giovedì 14 novembre 2013

FIESTA Y SEXO!

 

La piu' bella notizia che mi e' giunta, en papel, pochi giorni dopo il mio arrivo a Cuba e' stata...la sentenza di divorzio.
Non avendo mai dato nessuna importanza a questa istituzione, ovviamente, l'iniziativa e' partita dalla mia ex moglie (120 pesos mn).
Se aspettava me (800 cuc) sarebbero tranquillamente passate alcune ere geologiche, i dinosauri sarebbero riapparsi sulla terra, il mare avrebbe nuovamente lambito le pendici dei monti dolomitici e Ventura avrebbe azzeccato una formazione.
Che fantastica invenzione la Rebeldia!
Se ci fosse anche da noi, alcuni cari amici non si sarebbero rovinati e ridotti a vivere in stato di indigenza per mantenere la baldracca di turno e i figli con cifre al di fuori di ogni logica.
Comunque appena letto el papel la prima cosa che mi e' venuta in mente e' stata....FIESTA Y SEXO!
Ho inviato 3 sms a 3 amiche scatenate; "ti aspetto alle 2 alla casa", " ti aspetto alle 5 alla casa", "ti passo a prendere e ti porto fuori a cena".
Dopo pochi minuti sono arrivati i 3 "ok" ed e' iniziata una giornata devastante ma divertentissima.
Ragazzi, roba bella, non la rumenta che vedo appesa al braccio della maggioranza degli italiani in giro per Tunas.
La mattina dopo, con passo malfermo, un sorcio morto in bocca e le gambe che facevano Giacomo Giacomo, sono salito sulla scooter e sono andato a trovare il Mago.
"Sabato Fiesta"!
Ho cosi' deciso di fare una bella fiesta in onore del sacamento del bicho.
La locations scelta e' la casa dove vive, ha un gran patio, si puo' fare tutto il casino che si vuole e sapevo che sarebbe arrivata solo gente per bene.
Sua moglie e' parte del familion di cui prima o poi vi raccontero' qualcosa.
Ne abbiamo parlato anche con l'altro amico, quello la cui compagna ha appena perso il bimbo.
L'idea mia era, ovviamente, di accollarmi ogni costo ma non c'e' stato verso, se fiesta doveva essere, ognuno avrebbe dato il suo contributo.
Tenete conto che per fare una fiesta normale, a la cubana, senza esagerare, ma neanche farsi mancare nulla, occorre maomeno un centone.
Parlo di una fiesta cubana fatta bene non di quelle che si riempiono di sanguisughe soltanto perche' in zona c'e' uno yuma.
Dopo tutti questi anni ci mancherebbe pure.
Cosi' ci siamo accordati che io avrei pensato al puerco, loro 2 alla cerveza, al resto ci avrebbero pensato i 2 ottuagenari e il resto del familion.
El puerco l'ho preso da uno che conosco, 750 pesos, una settantina di libbre, perfetto per la bisogna.
Bellissima la scena con il sottoscritto che, 3 giorni prima della fiesta, portava un puerco al guinzaglio fino a casa del Mago, che per fortuna era a una quadra.
D'altronde se Meroni andava in giro con la gallina perche' mai io non posso andare in giro con un puequito...? Ahahahahah.
Per la cerveza la loro idea era di farla con i prodotti presi direttamente dalla fabbrica, non me ne intendo ma pare che venga fuori buona e che, al final, si spenda la meta'.
Sono mancati i tempi e anche un'ingrediente, hanno comperato un tonel de Tinima, quella uscita da poco con l'etichetta blu.
Sei gradi di buona birra.
Il tutto e' costato loro 1200 pesos, ho cercato di contribuire ma non c'e' stato verso.
L'equivalente di quasi 170 bottiglie.
Pensavo fosse troppo ma avevo sottovalutato quanto beve quella gente.
Il familion ha pensato al carbon, al resto del cibo, al ron, alla musica e ad asare el puerco.
Per esperienza so che se lo si fa' cuocere a una panaderia o a qualcuno che ha un forno, viene piu' buono e il costo, 80 pesos, e' maomeno quello del carbon.
Pero'...si perde el gusto de la fiesta.
Passo al mattino del sabato e vedo che stavano passando alle vie di fatto col povero puerquitos....ho preferito girare lo scooter ed evitarmi lo spettacolo.
Sono tornato verso le 3 del pomeriggio che l'attivita' era gia' inizata, una vera autentica fiesta cubana.
Cazzo quanto mi mancava...
Alla fine, oltre al familion c'erano 5/6 miei amici da una vita, le nipoti del familion (oltre a se stesse) avevano portato qualche amica e non si poteva certo dire che ci fosse carenza di bollo.
C'era gente dagli 80 anni fino a bimbe di 3....il tutto condito in salsa cubana.
Il pomeriggio e' trascorso bevendo (avevo portato anche qualche bottiglia di ron), girando el puerco ( ho fatto il mio bravo turno) ballando, ridendo, facendo casino e ...giocando a domino.
Dopo oltre 13 anni di Cuba, per la prima volta, mi sono avvicinato a questo gioco.
Quando, dopo circa 4 ore, el puerco era cotto al punto giusto, e' stato messo sul tavolo ed' e' inizato il solito canovaccio tipico di questa situazione.
I bambini hanno litigato per il rabo, le donne hanno iniziato a riempire i piatti, qualcuno ha mangiato direttamente dal tavolo, a la cubana.
Io, che in queste cose sono un po' fighetta, ho preso un tenedor e ho mangiato un po' di carne, evitando di avventarmi con le mani.
Comico vedermi con la mia forchettina in mezzo ai caimani...
La cerveza e' finita, el puerco anche, el ron neanche a parlarne.
Nessuno ha esagerato nel bere, alla fine, neanche a dirlo, l'unico sull'alticcio andante era il Mago.
E' stata una splendida fiesta, riuscitissima con ambiente y todos.

