lunedì 2 settembre 2013

SOLDI VERI O BRICIOLE?

 

In questi lunghi mesi estivi abbiamo discusso di tutte le possibilita' che le nuove riforme cubane offrono a chi ha intenzione di fare qualcosa, dal punto di vista professionale, da quel lato del bloqueo.
Lo abbiamo fatto tranquillamente, senza i soliti "so tutto" del cazzo che infestano il web.
Ognuno ha detto la sua, ci siamo confrontati in modo sereno ed intelligente e sono venuti fuori, col contributo di tutti, argomenti interessanti.
Si e' parlato di agricoltura, gimnasyo, cafeterie, merenderos, paladar, case de renta, mercato al minuto ed altre opportunita' che stanno nascendo a Cuba.
La domanda che pero' forse non ci siamo fatto e' piuttosto semplice;
Perliamo di soldi veri o di briciole?
In tutte le nostre discussioni sono saltate fuori cifre che, eventualmente, ci potrebbero consentire, insieme ad altri fondi, di vivere a Cuba in modo tranquillo ma non certo dispendioso.
Feci l'esempio del gimnasyo, se tutto andasse bene, ma dico veramente bene, c'e da farci 300 cuc al mese.
Sono soldi veri o briciole?
Come scrivevo l'altro giorno, sto' prendendo in considerazione e cercando nuove opportunita' di investimento in Italia.
Limitatamente alle mie possibilita' si tratta di soldi veri, in prospettiva di portarne a casa decisamente di piu' grazie al nostro lavoro.
Si chiama capitalismo.
Se pero' trasporto questo concetto a Cuba la domanda non puo' non saltare fuori.
Vale la pena sbattersi, farsi il culo, combattere con quella mentalita' per 300 cuc al mese?
La cifra puo' anche essere un po' superiore ma in nessun caso si parla di soldi veri.
Certo se si apre un paladar con 30 coperti in una zona centrale di una grande citta' il discorso puo' cambiare, ma le ipotesi che abbiamo fatto hanno sempre tirato in ballo situazioni piu'....limitate.
Lasciamo stare il discorso sul quanto tempo noi possiamo passare a Cuba per seguire il negocio, ma tutto quel programmare e mettere in pratica e' ricompensato da quel tipo di guadagno?
Ricordo che rentare e mantenere uno scooter a Cuba costa 400 cuc al mese....giusto per fare un esempio.
Voglio dire, con tutta la buona volonta' che ci abbiamo messo nelle discussioni siamo tutti cosi' interessati a mettere in piedi un'attivita' con guadagni di questo tipo?
Sono domande che dobbiamo farci perche' un conto e' avere una rendita dall'Italia che comunque ci consente di vivere a Cuba, un'altro dover contare su questi proventi per campare.
Nel primo caso e' una specie di hobby, se va male pace, ma nel secondo e' una necessita' inevitabile.
Se fare soldi veri, facilmente, fosse semplice i cubani lo lascerebbero fare a noi?
Le mie sono solo domande per fare 2 chiacchiere, ma sono domande che, ognuno di noi, ha il dovere di porsi prima di imbarcarsi in qualunque tipo di avventura.

44 commenti:

  1. El Loco. Per quelle cifre conviene pensare a divertirsi e basta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, la cosa andrebbe vista all'interno di un contesto.
      Bisogna vedere se esiste e, sopratutto se è valido

      Elimina
  2. Dipende anche dal tipo di impegno. Se si deve lavorare come qua' ha ragione el loco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è poco ma sicuro.
      Il problema è che se non spacci droga fare soldi con poca fatica è difficile ovunque

      Elimina
  3. Se uno vuole essere impegnato e trova anche soddisfazione in quello che fà,va tutto bene. Se allabase si pone il guadagno,è meglio lasciare perdere.
    Elio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda io l'ho sempre visto fondamentalmente come un modo per occupare il tempo. Se ci passi mesi avere qualcosa da fare, almeno per me, è essenziale. I soldi si fanno qua'. Parlo di quelli veri.

