lunedì 9 settembre 2013

QUALCOSA CHE...MANCA

 

Come penso avvenga per tutti, sono molte di piu' le cose di Cuba che mi mancano quando sono qua', rispetto alle cose Italiane di cui sento la mancanza quando sono da quel lato del bloqueo.
Il fatto che siano di meno non vuol pero' dire che non esistano.
Sopratutto se passiamo, a Cuba, un tempo relativamente lungo, diciamo dal mese in su.
A differenza di molti italiani non ho il culto del cibo, a Cuba c'e' tutto o quasi quello che mi piace; carne, verdura e insalata.
Al limite, cucinandola io, la pasta.
Pero', dopo qualche settimana in cui, maomeno, mangio le stesse cose mi viene qualche piccolo desiderio, qualche viziato sfizio che so di non poter realizzare.
Cose semplici, nulla di trascendentale, sempre riferito al discorso culinario.
Magari alla sera, verso la fine della cena, un bel pezzo di formaggio.
Avete presente quella gorgonzola burrosa da spalmare sul pane?
Oppure un bel pezzo di toma di Lanzo ben stagionata.
Qualche salume come si deve, un pezzo di salame, di prosciutto crudo.
Chiaro che ne posso fare a meno, ma, da buon italiano, mi piacerebbe poterne avere un po' anche a Cuba.
So perfettamente che il formaggio c'e' anche a Cuba, ma quel formaggio sta' al nostro come il Soroa sta' al vino serio.
Un' altra cosa di cui sento la moderata assenza e' l'aperitivo alle 5/6 de la tarde.
Un bicchiere di bianco, lo sprizzettino, qualche cagatina da mangiare accompagnando l'alcolico in un localino giusto.
Chissa' se ora, con i nuovi locali particular che si apriranno, ci sara' qualche genio a cui verra' in mente.
Cosa porta' costare 2 cuc?
Chiaro che coi cubani bisogna state all'occhio, quelli con i 2 cuc del vinello ti svuotano la cucina, un po' come fanno alcuni italiani che qua', con l'apericena, risolvono.
Nessuno pretende il Greco di Tufo ma almeno un vinello generoso e simpatico.
Altra cosa di cui sento la mancanza e' il seguire il calcio.
Cosa volete farci...sono italiano.
Ogni tanto, dipende da chi c'e' di servizio, all'hotel Tunas trasmettono le partite che passa Rai international.
Si riempie di italiani, troppo casino, faccio a meno...preferisco andare all'Etecsa.
Mi manca una palestra seria, vado in quella della peluqueria, ha a malapena 2 attrezzi multifunzionali cinesi da home fitness, ma e' tutto un' invento.
Sicuramente non mi manca la tecnologia o l'andare su internet.
Quando si avvicinano i periodi di lavoro, almeno un paio di volte ogni settimana ci devo comunque andare, non lo faccio mai molto volentieri.
Mai portato un pc a Cuba, spero di non doverlo portare mai.
Il telefonino con linea italiana lo accendo un paio di volte ogni settimana, giusto per vedere se ci sono sms, mentre quello con linea cubana....serve per situazioni decisamente piu' piacevoli.
Ha preso il posto della mitica agendina rossa.
Come vedete non si stratta di assenze particolarmente importanti (non e' che uno vola a Cuba per la...gorgonzola) ma di cose secondarie che pero', qualora si materializzassero, migliorerebbero un po' la qualita' del mio soggiorno.

4 commenti:

  1. EL LOCO. Un po' il mangiare italiano mi manca

    RispondiElimina
  2. Tutto giusto quello che scrivi anche io quando vado a Cuba niente pc. solo cell. Italiano che accendo una volta la sera per vedere se ho sms, ho mio padre quì che vive solo.
    Sai cosa mi manca di più?
    Io sono un dovoratore di dolci, LA NUTELLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA UNA FETTA DI TORTA PIENA DI BUONA CREMA PASTICCERA MMMMMMMMMMMMMMM.
    Là i dolci fanno pena.
    Anche quì nel campeggio ormai stagione al termine. Ma noi siamo aperti fino a fine ottobre poi verso la fine di novembre si parteeeeeeeeeeeeeee.
    Ciao
    Enrico Lago Garda.

    RispondiElimina
  3. Ciao Enrico i dolci di Dona Neli si lasciano mangiare anche hanno tutti lo stesso sapore. Noi finiamo prima della chiusura della struttura

    RispondiElimina