mercoledì 26 giugno 2013

PISCINA

 

Ieri si parlava della desuetudine delle cubane alla playa e di come, ci accompagnino piu' per compiacerci che per vero desiderio di mettere i piedi a bagno nell'acqua salata.
La piscina e' tutto un' altro discorso.
Eppure sono presenti i 3 stessi elementi; acqua, sole e cibo che rendono, a volte, problematico il viaggio verso la costa.
Pero' no es lo mismo.
L'acqua non e' "aperta".
Come accade a chiunque non sappia nuotare, l'orizzonte infinito crea problemi, mentre in piscina si resta dove si tocca, senza onde, sabbia cedevole e indesiderati pesciolini che ti girano intorno ai piedi.
Il sole e' lo stesso, ma nelle piscine ci sono quelle belle tettoie che riparano.
Noi amanti del sole, mettiamo lo sdraio al condine fra sole ed ombra mentre loro, con il relativo lettino, si piazzano al di la' della linea di confine fra le due situazioni climatiche.
In questo modo si riesce a stare comunque vicini, cosa che al mare non e' sempre fattibile a causa di differenti situazioni logistiche.
Altro fattore positivo e' il cibo.
Un pollo fritto e del congri' a Cuba non si negano a nessuno, sicuramente il ristorante della piscina e' provvisto di questo articolo.
Nessun mariscos viscido e indigesto..... 
C'e la musica a livelli altissimi a deliziare i timpani.
Andare in piscina e' poi un evento sociale, le cubanite possono pavoneggiarsi facendosi vedere accanto allo yuma di turno e al suo capiente borsillo.
Al mare chi le vede?
Come possono especular?
In piu' la piscina e', solitamente, all'interno della citta', quindi si creano tutta una serie di fenomeni aggregativi interessanti.
Se la fanciulla in questione ha un figlio, od un paio, o tre, volete non fa passare ai piccoli un bel giorno in piscina?
Andare al mare diventa impegnativo, c'e' un viaggio da fare, ma la piscina e' la', dietro quella esquina....
A quel punto sembra brutto lasciare a casa i genitori di lei, lavorano quelle 3 ore ogni santo giorno, avranno pure il diritto a svagarsi un po' in una bella piscina.
E L'abuela?
Quella perennemente enferma la vogliamo lasciare a casa?
Un po' di sole non puo' che fare bene ai suoi numerosissimi, costosi e misteriosi acciacchi.
Qualche tio, tia, primo, sobrino, hermana de crianza e amiguto del barrio che si aggrega lo si trova sempre.
Al final, lo yuma di turno, si ritrova un bel familion composto da una ventina di cristiani sul groppone.
Spende per quella giornata, fra entrata, mangiare e abbondantissimi beveraggi, l'equivalente del pil di una nazione centroafricana.
Ma volete mettere una bella giornata in piscina?
Quella di Las Tunas ad esempio.
Una vasca senza ricambio idrico.
La riempiono d'acqua che, fino a quando non ha assunto quel bel colorito verde che ti fa' sentire Gesu' camminandoci sopra, non viene cambiata.
Che figata la piscina a Cuba.....

27 commenti:

  1. grande!!!!!!!!!
    ho avuto anche io "piacere" di frequentare la piscina di Las Tunas....

    RispondiElimina
  2. Piacere riferito a quella vasca é una parola grossa. . .

    RispondiElimina
  3. La piscina che preferivo? Piscina natural a Caleton Blanco Stgo. e tutto il resto ......abbondante.

    RispondiElimina
  4. Al di là delle evidenti comodità della piscina, credo che incida molto il fatto che per noi andare in piscina può essere una scelta da prendere quando vogliamo mentre per loro una opportunità da cogliere al volo. Poi un conto è avere il mare sempre lì a due passi e vivere, come me ad esempio, in una città senza mare. Per le cubane c'è anche un discorso di sicurezza. Quando sei dentro un hotel non hai l'assillo della polizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente senza di noi non e' che possano ogni giorno andare in piscina.
      In piscina sicuramente sono piu' sicure.

