sabato 6 luglio 2013

UN DIVERSO...INCIDENTE

 

Un paio di mesi fa', parlando dell'importanza del seguro sanitario a Cuba, citai, a grandi linee, la storia di quell'Italiano che ebbe, in gennaio, un incidente in scooter a Tunas, o meglio fuori Tunas.
Il tipo lo conosco bene, renta sempre lo scooter, ex dipendente statale nel settore...sicurezza.
Mi raccontarono che ando' a sbattere contro la parte posteriore di un camion che trasportava cristiani.
Operazione subita, in ospedale, ad Holguin, faccia sfigurata e rapido rientro in Italia.
Mi e' arrivata, qualche tempo fa', una nuova versione dell'accaduto che, conoscendolo, sono propenso a ritenere piu' aderente alla realta'.
Devo dire che qualche dubbio mi era salito quando avevo saputo che Alberto, l'amico che renta gli scooter, aveva rentato di nuovo quello che giudava l'italiano il giorno dopo l'incidente.
Cioe', se il tipo era disfatto mi sembrava strano che lo scooter fosse praticamente nuovo....
In realta' pare che al nostro connazionale abbiano rifatto i connotati in quel di Holguin.
Non mi stupisco, per niente.
Il tipo era famoso per la poca propensione a cacciare l'obolo oltreche' per una sua particolare passione per la carne giovane.
Veniva chiamato "chupito".
Si appostava davanti alla scuola d'arte El Cucalambe, con una confezione di ciampu', che barattava, appunto, con un chupito con qualche ragazzina fuori dalla scuola....
Giravano pure altre voci....che, quando girano, di solito hanno un fondo di verita'.
Conobbi il tipo qualche anno fa', dopo averlo sentito parlare per 5 minuti mi resi conto che un saluto formale era piu' che sufficente.
Mi attenni a questo negli anni che seguirono.
Probabilmente avra' fatto lo stronzo con la ragazzina sbagliata e qualcuno lo ha mandato all'ospedale.
A Cuba ricordiamocelo bene, come in ogni altro paese del mondo, se le cerchi...le trovi.
Sara' anche vero che i cubani devono cuidare il turista....ma a tutto c'e' un limite.
Chissa' se si fara' di nuovo vivo a Tunas?

6 commenti:

  1. Cuba non é per tutti Mario

    RispondiElimina
  2. Sopratutto non é per gli idioti

    RispondiElimina
  3. Ben gli sta , se ti danno una mano non puoi prenderti il braccio!

    RispondiElimina
  4. Non era proprio la mano che voleva. . .

    RispondiElimina
  5. Nel senso ti fanno fare quasi quel che vuoi ,ma se non ti accontenti allora sei un cojone e questa e' la paga,lo sappiam bene che in altri paesi latinoamericani tante libertà come a Cuba non ci sono!

    RispondiElimina
  6. Amico mio sai a quanta gente andrebbe ritirato, d'ufficio, il passaporto?

    RispondiElimina