giovedì 5 settembre 2013

FIGLI ABBANDONATI

 

Tristi storie di abbandoni di figli da parte di cosiddetti padri, a Cuba, fanno oramai parte della quotidianita'.
Questa e', purtroppo, una situazione comune.
Padri che hanno 4/5 figli con donne differenti.
Figli di cui se ne fottono nel modo piu' completo possibile
Ne conosco un paio a Las Tunas, non versano neanche i 50 pesos mensili di mantenimento minimo imposto dallo stato.
Parliamo di 2 cuc.
Io non ho figli, almeno non credo, come molti nordisti, a differenza dei confederati nostrani, ho un senso della famiglia molto labile.
Me ne sono andato presto per la mia strada, ho sempre pensato che gli amici te li scegli mentre i parenti te li ritrovi.
Parlo anche di parenti stretti, genitori e sorelle o fratelli.
Pero' non riesco a comprendere come sia possibile dimenticare o ignorare completamente un figlio o una figlia.
Si tratta di sangue del tuo sangue, sei tu che continui...
Eppure i cubani, non tutti ovviamente ma...molti, sono cosi'.
Mettono al mondo figli a cui poi fanno perdere le proprie tracce, senza necessariamente andare lontano.
Ricordo una fanciulla che frequentavo un paio d'anni fa, il padre era scomparso dopo la sua nascita, ma viveva a 5 km dalla citta'.
Vivi a pochi minuti da tua figlia e, per lustri, fai finta che non esista.
Molte ragazze crescono con la sola madre o la abuela che deve svolgere entrambi i ruoli.
Quante volte, frequentando fanciulle piu' giovani, abbiamo dovuto svolgere, temporaneamente, anche la funzione di padre con piccoli o grandi consigli inerenti il vivere quotidiano?
In fondo in noi non cercano anche l'assente figura paterna?
E' capitato persino a me, che non sono esattamente il massimo per questo genere di cose.
Com'e' possibile non esserci ai compleanni, al primo giorno di scuola, alla festa dei 15 anni?
Poi capita, come d'incanto, che il padre assente riappaia non appena la fanciulla inizia a frequentare uno yuma, appare nella speranza che qualche briciola cada dal tavolo.

Francamente, una cosa schifosa.
I figli non chiedono di essere messi al mondo, ma se...accade bisogna poi, per essere considerati esseri umani, assumersi le proprie responsabilita'.
Non fottersene.

10 commenti:

  1. queste situazioni cosi frequenti a cuba mi fanno stare male,perche non trovo spiegazioni,e i bimbi ne soffrono tanto.mah.....

    RispondiElimina
  2. Che tristi storie. Mario

    RispondiElimina
  3. Sono solo la punta di un iceberg amico mio...

    RispondiElimina
  4. Paolino sei padre, queste cose le capisci molte meglio di me.

    RispondiElimina
  5. Io Milco sono come te, non ho figli, single per scelta proprio perkè come dici tu ho preferito altre scelte nella vita, ma non capisco come ci si possa comportare così...io ho adottato un bimbo a distanza da 8 anni, è indiano,oramai ha 12 anni, mi scrive, mi manda foto, e con 30 euro al mese gli "regalo" la vita...ogni volta che vado a Cuba per quel che il limite dei bagagli mi permette, mi porto sempre giocattolini e montagne di caramelle e altri dolci da regalare ai bambini che incontro quando vado in giro, sono sempre dentro al mio zaino, e il sorriso e la gioia di quei bambini nel momento che gli regali una macchinina o una busta di caramelle non ha prezzo, ti da una carica pazzesca...e chi i figli li ha li abbandona, ma come cazzo fanno? Tornando al discorso di ieri, se i cubani se ne fottono dei figli messi al mondo tu figurati se puoi fidarti di loro col negocio...questo paragone rende davvero molto l'idea.

    RispondiElimina
  6. Anche io ho fatto qualcosa di simile da qualche anno. Sono cose che fanno molto più bene a chi le fa che a chi le riceve.
    Però caro Walter. . .facciamolo in silenzio.

    RispondiElimina
  7. Tia ( mia moglie ) è l'ultima di tre figli cresciuti dalla madre. Il padre ( el singao singador ), marino mercante , tornava , pregnava y se iba....o così pensavano tutti.
    In realtà viveva a pochi km. con un'altra famiglia che nulla sapeva della prima. Tipico caso di califfaggio cubano.
    Ora è negli Stati Uniti con un'altra donna ed altri figli ..io sarei per la castrazione in questi casi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che questi fenomeni si vantano pure delle loro imprese.

      Elimina
  8. Questi padri dovrebbero essere emarginati e considerati per quello che sono ovvero delle autentiche m...e !! Occorre un cambio di cultura e vedere che nella vita non esistono solo i diritti ma anche i doveri.

    RispondiElimina
  9. Infatti solo nel vocabolario la parola diritti tiene prima di doveri

    RispondiElimina