domenica 10 novembre 2013

POMERIGGIO SPORTIVO

 

Il tempo si e' messo de pinga, di conseguenza oggi e' la classica giornata da dedicare allo sport...da guardare.
Oddio, questa mattina un salto in palestra lo faccio, roba leggera, nel pomeriggio un salto al solito baraccio proletario, si tira fuori la sciarpa per tifare per la squadra di Torino.
Pare che Libidine riproponga il 4-2-4 a lui tanto caro.
Questo schema, lo scorso anno, ci ha portato alla salvezza, salvo poi quasi suicidarci nelle ultime 10 giornate quando la squadra non lo reggeva piu'.
Si puo' usare, a patto di saper giocare anche in altro modo.
Ce ne mancano parecchi anche oggi, ovviamente nessun primavera convocato, se hai meno di 30 anni, non hai giocato in un certo Bari e hai la fedina penale limpia e' difficile che il Guru, inventore del calcio, ti prenda in considerazione.
Abbiamo vinto 3 delle ultime 25 partite ufficiali, non sarebbe male riassaporare quello sconosciuto sapore anche se, storicamente, a Cagliari ci lasciamo sempre le penne.
Il programma odierno offre la seconda squadra cittadina contro il Napoli, ovviamente il menu' del pranzo sara'...pizza.
Ieri l'Inter ha vinto, ma voglio alzarmi in piedi e fare un enorme applauso al suo capitano Javier Zanetti, a 40 anni dopo un infortunio che stroncherebbe un ventenne, e' tornato in campo mettendo lo zampino nel gol del raddoppio.
Un uomo vero prima che un'atleta.
Cambiando sport ieri la nazionale di Rugby ha preso, a Torino, una scoppola da paura con l'Australia.
20-50, niente da fare, cambiamo allenatori, giocatori, moduli ma il nostro valore e' quello, intorno al decimo posto del ranking mondiale, ed e' gia' tanta roba.
Contro queste squadre non c'e' trippa per gatti, troppo grande il divario.
Marquez oggi, con ogni probabilita' si consacrera' campione delle moto Gp, mentre Valentino, come al solito dovrebbe arrivare quarto.
Venerdi iniziera' la finale di Davis, Serbia contro Repubblica Ceka.
Nessun dubbio, tre dita alzate al cielo e Forza Serbia!

6 commenti:

  1. Zanetti è un campione che và oltre la maglia che indossa. Stefano

    RispondiElimina
  2. BASTA!

    FINO A QUANDO QUESTO GENIO RESTA IL NOSTRO ALLENATORE NON PARLERO' PIU' DEL TORO.
    ESISTE UN LIMITE A TUTTO!

    RispondiElimina
  3. non dire cosi,ti capisco,a caldo si puo reagire cosi,certo che di questo passo si va in b.

    RispondiElimina
  4. HO VISTO ORA LA SUA INTERVISTA, DICE CHE ABBIAMO DOMINATO PER 75 MINUTI.
    Abbiamo fatto pena, andiamo ai 2 all' ora, 60 passaggi per passare la meta' campo.
    Il nostro solo schema e' palla a Cerci e speriamo.
    basta, fino a quando questa merda non sparisce io non parlero' piu' del Toro.

    RispondiElimina
  5. http://forum.toronews.net/viewforum.php?f=2&sid=d2de971c39163c9bc6323175b1e946c9

    RispondiElimina