sabato 13 luglio 2013

SCHELETRI IN BICI

 

Per storia personale, cultura e vissuto ho sempre pensato che lo sport debba avere un valore anche educativo.
Per questa ragione mi da' un gran fastidio vedere i calciatori atteggiarsi in un certo modo od altri atleti cadere nella spirale del doping.
Questo sapendo bene che, nello sport professionistico, girano tanti quattrini e le barriere morali possono facilmente cadere.
Credo, ne sono convinto, che lo sport sia fondamentalmente salute, i campioni sono un esempio per i giovani, che li vedono come dei punti di riferimento ben precisi.
Ma lo sport, a certi livelli, e' ancora sinonimo di salute?
Leggevo ieri un'interessante articolo su Repubblica,  parlava dei ciclisti che partecipano al tour.
C'erano un paio di fotografie inquietanti.
Scheletri con le gambe.
Gente di oltre un metro e 90 che pesa poco piu' di 60 kg.
Una persona fisicamente in forma ha una massa grassa che oscilla fra il 16 e il 20% del peso corporeo.
Questi ballano fra il 4 e il 6%.
Sotto il 3% crollano le difese immunitarie.
Il concetto e' di ottenenre il miglior rapporto peso potenza possibile, meno si pesa, meno kg si devono portare in giro, piu' la potenza viene scaricata sui pedali.
Lo si sosteneva, ai tempi di Mennnea per i velocisti di pista, poi le cose, come sappiamo bene sono cambiate.
Un giovane che prende come riferimento questi ciclisti rischia seriamente di cadere nel tunnel dell'anoressia, come' successo ad alcune cicliste di massimo livello.
E' ancora sport questo?
Visti i risultati e gli interessi in ballo direi di si, ma e' ancora uno sport che puo' essere un riferimento per i giovani?

5 commenti:

  1. Si vede che la bici non è il mio sport :-)

    RispondiElimina
  2. Troppi ristoranti luogo la strada

    RispondiElimina
  3. Caro Aston, ormai nello sport a certi livelli vi è un marciume enorme, dal calcio (partite vendute) atletica, ciclismo e perfino nei cosidetti sport minori vi è tanta gente che si toppa. Girano troppi soldi, troppi interessi, persino le associazioni mafiose ne hanno visto il vantaggio. Il male sai qual è? Che tutti sanno e tutti se possono insabbiano.
    Ciao
    Enrico

    RispondiElimina
  4. Qua' però si tratta di situazioni che possono fare davvero male oltre che essere di pessimo esempio

    RispondiElimina
  5. Io pedalo per togliermi qualche sfizio a tavola.... Oltre 10.000 km all'anno, per restare stotto i 65 kg.. p.

    RispondiElimina