Tie' al bicho...

20 commenti:

  1. Manca pure a me una bella festa con puerquito y cerveza a gogò.
    Hai dato un esempio di fratellanza ed eguaglianza girando lo spiedo...di solito in quelle occasioni l'incombenza è sempre per il negro più prieto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non volevano ma alla fine io sono uno di loro.
      E poi ero pure uno di quelli con la carnagione più scura ahahah

      Elimina
  2. Bel racconto. Mario

    RispondiElimina
  3. È la mia Cuba fatta di persone e non di chiacchiere.

    RispondiElimina
  4. Quanto mi mancano le feste a la cubana...soprattutto in questo periodo di merda che viviamo in Italia, dove tutti sclerano,tutti sono arrabbiati per la mancanza di lavoro, di soldi che non girano,mentre a Cuba i poveri hanno sempre il sorriso e una grinta da ricchi...quella si che è Vera Gente!Se tutto va bene, altri 7-8 anni di Italia mi devo fare, poi dal giorno dopo la pensione, biglietto di sola andata,maomeno per tutto il tempo che mi servirà per resettare lo schifo Italia, e ricaricare le batterie...vivere a Cuba 12 mesi su 12 no, ma 7 a Cuba, e 5 in Italia quando è caldo si!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Walter sono un paio di giorni che ripesco i tuoi commenti in spam. Hai qualche virus?

      Elimina
  5. Milco una domanda stupida...ma come mai ti sei ingrippato col fatto del nome da mettere nei post? cioè, se tu tolleri anche un nome anonimo o inventato,purchè uno scriva un nome, che senso ha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un modo più corretto e limpido per comunicare fra noi lasciando la basura fuori

      Elimina
  6. La birra di cui parli deve essere quella che chiamano "santanica" dal nome di una formica piccola ma che "pica"
    La gradazione è piu' forte della Tinima e anche il sapore è decisamente migliore.
    Concordo sul fatto che il puerco deve essere rosolato a dovere ed è una parte integrante della fiesta.

    RispondiElimina
  7. Esatto Luis mi dicono che quella birra sia davvero buona.
    Il puerco deve essere molto ben cotto

    RispondiElimina
  8. ciao un porco di circa 30kg pagato 750 pesos che sarebberro 31 cuc = 24 euro ?? buonooo una info sai magari anche i prezzi delle varie cose di cerdo che vendo dei "macellai stradali". marco

    RispondiElimina
  9. Beh...un puerco intero vale maomeno 11/14 pesos Mn la libbra..
    El puerco venduto nelle "macellerie" vale sui 24/25 pesos alla libbra.

    RispondiElimina
  10. ormai sei il mio idolo indiscusso! La cosa delle telefonate mi è successo molte volte! ;-)
    e la festa, vissuta a cienfuegos per capodanno! .. non resisto devo partire!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che una delle ragioni del piccolo successo del blog sia il raccontare situazioni che molti di noi,a Cuba, hanno vissuto

      Elimina
  11. Sei proprio un maiale! Complimenti, io non avrei saputo fare di meglio! :-D

    RispondiElimina
  12. Luca tieni conto che ho scritto...quel che si poteva scrivere...ahahaha

    RispondiElimina
  13. el lechon asado a cuba e' un'arte...piace anche a me esser parte attiva quando sono giu'. si parte dalla scelta anche della razza....quello nero ha un grasso elevato ma poca cotica...si deve chiudere bene...il grasso bolle all'interno e la cottura dura 3/4 ore....quello rosado ha meno grasso e piu' cotica,,,2a parte cottura va allontanato un po' dal fuoco e dura di piu' la cottura...sostegni con corde mobili che puoi dosare in lunghezza..... gli incaricati a dar vuelta devono essere 2 con cerveza costante...proibire el ron.hasta el final pero bottiglia promessa in regalo ....cosi' non si distraggono...non deve avere figli attorno altrimenti faranno girare a loro.... sono in tema?

    RispondiElimina
  14. Sei un luminare in materia amico mio.
    Io preferisco el puerco rosado

    RispondiElimina
  15. l'ultima astuzia e' nascondere una piccola parte approfittando dei fumi dell'alcool e poi al risveglio all'indomani consumarlo tra i ricordi della borrachera...scaldato e purtroppo un po' rinsecchito dall'horno...con papas fritas y batido.....por limpiar....

    RispondiElimina
  16. Come bene sanno a Cuba,del puerco no se bota nada

    RispondiElimina