      Elimina
  4. Secondo me Cuba è un paese che ha delle priorità. In questo momento, sono i trasporti e produrre cibo.
    Già i cubani hanno pochi soldi da spendere, quindi offrire servizi ancora superflui rende poco, però possono avere un futuro. Per esempio l' idea di Aston di una palestra, per ora è una piccola cosa, ma fra 5 o 6 anni magari, fa il botto. Io chiamo queste attività diversificate, cioè di supporto ad altre attività. Bisogna tenere conto anche dei piccoli margini operativi di molte attività. Per esempio una paladar, con il sistema cubano ha un piccolissimo margine, almeno che non si lavora con i turisti.Ma qui ti scontri con i colossi dello Stato. Perchè un paladar ha margini bassissimi, la materia prima costa, e si deve vendere a poco, pagare i dipendenti, che ricordiamo sono dei professionisti, come il cuoco o il cameriere, li devi pagare 3 volte di quello che li paga lo Stato, perchè in una paladar privata non rubano, o per lo meno sono molto controllati. Una aragosta in un paladar per cubani costa 60 pesos cubani, praticamente 2,5 cuc, togli il prodotto rimane gran poco. Ma se non fai quel prezzo il locale rimane vuoto.
    Invece se si lavora nelle priorità i guadagni sono buoni. I trasporti, ci vuole un investimento iniziale importante, ma rende molto, anche 100/150 cuc al giorno lordi. Produrre cibo, è interessante, i prezzi del cibo, alla vendita del produttore sono quasi uguali in tutto il mondo, ma i costi a Cuba sono molto più bassi. Per esempio, un kg di fagioli a Cuba vale circa 1 CUC, quindi 80 cents di euro. In Italia un produttore li vende a 90 cents al kg. Un kg di maiale, vivo in Italia vale 1,6/1,8 euro, a Cuba vale 1,25 CUC pari a 1 euro, ma il costo per produrli è inferiore almeno di 5 volte.

    Questi sono alcuni esempi, ma se si ragiona bene a Cuba ci sono molte possibilità, con un investimento ancora piccolo, Tutto altro discorso, se si lavora con lo Stato, ma è altro argomento che qui non è trattato.

    Mi sento di dire, che in Italia in questo momento storico, qualsiasi investimento è ha rischio elevato, almeno che non si hanno grandi capitali e lavorare nel alta finanza, ma piccoli investimenti, in questo momento non ne vedo, si rischia di indebitarsi e fare un buco nel acqua.

    A.B.

    RispondiElimina
  5. Secondo me per passare il tempo non serve aprire un attività ci sono molti modi per passarlo, un attività si apre solo se c'è un bel margine di guadagno e non per passare il tempo poi ognuno ragiona con la propria testa.

    El Fula

    RispondiElimina
  6. Fula se ci passi parecchi mesi, a 50 anni, il domino potrebbe non bastare.
    Provare a fare qualcosa con un minimo di investimento di denaro e di tempo potrebbe essere la soluzione.
    Poi ognuno ha la sua testa come tu dici.

    RispondiElimina
  7. Bunda il paladar, se funziona e' un ottimo negocio.
    Il Rio Chico de Tunas ha una trentina di coperti, alla sera ogni coperto fa' almeno 3 giri, il margine sul cibo e' sul 60%.
    Fai 2 conti e vedi che sono bei soldi.
    Quando vendevano una casa coloniale in parque Maceo, 80000 cuc, Delio, il proprietario ha fatto un offerta.
    Non hanno nessuno fuori dal paese.
    Vedi un po' tu...

    RispondiElimina
  8. Differente il discorso riguardante il gimnasyo.
    Sono assolutamente convinto che possa essere un progetto valido.
    Se pero' si parla di un gimnasio rustico allora torniamo sul discorso di prima.
    L'investimento e' minimo ma il guadagno e' quello che e'.
    A Tunas piu' di 50/60 pesos per allenarsi in un rustico la gente non paga, ed e' gia' un pagare.
    Non stanno tirando su Tecnogym ma trasmissioni di camion.
    Differente il discorso di fare una palestra seria.
    Mal contati, un attrezzatura usata che qua' sarebbe fuori mercato, costa sui 15000 euro, parlo dell'essenziale.
    Forse un po' di piu', diciamo che con container e tutto 20000.
    Compreso un minimo di ristrutturazione dei locali.
    Devo poi avere un socio non di capitale ma operativo e gestionale, mica posso fidarmi di chi non riesce a gestire 2 cani.
    A quel punto meno di 5 cuc al mese non posso far pagare...a Tunas.
    Se siamo bravi e abbiamo 200 iscritti fanno mille cuc al mese.
    Toglici 300 di spese (affitto, tasse, personale ecc)ne restano 700.
    Mettiamo che un minimo di ammortamento lo deve pagare anche il socio, facciamo, con molto ottimismo che metto in saccoccia 500 cuc al mese.
    Ci vogliono 4 anni per rientrare....se tutto viaggia molto ma molto bene.
    Questi sono i fatti, non le pugnette.

