mercoledì 6 novembre 2013

LA BOLITA

 

Durante questo mio periodo trascorso a Cuba, ho accompagnato un'amico di vecchissima data a fare il giro de la bolita.
Ovviamente e...ufficialmente ho accompagnato un conoscente, in scooter, a fare delle commissioni, senza sapere di cosa si trattasse.
Si tratta di una pratica, diciamo tollerata ma non esattamente legale.
Vi spiego quello che ho capito, se qualcuno ha maggiori contributi, ben venga.
E' comunemente chiamata bolita la riffa (lotteria) che si effettua ogni giorno....a Miami.
I cubani si giocano i numeri nella speranza, quasi sempre vana, di arrotondare l'entrata mensile.
Come avviene in ogni gioco d'azzardo che si rispetti, chi vince, al final e' il banco.
Todo el mundo, ogni giorno si interessa di sapere quali numeri sono usciti.
Il banco e' rappresentato, solitamente da uno/due personaggi che rispondono di ogni vincita e incamerano i proventi di questa redditizia attivita'.
Quasi mai si gioca direttamente al "banco".
Ci sono delle "ricevitorie", (tenete sempre conto del virgolettato) dove la gente dei vari barrios va' a giocare.
Queste "ricevitorie", ovviamente, si intascano una percentuale.
A volte ci sono ricevitorie piu' piccole che poi portano i soldi a ricevitorie piu' grandi.
Ovviamente parlo sempre di case private....non immaginatevi un punto Snai.
Il compito del mio amico, in bicicletta, e' quello di, 2 volte al giorno, la prima intorno a mezzogiorno, la seconda alle 19.30 maomeno, di portare le quote, raccogliere il denaro ed occuparsi dei pagamenti.
Il mio amico, ogni giorno passa da 7 di questi punti, (che in realta' sarebbe 11 col sistema delle ricevitorie piccole e grandi) per occuparsi del negocio.
L'estrazione a Miami avviene di sera.
Praticamente ci giocano tutti, c'e' chi mette 5 pesos su un numero e chi ci mette 100 cuc.
Quello che vi posso assicurare e' che girano un sacco di soldi.
Esistono molte "banche" quasi una ogni barrio, ed ognuna da le sue quote sui numeri.
Solitamente in citta' pagano piu' che al campo.
Il mio amico per questi 2 giri, fatti spesso sotto un sole de pinga, si mette in saccoccia 24 cuc ogni settimana.
E' un lavoro di responsabilita', 363 giorni all'anno, non puoi mai mancare, se stai male devi mandare qualcuno a fare il giro al tuo posto.
E' responsabile che i conti siano esatti, che chi vince venga pagato, se manca denaro alla fine ce lo deve mettere di suo.

E' tutto in viaggiare di fogli, foglietti e pizzini.
La policia, ovviamente sa chi e' il banco e chi fa i giri, ma come spesso avviene, fino ad una certa altura lascia fare.
I poliziotti, del resto scommettono come e piu' degli altri.


10 commenti:

  1. El Loco questa mi mancava. Aston ti sei infilato ovunque.

    RispondiElimina
  2. Veramente,tu si che sei entrato nel sistema......anche per questo ti seguo,per cercare di capire questo maledetto sistema e andando pochissimo a cuba,da te ne imparo sempre di nuove.paolino.

    RispondiElimina
  3. Bah...e' sufficente, quando sei la', cercare di capire come funzinano le cose, nulla piu'

    RispondiElimina
  4. Oye, el loto a cuba e' clandestino da 50 anni ed e' su Miami che si guardano gli estratti.....credo funzioni anche in un altro Paese a forma di stivale....si guardano le estrazioni ufficiali ma il banco in certe regioni e' privato....

    RispondiElimina
  5. Sicuramente ma io sono poco esperto di queste cose, e' comunque interessante vedere quanti soldi girano per questa riffa.

    RispondiElimina
  6. questa non la sapevo neanche io...anche perkè con i cubani in senso lato quando sono giù ho poco a che fare, nel senso che ho i miei riferimenti e i miei giri, però questo dimostra che tutto il mondo è paese, anche in Italia si gioca il picchetto, illegale come la bolita a Cuba.

    RispondiElimina
  7. yeney
    ciao a tutti,si la bolita funziona proprio cosi i numeri vengono stratti a miami e a volte svagliano il segnale e prendono altri numeri, un grande casino quando le ricebitorie piccole passano i numeri a quelle grandi vuole dire che hanno gioccate con vincite superiori agli incassi e quindi si parano il sedere, qualche volta vinceva mia mamma XD, io sono di puerto padre...XD

    RispondiElimina
  8. Benvenuta nel blog e complimenti per il tuo italiano

    RispondiElimina