martedì 18 giugno 2013

PAGANO TUTTI

 

L'altro giorno, si parlava del fatto di mettere mano al borsillo, a seguito della frequentazione di disponibili fanciulle.
Accennavo anche al fatto che, quest' usanza non e' certo una prerogativa unicamente delle fanciulle della maggiore delle Antille.
Le donne, dicevamo, costano a tutte le latitudini e longitudini di questo sistema solare.
Sospetto che se, nella galassia, ci fossero altre forme di vita, anche li', questa usanza diventerebbe di moda.
Parlavo anche dei costi per portare fuori un'italiana la prima sera e del fatto che, da nessuna parte sia scritto, che il finale sia adeguato alle aspettative e...all'investimento.
Ricordiamoci pero' una cosa; quest'usanza, a Cuba, non tocca solo a noi.
Noi con la cara blanca e il passaporto amaranto
I cubani, esattamente come noi, mettono la loro brava mano al borsillo e fanno, piu' o meno volentieri, il loro dovere.
Magari l'entita' della donazione e' differente, il borsillo di dimensioni piu' piccole, ma comunque le cose funzionano in questo modo anche per loro.
Una fanciulla, tempo fa', mi diceva; "voi stranieri non siete piu' la sola opzione, qua' ci sono jefes de empresa, amministratori, gente che lavora, ad un certo livello, per il governo che paga tranquillamente senza nessun problema.
Gente con classe casa, carro e motor, con la possibilita' di accedere in complessi turistici a loro dedicati senza pagare nulla, e che non se ne va' col primo aereo, ma resta qua'".
Tutto vero.
Come in ogni paese del mondo, chi ha fatto un po' di grano, ne sputtana una parte con la gnocca.
Gnocca giovane solitamente, spesso di un eta' che per noi e' meglio...lasciare perdere.
La cosa pero' non riguarda solo i danarosi ma anche il cubano normale.
Prima di andare a vivere in un barrio popoloso pensavo, anche in base di cio' che vedevo e dei loro racconti, che soltanto i chulitos del parqure pagassero.
In fondo, commerciando con noi, si ritrovavano con piu' denaro della gente in comune in saccoccia, e questo le fanciulle lo sapevano bene.
Vivendo dove vivo ho imparato che....pagano tutti.
Il tizio che mi abita di fronte, amministra una panaderia alle porte della citta', sposato con 3 figli, vivono tutti insieme.
Mi raccontava che con 5 cuc si prende una fanciulla e va' in uno di questi resort a loro destinati, passandoci qualche ora.
Se puo' investire 10 cuc, ci passa tutta la notte, con una bottiglia di ron da 50 pesos, il resto e' per la fanciulla.
Ci sono poi altre forme di pagamento; la gallina, il lavoretto da fare in casa della donna, qualcosa che serve e non si trova ecc...
Nessuna la da' gratis, al final qualcosa in giberna devono sempre riuscire a metterlo.
Le stesse jine che frequentano noi non disdegnano, nei periodi di magra, di arrotondare col cubano di turno a patto che qualcosa nel borsillo arrivi.
Cambiano le cifre ed anche alcuni modus operandi ma il risultato finale e' sempre lo stesso.
La cosa, un po', mi consola

30 commenti:

  1. E' tutto vero, chi meno e chi più sempre si mette la mano al portafoglio, però anche le cubane ogni tanto s'innamorano.....Franz

    RispondiElimina
  2. Anche a Cuba il finale non è affatto scontato. Di cubane che prima scroccano la cena e poi te lo cacciano nel saluto si possono scrivere libri. Anche io potrei partecipare :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non e' mai successo, forse ho avuto culo...

      Elimina
    2. La cena, solitamente, mi serve per capire se nel cuarto poi mi tocca andare a pisciare col portafoglio sotto l'ascella...

      Elimina
    3. Il contesto infatti era differente. Non è che questa ha mangiato e poi ha preso su e se ne è andata. Era una uscita in gruppo. Avevo trovato un bel bacino e se trovi qualcosa di differente devi muoverti in maniera differente. Era solo per dire che in una maniera o in un'altra paghi sempre. Ma secondo me è molto meglio spendere 10 cuc per poi raccogliere qualche giorno dopo che spenderne 100 per una del Capri che magari ti fa passar la voglia. Ma pensare che non chiedano... Passi l'ingenuità della poca conoscenza di Cuba (basta che passi in fretta...), però altri davvero vivono sulle nuvole.