    RispondiElimina
  9. Quattro anni per rientrare sono decisamente troppi per un investimento a Cuba.
    Chissa' fra 4 anni che Cuba sara'?
    Ciao Aston. Mario

    RispondiElimina
  10. Se lavori col turismo a Cuba i soldi li puoi fare,ma se lavori solo coi cubani che non hanno una lira per piangere raccogli solo briciole...è logico, se c'è povertà chi spende i soldi anche in piccole attività?e comunque il margine sarà sempre piccolo, briciole appunto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Col turismo qualche soldo lo vedi lavorando coi tour operator non certo direttamente coi cubani.

      Elimina
  11. Ovviamente anche io penso ad un passatempo. Non credo sia il momento di tribolare a Cuba. Ne ho la voglia, sinceramente qui mi sono fatto un mazzo della madonna per avere quello che ho e non ho nessuna voglia di ricominciare di nuovo. Tanto meno di mettermi a tribolare contro quel sistema.

    Quando mi sposterò di la, sarà con la rendita di quello che ho prodotto qui. E poi mi metterò nel campo dei galli da combattimento, por gusto.
    Tengo un plan ya echo.

    RispondiElimina
  12. Secondo un mio modesto parere l'investimento più " semplice" da fare a Cuba è la casa, secondo previsioni affidabili il mercato immobiliare cubano è in espansione, di sicuro se comprate oggi fra due o tre anni la casa si valuterà di almeno un 20-30% se non di più, inoltre nel frattempo la si può affittare in modo da coprire le varie spese di mantenimento e magari farsi saltare fuori qualche bel volo a costo 0...Come tutte le cose a Cuba il rischio è alto!In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Il problema è che non è sempre facile per tutti trovare la persona con cui mettere su il meccanismo

      Elimina
  13. Il rischio di cui parlavo è proprio quello della persona che scegliamo, se non ci fosse credo che la maggior parte di noi sarebbe a Cuba con la sua casetta...Infondo Cuba non è per tutti ma solo per chi ha il coraggio di rischiare, almeno fino ad ora.
    Credo che sia anche questo che la rende bella e impossibile!!!

    RispondiElimina
  14. Ti dico solo che quello che ho sponsorizzato nelle scorse settimane si chiamava Machete.

    RispondiElimina
  15. Aston con la paladar fai soldi, certamente, ma tu mi riporti un esempio di UNA in tutta Tunas, e le altre?

    Il 60% di margine ci credo poco, ci sono le spese da coprire e la quota ammortamento che incide almeno di un 10%, quindi di quel 60% ti rimane si e no un 30%. Che comunque è un bel andare.

    A.B.

    RispondiElimina
  16. Caro Andrea vero, pero' dipende dalle cifre, se ballano soldi veri allora sarebbe bene che il rischio fosse, nei limiti, calcolabile e gestibile.

    RispondiElimina
  17. Bunda, un esempio, un piatto de pulpo in quel paladar costa 4 cuc, a loro meno di 1....

    RispondiElimina
  18. Carlito mi fai morire coi tuoi gallos de pelea....

    RispondiElimina
  19. a me basterebbe un piccolo negocio da arrivare a 300-400cuc mensili,perche se vado a cuba è per viverci con la mia famiglia,visto che qua non avrei alternative per mantenerci invece a cuba una famiglia con la casa fatta e 500 cuc mensuali vive.

    RispondiElimina
  20. Pero' devi prima fare un investimento, magari piccolo, per potere poi sperare di portare a casa qualcosa.

    RispondiElimina
  21. come dici tu,bisogna andarci con la casa a posto,cioe pronta per viverci e avere del fieno in cascina,fatto qua in italia,per poi incrementarlo con un piccolo lavoretto da farsi quei famosi 300-400cuc piu il nostro tesoretto,per arrivare a 500-600cuc mensuali.comunque i soldi veri a cuba non si fanno,per questo ho questo progetto.

    RispondiElimina
  22. Esatto. Una base di denaro mensile che arriva da qua' più qualcosa che,eventualmente si può' tirare su in qualche modo a Cuba.

    RispondiElimina
  23. Aston, questo esula da Cuba, ma è gestione uguale in tutto il mondo. Se un piatto di pulpo costa 4 e hai un margine di 3 cuc, dentro a questo ci devi mettere, tutte le spese accessorie. quindi salario del cameriere, salario del cuoco, spese di gestione generali del locale, ammortamento locale, alla fine di quei 3 cuc ne rimangono forse 2 cuc netti. Vendi 20 piatti di pulpo sono 40 cuc di guadagno. Non male ma bisogna venderne sempre 20. Siamo a Cuba, e difficilmente la cucina ha 20 porzioni di pulpo. Poi rimane che è un paladar che funziona, e gli altri?

