domenica 4 agosto 2013

UN GENIO...

 Toro, Ventura chiude le porte

Brutta sorpresa per i tifosi granata al seguito del Toro in ritiro a Mondovì. Alle 18, infatti, quando si sarebbero dovute aprire le porte per far entrare i supporter, come da programma annunciato dal Torino Fc, i cancelli sono rimasti chiusi. Il tecnico Giampiero Ventura ha voluto evidentemente completare la sessione di allenamento al riparo da occhi indiscreti. Di qui la reazione della tifoseria che ha fischiato e urlato per la sgradita sorpresa. 
 

7 commenti:

  1. Quando mister Ventura è uscito anche lui dal campo per recarsi in hotel ha avuto un confronto con i tifosi che erano rimasti ad attenderlo per avere spiegazioni sul perché non li aveva fatti entrare alle 18 com’era previsto. “Mi scuso con voi – ha detto Ventura - ma oggi il mio collaboratore ha dovuto assentarsi e sono rimasto da solo a dirigere l’allenamento e avendo undici nuovi giocatori che devono apprendere gli schemi capita che quando spiego cosa devono fare alzo la voce, quindi è meglio che il tutto si svolga senza spettatori perché i giocatori si sentirebbero sotto pressione ed io perderei tempo”. L’allenatore ha poi aggiunto: “Prometto che domani ci saranno due sedute a porte aperte, mentre lunedì il mattino il lavoro si svolgerà a porte chiuse e la sera ci sarà l’amichevole e martedì, lo dico già oggi, ci alleneremo a porte chiuse”.

    RispondiElimina
  2. Manco se avesse dovuto spiegare chissà che....ste bizze da zitella mestruata mi fanno andare in bestia !
    Un pò più di modestia , per lui che non é Ferguson , e di considerazione per i tifosi sarebbe necessaria.

    RispondiElimina
  3. E' un pezzo di merda, questa e' la verita'.

    RispondiElimina


  4. Profumo d’Europa per il Toro. Questa sera a Mondovì (ore 20.30, niente diretta tv) i granata sfideranno i ciprioti dell’Apollon Limassol per la quinta amichevole pre-campionato. Dopo i test “morbidi” con squadre di dilettanti e di Lega Pro, il livello delle difficoltà si alza per il Torino: gli avversari hanno vinto la coppa di Cipro nell’ultima stagione e disputeranno i preliminari di Europa League. In più l’Apollon Limassol si sta preparando in Italia con una mini tournee: hanno già perso contro Fiorentina (7-0) e Mantova (4-2), mentre la sfida col Bari è stata sospesa sullo 0-0 dopo 75’ per rissa in campo tra i giocatori. Proprio questo precedente preoccupa un Toro che non vuole correre rischi nel test di questa sera dopo aver già registrato gli infortuni a Bormio di Brighi (in netta ripresa), Masiello, Di Cesare, Chiosa, Bovo e Meggiorini (gli ultimi due abili e arruolabili).



    La partita permetterà a Ventura di continuare gli esperimenti del suo 3-5-2 e molte attenzioni saranno rivolte nei confronti di Marcelo Larrondo. Dopo aver debuttato con una doppietta al Savona nella sua prima partita in granata, l’attaccante argentino conta di proseguire su questa strada anche contro i ciprioti. “Mi sono subito trovato bene al Toro – conferma -, ma è ora che io dimostri quello che valgo perché non sono più un ragazzino ed è giunto il momento di diventare un calciatore vero. Mi sono riproposto di lavorare molto quest’anno proprio per diventare il giocatore che tutti vogliono: ora o mai più, questa è l’opportunità migliore e non posso sbagliare”. Larrondo ieri pomeriggio ha giocato la partitella in coppia con Immobile, compagni al tempo del Siena di Conte, raccogliendo spesso l’applauso dei 600 tifosi presenti per le giocate e i gol.

    RispondiElimina
  5. E' che stava provando il 5-5-5, solo che Speroni non capiva e Crisantemi portava sfiga.

    RispondiElimina