      Elimina
    4. Tutto condivisibile anche se a certa gente andrebbe tolto il passaporto

      Elimina
    5. Un mio amico, frequentatore di Cuba, dice: "Prima le xxxxx e poi le porti a mangiare". Sebbene per alcuni questa cosa possa sembrare un po' spietata, per non dire peggio, soprattutto per coloro che non so mai stati a Cuba o che la conoscono poco, direi che sia una cosa quanto mai appropriata nei confronti di molte soggette. Le cubane possono essere infantili in certi atteggiamenti ma quando si tratta di fare i loro interessi sanno essere furbe. Cuba come persona mi ha sicuramente peggiorato e per questo vanno ringraziate le cubane e tutto il contesto che le ha portate ad essere così. Se non vuoi farti prendere per il culo devi per forza prevenire certe situazioni. Non dico che si debba sempre tenere una allerta da codice rosso ma almeno è importante essere consapevoli di come stanno le cose e delle conseguenze che ne possono derivare.

      Elimina
    6. Per me non funziona.
      Se non mi sono divertito, e capita, manca poi solo che debba anche portarla a mangiare....
      Non per i soldi, magari non la reggo proprio.

      Elimina
    7. Anche con le mignottone il feeleng è tutto! Dove c'è gusto non c'è perdenza. Franz

      Elimina
  3. Quando s'innamorano giù a dar legnate....Franz

    RispondiElimina
  4. Mio nonno buonanima diceva che : ..quando si porta la vacca al TORO è la vacca che paga e non il TORO !!
    ...ma lui era di un'altra epoca ... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Cuba bisogna capire se siamo vacca o Toro.
      Altro detto, restando in tema, e' che e' "meglio comperare il latte che mantenere la vacca...."

      Elimina
  5. ciao
    a cuba come in qualsiasi altra parte dell'emisfero uscire con un a fanciulla significa spendere soldini se no le possibilità di andare in bianco si moltiplicano
    diciamo che per un cubano ad differenza di un italiano in italia la percentuale di andare in bianco è molto più bassa-
    Poi se per esempio parliamo di alcuni campi come università medicina ecc.. beati gli jefe se la spassano le cubana la danno per un trasferimento per un favore a go go peccato che sono sposato con la sorella del capo ma vi assicuro che mio cognato ne ha 10 al giorno agratis beato lui... ma a suo modo anche lui paga con favori trasferimenti ass ecc... ma a cubita comunque come in altri paesi simili è molto più facile che qui per un uomo del luogo con una posizione . qui devi faticare è spendere molto di più ed nn sempre ottieni quello che vuoi... poi se parliamo di rapporti prof all'avana per i cubani e per i fortunati introdotti ci sono quelle max 5 cuc que per un turista sarebbero 30 o 40 vedi le dif o una paio di birre o una cena ce di tutto .... la cosa più allucinante sono quelle tutto x 1 dollaro che i cubani rimorchiano sulla strada habana - guanabo che come dal nome fanno di tutto per un 1 cuc ma per la maggior parte nn le guardeste neanche con il binocolo ma x un cubano medio sono belle buone e barate jajajaj... ciao a presto el siculo

    RispondiElimina
  6. dato che a volte nella lingua spagnola rispetto all'italiano maschile e femminile si invertono.....io direi che dato che ci si fa mungere si e' piu simili ad una mucca noi.........

    RispondiElimina
  7. Va bene 1/5 cuc ma ricordiamoci che per la maggior parte dei cubani tutto ciò che è in uno stato di vita apparente è trombabile. Una col culo che fa provincia e rica. Per me è una culona e basta

    RispondiElimina
  8. pure per me, se e' un mappamondo e fatto per girarci attorno...
    Sensillo es mejor....

