sabato 7 settembre 2013

CAMPARE DI PIU'

cubaauto

Entro il 2030 quasi un terzo dei cubani avrà oltre 60 anni, cosa che renderà l’isola il paese più anziano dell’.
Secondo uno studio delle , nei prossimi 17 anni il numero di anziani a passerà da 1,9 milioni nel 2010 a 3,4 milioni, costringendo il governo caraibico a nuovi sforzi per la sicurezza sociale, l’assistenza sanitaria e la forza lavoro.
Con questa tendenza, Cuba entro il 2050 sarà tra le undici nazioni più anziane al mondo, con il 38% della popolazione over 60.
Si prevede che entro il 2030 l’aspettativa di vita per cubani sarà di 78,6 anni, mentre per le cubane di 82,6. Il tasso di natalità, già nel 1978 al di sotto del livello di ricambio generazionale, si contrarrà ulteriormente tra l’1,44 e l’1,59.
FONTE ATLAS
----------------------------------------------------------
Qua' occore che ci si metta d'accordo.
In occidente, dopo la seconda guerra mondiale, generazione dopo generazione l'aspettativa di vita si e' allungata in modo considerevole.
Questo sta' mettendo in crisi gli enti previdenziali dei vari paesi.
Una volta, se arrivavi alla pensione, campavi ancora 3/4 anni e poi tiravi l'ala.
Oggi o stato deve pagare 20/30 anni di pensione ed in piu' fornire, com'e' giusto che sia, adeguata assistenza sanitaria.
Ci hanno raccontato che si vive di piu' grazie all'innalzamento della qualita' della vita, ai progressi della medicina, ad un piu' corretto stile di esistenza, ad una alimentazione piu' adeguata.
Quindi se in occidente si campa di piu' per queste ragioni non e' che se succede a Cuba e' perche' la gente si dimentica di morire.
Vuol dire che le stesse motivazioni che valgono da questo lato del bloqueo devono, per forza, valere anche da quel lato.
Quindi anche a Cuba c'e' stato un innalzamento della qualita' della vita, dei progressi della medicina, esite un piu' corretto stile di vita e l'alimentazione e' migliorata.
In caso contrario si campa di meno, non di piu'



7 commenti:

  1. Buongiorno Sig. Aston Villa è bello il suo blog. Ritengo che proprio i progressi della medicina ed anzi, il suo elevato livello qualitativo abbia contribuito notevolmente all'allungamento della vita a Cuba. A questo va aggiunta la serenità, per i cubani, di una vita meno condizionata dal vile capitalismo nostrano e l'assoluta certezza di poter contare (pur se con i suoi limiti) in uomini giusti che la guidano.

    RispondiElimina
  2. alta scolarita', grande dinamismo fisico dei giovani, fortissima aggregazione sociale...e ottimo rapporto con la natura...e tutto questo in musica....
    che ci abbiano inserito nei numeri???

    RispondiElimina
  3. Basti pensare la bassissima mortalità di malattie veneree per rendersi conto del loro stato di salute. Vi è forse giunta notizia di malati di aids a Cuba, per fare un esempio? Ritengo non sia riduttivo esempiare a questo modo poichè Cuba si sa, è luogo di forte promiscuità sessuale (ne so purtroppo qualcosa pur'io) ma tutto il popolo è sano come una triglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma.....ci sei mai stato a Cuba?

      Elimina
  4. Anche perché appena hanno un po' di catarro ne fanno una tragedia. . .ahahah

    RispondiElimina