venerdì 22 novembre 2013

ATTENZIONE AL CLIENTE

 

Una delle cose che, a Cuba, deve migliorare, di parecchio e' quella che qua' da noi chiamiamo "attenzione al cliente".
Chiunque lavora con un pubblico sa di cosa parlo
Ovviamente questo accadra' quando molte attivita' commerciali diventeranno particular, staccandosi dal Moloch statale, non prima.
Qualche esempio reale, come sempre.
Ero arrivato in citta' la sera prima, sbarcato da Holguin.
A differenza di adesso, a Dicembre, dove andro' giu' col dinero cambiato a quasi 1.34 a ottobre, la volta scorsa dovevo cambiare.
Vado al solito banco, el Banco de Credito y Comercio, fuori al quale hanno appena messo gli 2 unici bancomat cittadini.
Dove se pero' avete i bancomat coi soliti circuiti Visa te li risputano fuori.
Entro, avevo davanti 2 persone, bene, l'attesa sara' breve.
In realta' aspetto almeno un quarto d'ora perche' la cassiera perde tempo parlando di cazzi altrui con la sciura culona che c'era prima di me.
Tocca a me, arrivo alla barra e la fanciulla mi dice che non cambiano perche' devono avere ancora le valutazioni della giornata.
Erano le 10.30...
Cazzo mi vedi che sono straniero, sai che devo cambiare soldi, dimmelo subito e non mi fai aspettare un quarto d'ora per nulla.
Oppure mettete un cartello a qualcosa di simile...
Faccio per uscire dalla banca, (senza aire, un caldo bestia) e vedo che le porte erano chiuse con la guardia davanti che impediva alla gente di uscire.
Stavano caricando di denaro i bancomat.
Cioe'...quando fanno questa operazione si resta tutti chiusi dentro fino a quando e' terminata.
Questa dovevo ancora vederla.
Esco e vado al banco interancional pochi metri a lato.
Aire condizionata, pochissima gente, una banca di livello europeo e...poco piu' di mezzo punto in meno al cambio...ma chi se ne frega?
Fra l'altro qua' avevano la valutazione...mah!
Altro episodio in piscina, quella dell hotel Tunas.
Durante il carnaval, neanche a dirlo era chiusa, come praticamente tutto in citta', tutto cio' dove non vendesse roba da bere.
Vado la settimana dopo e mi dicono che e' ancora chiusa perche' stanno facendo un "trattamento all'acqua"
Trattamento?
Quale trattamento se quella piscina e' una vasca senza ricambio d'acqua, esattamente come la vasche di casa nostra?
Togli il tappo e l'acqua esce, la riempi, rimetti il tappo, ci metti il cloro ed e' fatta.
Niente, el Carnaval prosegue...
Apriranno poi a meta' della settimana successiva, 10 giorni dopo la fine della fiesta cittadina.
La sola piscina cittadina, se lavorassimo cosi' qua' saremo a dormire tutti sotto un ponte.
Altro episodio.
Vado a fare gasolina allo scooter, voglio comperare del ron en la tienda a lato del distributore.
Entro e c'e la cassiera che sta' contando le mometine.
"Salve"
Silenzio, cagato zero.
"Saaallvveeee"
"En seguida"
Passa un minuto buono e questa, imperterrita, continua a contare le monetine infischiandosene del fatto che eravamo oramai 3 clienti in attesa.
La mando por la pinga e me ne vado.
Piccoli esempi, ne potrei fare a decine, altrettanti ne potrete fare voi sul come, da questo punto di vista, la strada da fare sia ancora tanta.

13 commenti:

  1. Grazie 1000 stare ancora qua e leggere queste esperienze fa ben sperare.....

    RispondiElimina
  2. Sono quelle che più o meno abbiamo passato tutti

    RispondiElimina
  3. È una terra meravigliosa in cui occorre molta pazienza. Mario

    RispondiElimina
  4. Per questa ragione io oltre il mese di permanenza inizio a grippare

    RispondiElimina
  5. In questi casi più che categoria dei demotivati parlerei di quella degli stronzi. Dire "è chiuso" non fa svenire di stanchezza e non richiede grandi motivazioni. Qua si tratta solamente di ignoranza.

    RispondiElimina
  6. teniamo presente che e' un sistema costruito sulla propina.....e quindi ogni piccolo ostacolo che vediamo e' una predisposizione alla raccolta...

    RispondiElimina
  7. Luca ti faccio un'esempio che mi hanno raccontato proprio oggi.
    Nel pomeriggio ero in palestra, un ragazzino era appena rientrato da Cuba.
    Viaggio coi genitori, solito tour di 2 settimane.
    L'Avana,Trinidad,Varadero,S.Clara.
    Partono da Varadero per andare a S.Clara.
    Ovviamente l'attrazione era il mausoleo del Che.
    Venti bus sul piazzale, arrivati da tutta l'isola carichi di turisti.
    Il mausoleo...chiuso.
    Pioveva....

    RispondiElimina
  8. Coach hai sicuramente ragione, ma gli esempi che ho riportato non hanno a che vedere con la propina.
    C'e' da aggiungere che per 10 cuc al mese, probabilmete lavorerei cosi' anche io.
    Dieci non per tutti, chi lavora in banca fra una cosa e l'altra arriva quasi a 50.

    RispondiElimina
  9. solo un policia lliega a 50 legal...mejor si esta caballito (moto guzzi) per il resto sono d'accordo con te....avere uno stipendio che vale 30% dello stretto necessario porta ad una depressione pazzesca.....che loro tentano di curare con la musica.....

    RispondiElimina
  10. Coach la moglie del mio amico mago lavora in banca.
    Una parte del salario e' in cuc, un'altra en moneda national, c'e' il rimborso per la comida e un'estimulo mensile.
    Arriva maomeno a quella cifra.

    RispondiElimina
  11. Aggiungo che questo e' quello che mi ha detto lei, non ho certo visto il cedolino...
    Di solito non e' una che racconta palle.

    RispondiElimina
  12. giusto io sapevo che senza contare prebende varie e stimoli il Policia motorizzato era l'unico che i 50 li superava....se pagano in cuc una parte....mi devo aggiornare.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che a polizia e militari diano anche un pacchetto mensile con sapone shampoo e altri generi di prima necessità. Anche questi sono soldi

      Elimina