domenica 3 novembre 2013

IL RACCONTO DELLA DOMENICA

 

QUEI RARI MOMENTI
E' una giornata come tante in terra cubana.
Una giornata di mare, la spiaggia sceglietela voi.
Dopo una notte come si deve.
E un risveglio che ci meritiamo.
Una splendida giornata di sole.
Il sole caldo e dolce del Caribe.
Una giornata perfetta.
Si parte per il mare, solo noi due.
La macchina col pieno di benzina.
Si arriva alla playa, si va a parlare per il pranzo.
La casa giusta, il cibo giusto...
Una lunga giornata passata con lei.
L'importante e che mi faccia stare bene.
Il resto conta poco.
Un lungo bagno insieme.
La spiaggia e' deserta, nessuno puo' vederci.....
Un pomeriggio passato a parlare e camminare, raccontandoci
di noi.
Arriva il tramonto, il sole e' una palla rossa nel cielo.
Direttamente sopra il mare.
Il sole, il mare, il tramonto, Cuba, io e lei.
Tutto perfetto.....
Come un pugno in pieno volto arriva inaspettato un pensiero.
Perche' tutto non si ferma qua'?
Ora ,in questo posto, in questo momento?
Perche' tornare in citta' e ,fra qualche giorno, in Italia?
Perche' non fermare in eterno questo momento?
Ti chiedi cosa di meglio puoi chiedere alla vita di un momento
cosi'.
Ti domandi se, anche solo per un fugace attimo, sei vicino alla
felicita'?
Se ci fosse un modo, in quel preciso momento, per dire...
"Io mi fermo qui'"
Col sole, con il mare di Cuba, con questo tramonto e questa
donna accanto.
Ma non si puo'.
Tutto scorre e quell'attimo e' cosi' speciale proprio...
Perche' e' un attimo.
Se diventasse la quotidianita' smetterebbe di essere speciale.
Diventando...come tutti gli altri.
Quindi, quando capitano questi attimi, godiamoceli a pieno
respiro.
Perche' passano.
Non abbiamo alcuna certezza di averne altri.
Non importa se a Cuba, in Italia o altrove.
Teniamoceli stretti.
Quei rari momenti.......

6 commenti:

  1. Dado Ciao Milco volevo dirti che hai messo uno sfondo troppo scuro che in mobilità è scomodo da leggere saluti da Alessandria

    RispondiElimina
  2. Ciao Dado parli del movil vero?
    Me ne sono accorto rispondendo a Paolino, ora risolvo, fammi sapere se e' tutto ok.
    Grazie per la dritta

    RispondiElimina
  3. Ora si legge Ciao dado

    RispondiElimina
  4. Ok Dado.
    Una cortesia, se dalle tue parti dovesse transitare un "certo" mandrogno, prendilo sotto con la macchina. . .

    RispondiElimina
  5. Avrebbe dovuto comprare i grigi invece ci ha fatti fallire miseramente quante anno fa. Nemmeno a me è simpatico se lo vedo sulle strisce accelero.dado

    RispondiElimina