    Se va bene il paladar che tu parli, porta a casa netti 1500 cuc netti al mese, che per Cuba è una bella cifra, intendiamoci, ma se si guarda l' investimento, che non è poco, e il lavoro che non è poco, pensi che sia un buon investimento? Con un camion a Cuba che lo paghi circa 20.000 cuc, porti a casa almeno 200 cuc al giorno, quasi puliti e te ne stai a casa in pantofole e aspetti la sera. Guarda netti con camion, un amico mio si porta a casa 3500 CUC al mese, ha l' autista il meccanico, e pensa le rotture le paga metà l' autista, Lui prende i soldi alla mattina, e aspetta la sera il ritorno del camion. Quello che dico, è che Cuba ha delle priorità, che non sono i paladar, ma come esempio riportato i trasporti, dove il cubano paga perchè è indispensabile. Poi credi che a Cuba ti permettono i vari personaggi di farti aprire un paladar e vivere tranquillo, provaci e poi ne parliamo.

    A.B

    A.B.

    RispondiElimina
  24. Sicuramente il trasporto è una priorità ma non è il solo modo per fare soldi a Cuba

    RispondiElimina
  25. Devo proprio dire che Bunda ha la vista lunga, ha perfettamente ragione, il settore trasporti è un buon business certo che bisogna avere il capitale di partenza e delle persone valide in loco, però una volta avviato il mecanismo poi si può rimanere seduti nella silla ad aspettare l'incasso eh si !!!
    El Fula

    RispondiElimina
  26. Seduti sulla porta vivendo la. . .ma di questo ne parleremo domani.

    RispondiElimina
  27. io penso che l'argomento si puo' vedere da un'altra parte, ossia dal tipo di persona.
    se il soggetto e' uno che se la passa bene in Italia e' chiaro che il tipo di investimento fa fatica ad essere eventualmente fatto per fare soldi la; non si possono confrontare i 2 lugar.
    se invece il soggetto non e' facoltoso e magari sta facendo un lavoro ma ne ha sempre sognato di farne un altro....ecco ritengo che in questo caso e sfruttando la attuale situazione di cuba come paese in movimento per diventare paese emergente...un investimento nel settore amato possa essere fatto....l'impegno alto sara' meno faticoso perche' nel settore che si e' sempre sognato....il reddito va misurato non subito ma tenendo conto della tendenza inflattiva....
    se magari l'eta' del soggetto ha consentito di maturare i criteri minimi pensionistici risulta sistemato anche il piano di sicurezza futuro......

    RispondiElimina
  28. Certo che in presenza di una pensione decente si viaggia con piu' serenita'

    RispondiElimina
  29. secondo me e' proprio in presenza di una pensione non decente e un fisico ancora di presenza che puoi arrotondare con un bel "negocio" en cuba.....la pensione al cambio che sara' tra piu' di 10 anni consentira' come minimo il doppio di quello che permetterebbe qua e a volte la differenza potrebbe essere fondamentale.

    RispondiElimina
  30. Però chissà se con un minimo di pensione una ha voglia di combattere. . .

    RispondiElimina
  31. Salve a tutti, vi vorrei dire la mia situazione. Vogliate rispondermi nel mondo più sincero possibile.

    Vi spiego in modo chiaro, un mio amico ha fatto questo:
    - ha moglie e figlio a Cuba
    - ha comprato una casa a Camagüey, e la sta ristrutturando così da renderla una casa particular, con 2 stanze da affittare e un centro internet.
    Tutto intestato alla moglie.
    - Si trasferirà fra qualche mese a Cuba (sta facendo la residenza), così da ultimare i lavori alla casa acquista a e iniziare l'attività della Casa Particular.

    Obbiettivo: vivere a Cuba, vivendo grazie alla rendita casa particular. Senza tornare in italia.

    SECONDO VOI, che sapete molte più cose su Cuba:
    1) è una cosa fattibile? Quanto può durare?
    2) quanto può rendere al mese la casa particular? più o meno.
    3) se non dovesse rendere abbastanza per sopravvivere (facciamo che il progetto fallisce), potrebbe questo mio amico inventarsi qualcosa per vivere lo stesso a cuba, senza tornare in italia? (in maniera modesta, non da turista. Vivere come un locale.)

    Vi prego di darmi il vostro più onesto parere.
    Il mio amico dice di sapere come vanno le cose a Cuba, ma io vorrei sentire un parere SERIO e sincero.

