebbe l'ideale, con gli attuali chari di luna a Cuba è molto difficile. la juventud no tiene un centao, una casa per una nuova famiglia è un miraggio, i giovani ,senza speranza per il futuro,pensano solo ad uscire dal paese e quando si può tomaderas y diversiones. Francesco Franz

    RispondiElimina
  13. Qualche giorno fa' ho portato l'incremento dei divorzi in Italia. Non è solo un problema di Cuba. Per questo la chiarezza non guasta mai

    RispondiElimina
  14. Ma se non provi non lo potrai mai sapere. Non bisogna partire da preconcetti che finiscono per porti delle barriere che ti impediscono di crescere come persona. Logicamente devi partire da una base iniziale di convinzione, come credere nella famiglia, nei suoi principi, nell'amore (che non è solo ed esclusivamente quello che accende un desiderio sessuale). Diversamente è meglio rimanere singoli senza pensare alla prole, si tratta di una libera e consapevole scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro. Luis parole perfette. . . in un mondo ideale. . .

      Elimina
  15. Però a Cuba gente giovane che ha a disposizione una casa indipendete per metter sù famiglia è un miracolo trovarla! Se Cuba ha il più basso tasso di natalità negli ultimi 40 anni in America latina è propio per le carenze di allogi e materiali in genere! Per arrivare al divorzio bisogna prima sposarsi. Non è il matrimonio o fare famiglia al centro dei pensieri della gioventù cubana. Francesco Franz

    RispondiElimina
  16. Anche perché una famiglia costa e noi lo sappiamo bene.

    RispondiElimina
  17. (Chan Chan). Anche se non sono d'accordo al cento per cento e al di là di come uno la pensa, mi sento di dire solo una cosa: complimenti per la sincerità e per la schiettezza dimostrate, non è da tutti essere così sinceri, soprattutto nei confronti di se stessi.

    RispondiElimina
  18. Amico mio chi non è sincero con se stesso nella vita potrà ambire solo a posizioni di retrovia. Tante opinioni diverse tutte espresse con intelligenza ed educazione. Complimenti a tutti

    RispondiElimina
  19. D’altro canto se ho fatto l’Isef e non ingegneria nucleare qualche ragione doveva esserci….

    Cazzo Milco devo dire che in fondo mi piaci. Nonostante ci siano, tra le cose vere che dici, un certo tot di cazzate (ma solo secondo me, certo), devo dire che tu sei veramente onesto. E non ti dai eccessiva importanza se arrivi al punto da scriverle queste cose. Guarda che dico sul serio e non ti sto sfottendo. Tu sei fatto a modo tuo e vivi la vita di conseguenza, pensa a tutti quelli che invece la vivono secondo il condizionamento degli altri. Una sola cosa ti dico, non fare figli tanto per farne. Loro hanno bisogno di amore e presenza, non esserne convinti di farli accettandone tutte le responsabilità non sarebbe una cosa giusta.

    RispondiElimina
  20. Mah . . .se alla fime tanti amici passano di qua' ogni giorno vuol dire che qualcosa di intrigante lo trovano. Per il resto se tanti degli sfigati che frequentano Cuba fossero un po' più sinceri invece di raccontare facili vittorie o postare foto di sventurate la nostra isola sarebbe un posto migliore

    RispondiElimina
  21. Its not my first time to pay a visit this web site, i am browsing this
    site dailly and take nice data from here all the time.


    Also visit my web blog particuliere vakantiehuizen

    RispondiElimina
  22. Welcome from this island in the sun.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Userà il traduttore automatico :D

      Elimina
  23. Mi piaci veramente porti le corna con molta disinvoltura chapeau.
    ciao

    RispondiElimina