    RispondiElimina
  9. Cerco di spiegare meglio alcuni concetti. Bisogna sempre distinguere caso per caso, persona per persona, situazione per situazione. Per questo motivo non possono essere trattate tutte allo stesso modo. Personalmente direi che non devono essere trattate tutte allo stesso modo. All'interno dei casi specifici poi c'è da tenere a mente una realtà genericamente evidente che ci vede noi andare là per divertici e loro in nostra attesa col fine di migliorare la loro vita. Quando si rientra nella casistica generale è evidente che è bene stare attenti perché altrimenti una vacanza può trasformarsi in un problema che non termina nemmeno quando si fa ritorno a casa. Poi io sono sempre dell'idea che uno trova quel che cerca. Ci avvicinano diversi tipi di persone, in situazioni e luoghi differenti l'uno dall'altro. Sta a noi continuare oppure o no una conoscenza. I dati di fatto dicono questo. Ognuno è la causa delle proprie sorti, in Italia, a Cuba, ovunque. Mi ritengo molto più vittima che carnefice. Questo non mi fa onore ma non credo che me lo farebbe nemmeno a parti invertite. Una bella figa è una bella figa, ovunque. Un uomo, indipendentemente dall'aspetto fisico, può essere qualche gradino sopra tanti altri fino ad essere anche un vero e proprio cavallo di razza. Detto questo mi pare evidente che Cuba non sia il luogo migliore per dimostrarlo agli altri, tanto meno a sé stessi.

    RispondiElimina
  10. Si Luca pero' qua' si parlava sostanzialmente di loro e del fatto che, in certi contesti...devono comportarsi come noi.
    Per il resto noi avviciniamo e ci relazioniamo con chi ci meritiamo, nulla di piu'.

    RispondiElimina
  11. Si si, sono andato un po' fuori tema.

    RispondiElimina
  12. Io sono pienamente d'accordo con Milco ,alla fine a Cuba fatta la cena e il disco si tromba sempre, a meno che si È incappati in una stronza che personalmente non mi è mai capitato, qua da noi,sii investe col rischio di andare in bianco,io sono un tipo pratico e non mi piacciono quelle con la puzza sotto il naso vadano a f......o gli ipocriti , che non conoscono la isla e pensano che si va la solo per fottere ,l umanità delle Cubane no la cambio con le italiche,basta cercare le tranquille e il borsillo non resta vacio anzi a me capita che mi diano le dritte per risparmiare,si perché anche loro si innamorano no dubitate.

    RispondiElimina
  13. Se non si innamorano e' meglio, meno possibilita' che parta loro la brocca.

    RispondiElimina
  14. bisognerebbe in sostanza non farsi prendere dall'euforia e riuscire a stare nei propri limiti; mi rendo conto pero' che se per anni, e a volte sono tantissimi si e' solo immaginata, quando arriva ed e' pure disponibile si pensa subito di essere diventati all'improvviso superfighi,e qualcuno va fuori di brocca.....questi e' giusto che tornino alleggeriti... Quando gli gnu attraversano il fiume in africa dove ci sono i coccodrilli....sono i primi che vengono sbranati dai coccodrilli, perche' amano farsi vedere davanti(i piu' fighi) mentre la mandria attraversa magari a 20 metri di distanza... ecco quando sono all'estero cerco di stare in campana almeno fino a che conosco bene la savana.....ma ci vuole tanto tempo...(sono andato forse troppo lungo)

    RispondiElimina
  15. Guarda io lascio che tutti parlino e vado per la mia strada. Se andrà male al final ci avrò. lasciato gli spiccioli.

    RispondiElimina
  16. io penso che quando un rapporto va male ci si lascia molto di piu' qua..... ed inoltre secondo me quando hai costruito qualcosa la', non finisce mai del tutto o cmq quello che hai imparato nel percorso ti permettera' di partire poi qualche fila avanti nella griglia per te che ami la corsa.......e' come passare dalle non competitive alle mezze maratone...in fondo sono sempre alla domenica ma le prime hanno la partenza libera...vuoi mettere le seconde.....inno, pubblico..rilevatore alla scarpa e via con lo sparo....tutta altra adrenalina.....sissignore, l'altro lato del bloqueo, please!

    RispondiElimina
  17. Pronti sempre a ripartire con più esperienza

    RispondiElimina
  18. esatto! come nella maratona, mai decidere all'arrivo.....si aspettano 2 o 3 giorni e dopo passata la delusione e gli acciacchi...si decide sempre di continuare....

    RispondiElimina