      Elimina
  5. perfetta descrizione (come al solito) della tendenza a Cuba .. quelle de L'Havana mi piacciono più del fare qualche km per vedere il mare. Ma anche questa è una delle esperienze da fare a Cuba.
    E poi il pagare l'entrata che ha compreso un X per mangiare e bere è incredibile.
    ciao Milco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l'entrata costa quasi nulla, piu' che altro paghiamo consumazioni che, di riffa o di raffa, siamo obbligati a prendere.

      Elimina
  6. infatti avevo virgolettato la parola "piacere"
    ehehehheheh

    RispondiElimina
  7. EL LOCO Se devo essere sincero preferisco un giorno in piscina che uno al mare.

    RispondiElimina
  8. (Chan Chan). A me la piscina non fa impazzire. Ovviamente sono gusti. Però ho notato a Santiago una tendenza forte da parte degli italiani a frequentarle. E' vero che quella di Versailles e dell'hotel Santiago sono buone e pulite, insieme ad un altro paio meno conosciute che sono passabili. Però io preferisco di gran lunga qualsiasi tipo di altra spiaggia. Poi come è stato detto sopra se è Caleton è ancora meglio (ci sono stato due volte ad aprile e vorrei ritornarci ora, sarà perché qui oggi il tempo è a dir poco una me.... jajaja). saludos

    RispondiElimina
  9. Beh a Santiago le spiagge non sono il massimo. Il mare di Siboney è peggio di quello di Andora

    RispondiElimina
  10. Il mare è sempre il mare. Per me va bene tutto, anche se si tratta della cienaga de zapata.
    L'unica eccezione la faccio con la piscina dell'hotel Panorama dell'Avana. 20 cucchi per entrare, ma tutti da consumare in pasti e bevande. Mangiare lì è diventata una tradizione, più che altro.

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Già.
      Ma se quando torno all'Avana non mi faccio il mio solito giretto di posti e locali, mi scoppia una vena in testa.

      Elimina
  12. terraza de la casa, pierna de cerdo o intero arroz tomate yuca, cerveza del barrio por la familia y los 20 vicinos y ron para mi en el final...total 40/50...ma vuoi mettere.....

    RispondiElimina
  13. È già un altro viaggiare. . .

    RispondiElimina
  14. e il giorno dopo se ce la fai...corsettina alle 6,30 per far vedere che 50 y pico no sono demasiados.....

    RispondiElimina
  15. sono apena entrata in questo sito ed è molto interesante l'articolo ma ti poso garantire che non tutte le piscine di cuba sono cosi, e vero quelo che dici delle ragaze e la famiglia a devi sapere di sicuro che all'avana ci sono delle belissime piscine dove se puo godere di una bella giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta
      Lo so che nella capitale e non solo ci sono belle piscine. Il post voleva solo mettere in risalto le differenze fra una giornata al mare e una in piscina. Questo blog affronta tutto con ironia, te me accorgerai leggendo. Non prendermi troppo sul serio. Ciao

      Elimina
    2. adeso ho capito scusa se il mio comento ti ha dato fastidio, sucede che come cubana facio fatiga ad acettare le critiche ma capisco ed aspeto a legere altri alticoli

      Elimina
    3. Il tuo commento non mi ha dato alcun fastidio. Se leggerai critiche a Cuba e ai cubani saranno per . . .troppo amore.

      Elimina
  16. Fantastico Milco , come la sai descrivere tu la situazione Cubana non ce ne sono,al riguardo della piscina debbo dire che specie a Santiago sei quasi costretto,specie dopo il ciclone, di Siboney e rimasto poco e le altre sono un mondezzaio o quasi.in altri posti potreste imbattervi in dei veri e propri stani verdi e maleodoranti ,come quella che vidi anni fa a San Juan e Martynes ,comunque se si è' in buona compagnia preferisco spiaggia appartate,difficili da trovare e scomode per portarsi da bere, ma ti lasciano belle esperienze

    RispondiElimina
  17. La piscina del Melià è molto bella e si mangia bene. Ci andai anni fa', gli anni d'oro del Las America

    RispondiElimina