    Vi ringrazio tanto

    RispondiElimina
  32. Ciao Paolo
    Mancano dati.
    Quanti cuarti de renta avra' la casa?
    Se e' nel centro della citta' e' un buon negocio, sopratutto se gestita con un po' d'occhio italiano.
    Inventare qualcosa a Cuba e' possibile ma senza una rendita da qua' la vedo duretta.

    RispondiElimina
  33. Ciao, grazie per la risposta.
    E' in centro camagüey e avrà 2 stanze in affitto + un centro internet con dei computer. Sarebbe l'unica fonte di guadagno a Cuba.
    Sarebbe gestita dal mio amico italiano con la moglie.

    - a quanto può essere affittata una stanza a Camagüey?

    - Secondo te Camagüey è una zona turistica, che permette di avere una rendita al mese tutto l'anno?

    - Un tuo parere personale: se l'attività dovesse essere gestista nel modo corretto, può DAVVERO rendere abbastanza così da garantire al mio amico, moglie e figlio di vivere modestamente a Cuba? (senza tornare mai in italia)
    lo so che può dipendere da molti fattori, ma in base alle tue esperienze: se è gestita bene, può funzionare?

    GRAZIE MILLE

    RispondiElimina
  34. Beh...mi sembra un bel negocio sopratutto se riesce a farsi una buona clientela italiana.
    Credo che 20/25 al giorno vada bene, poi dipende...
    Si con una buona casa de renta che gira ci si puo' vivere.
    Puo' vivere anche non modestamente.
    Ciao

    RispondiElimina
  35. Ti ringrazio molto.

    Ho due domande per te:

    1) hai esperienze dirette di persone italiane che vivono e hanno una rendita a Cuba (senza tornare/lavorare in italia) ? sposate o no con una cubana

    2) Ho letto alcuni articoli e commenti qui sul tuo blog. Molti di voi vorreste vivere e guadagnare a Cuba, ma la cosa sembra difficile.. astratta e piena di insidie.
    allora mi sorge un dubbio: mi sembra strano che il mio amico possa riuscire a trasferirsi, mettere su un'attività e guadagnare e vivere a Cuba. no? allora tutti voi potreste farlo, o lo avreste già fatto.

    Con tutte le persone con cui ho parlato, gente che ha esperienze con cuba, mi hanno detto sempre le stesse cose: il mio amico tornerà in italia in mutande, perderà tutti i soldi investiti in un modo o nell'altro, addirittura alcuni hanno parlato di poliziotti corrotti che ti mettono in carcere.
    Insomma, sempre le stesse storie. esagerati? o poco esperti in materia?

    Grazie mille

    RispondiElimina
  36. Si qualcuno a Las Tunas, ma non so se stanno guadagnado o continuano a metterceli.
    Una casa de renta come quella che hai raccontato richiede un bell'investimente, noi parlavamo di cose piu' modeste.
    Non dare retta alle cazzate che si leggono in giro...

    RispondiElimina
  37. mi puoi sfatare dei miti per favore...
    Com'è la vita a Camaguey... o in generale la vita per un locale a Cuba?

    è davvero come credono tutti, tutti poveri, senza un soldo, che si inventano lavoretti per arrivare alla fine del mese.
    Oppure è comunque una vita normale, scuole, palestra, svaghi. tutto molto più povero di qui, ovviamente.

    Cioè, è una vita molto più tranquilla, giusto?
    Si riesci ad andar avanti (da cubano) solo con i sussidi che ti da il governo?

    Mi puoi dire quanto costa, più o meno in euro, vivere a Camagüey (o città simili, NO havana) da straniero CHE VIVE CON STANDARD CUBANI. intendo di cibo quanto vai a spendere, mangiando e vivendo come un cubano. (non come un turista)

    GRAZIE E scusa per le domande... ma sono cose che nessuno sa o che SA MALE

    RispondiElimina
  38. Abbiamo parlato a lungo di queste cose, fatti un giro sul blog.
    Sintetizzando, un italiano non puo' vivere come un cubano, se ha la casa fstta con 6/700 euro al mese campa, senza fare grandi cose ma campa.
    Non posso spiegarti in poche righe cos'e' Cuba, ci devi andare e renderti conto di persona.
    Non pensare che costi poco, se vuoi vivere ad un certo livello ci vogliono soldi.
    Se vuoi vivere come un cubano, ammesso che ci riesci con 2/300 cuc al mese vivi.
    Anzi sopravvivi

    RispondiElimina