giovedì 30 gennaio 2014

ALLEVARE ANIMALI

 

Come accennavo in post precedenti, da un po' di tempo a questa parte, cerco di capire come funzionano le cose dal punto di vista dell'agricoltura e dell'allevamento a Cuba.
Ritengo, magari sbagliando, che ci possano essere dei margini di negocio, a patto di avere le persone giuste su cui appoggiarsi.
Come ha gia' detto, sono un cittadino che vive da un decennio in un monte, di cose egricole o di bestie ci capisco poco.
Ma sto' imparando.
Durante i miei 2 ultimi soggiorni tuneri ho potuto passare qualche giorno al campo, in piu' il suegro, fra i suoi numerosi traffici, ha anche una puerca sulle 400 libbre.
Una specie di ippopotamo da riproduzione che tiene nella finca di un'amico alle porte di Tunas.
La fa riprodurre per poi portarsi a casa, dove ha un piccolo corral, una parte dei lechon.
Durante l'ultimo soggiorno siamo andati a prenderne 4 nella finca, con lo scooter.
Io guidavo e lui, dietro con 2 sacchi coi lechon dentro...
Allevare animali e' una cosa molto impegnativa, intanto mangiano tutti i giorni e non uno si e uno no, e poi perche' hanno anche il brutto vizio di ammalarsi.
Le mucche, lasciamole stare, chi le alleva, per conto dello stato, ha il vantaggio di potersi tenere una parte del latte per venderlo o farci formaggio, ma il tirare su cose per...altri non e', a mio modesto parere, una gran cosa.
Stesso discorso per i cavalli.
Ovviamente la parte del leone la fa el puerco.
Se soluzioni sono sostanzialmente 3.
Fare tutto privatamente, una parte privatamente e una con lo stato, fare tutto con lo stato.
Nel primo caso onori ed oneri sono tutti tuoi, nel secondo una parte, nel terzo lo stato ti para parzialmente il culo.
Lo stato ti paga di meno alla libbra ma, cosa importantissima, una parte del pagamento e' fatto con la fornitura del mangiare per los puercos.
La comida e' un grosso problema, a volte la si trova, altre volte no.
Un conto poi e', come fa il suegro, tirarne su 3/4 nel patio.
In un modo o nell'altro il sancocho salta sempre fuori ma se hai 10/20/50 animali da sfamare sono cazzi.
Se un bel momento il cibo sparisce, li devi vendere cosi' come sono con perdite di denaro notevoli.
Non a caso, chi lavora seriamente, compera molto piu' mangiare rispetto a quello che serve, se, a un bel momento il cibo sparisce dal mercato, perlomeno per un certo periodo riesce a sfangarla.
Lo stato ti risolve questo problema effettuando una parte del pagamento che ti deve in cibo.
El puerco, di gran lunga, resta il miglior animale da allevare a Cuba.
Non a caso Buena Fe ci hanno fatto una canzone chiamandolo mamifero nacional.
I conigli hanno il problema che si ammalano facilmente, e' vero che, come da tradizione, si riproducono frequentemente, ma e' anche vero che mangiano come lupi, di conseguenza non molti lo considerano un negocio.
Le galline necessitano di spazi importanti, sopratutto bisogna pulire continuamente.
Scagazzano dappertutto e il loro scagazzo, se si parla di spazi ristretti, puo' portare infermita'.
Fra l'altro mi spiegavano che ci sono 2 tipi di pulcini, uno que sirve ed uno no....ma non chiedetemi di piu'.
Di ovejos non so nulla.
Allevare animali e' comunque una cosa che puo' dare, a patto di avere sottomano qualcuno che sa dove mettere le mani.
Noi lo sappiamo di certo, nel borsillo.

14 commenti:

  1. Ne parlavo proprio ieri sera con mi suegro...mi diceva che con 15000-20000 cuc di investimento si può iniziare un'attività di allevamento nel campo puercos...con un discreto margine di redditività...da approfondire...
    Gari

    RispondiElimina
  2. El Loco tutto posso pensare di fare a Cuba meno allevare bestie.

    RispondiElimina
  3. Gari anche con meno...almeno nella provincia di Las Tunas

    RispondiElimina
  4. Loco fai bene. Ogni testa e' un piccolo mondo

    RispondiElimina
  5. Noi la facciamo facile, viviamo in Italia e non ci manca nulla, ma per chi fa quella vita sono cazzi, la sera devi mettere il cibo in tavola, e se non sei abituato ti fa abituare la fame, vedi come impareremmo presto se noi vivessimo in quelle stesse condizioni sociali.

    RispondiElimina
  6. Comunque chi ha e alleva bestie male non se la passa.

    RispondiElimina
  7. per allevare animali senza aver almeno un passato agricolo ha un coefficente di rischio pari al piu' difficile dei salti della Cagnotto...anche se si e' cubani.
    Ci sono alcuni elementi che le persone che iniziano a farlo non tengono mai presente...ve ne scrivo solo 2:
    controllo malattie obbligatorio e programmazione alimentare fino alla vendita......beh conoscere il nome ed i costi del veterinario e avere gia' programmato tutta l'alimentazione fino alla vendita degli animali...sarebbe un buon inizio...cosi si verrebbe a conoscenza di altri 2 fattori che a cuba cambiano i valori....sequia e falta alimenticia.....Auguri...

    RispondiElimina
  8. Condivido Coach, infatti sto' solo osservando con le mani dietro alla schiena, come un pensionato davanti ad un cantiere.

    RispondiElimina
  9. io ho fatto partire il piano B...l'anno scorso....e adesso sono li che devo programmare la prima visita nel campo.....caspita so gia' che ci potrebbe essere un bivio...e non so se sperare che le cose vadano bene o no....se vanno male...te la metti via...ed e' il richio minore...e se le cose stessero andando nella direzione giusta....cosa dira' il cuore???? per ora tomate y cibos

    RispondiElimina
  10. A volte non bisogna fare troppi calcoli.
    Fatti e non pugnette.

    RispondiElimina
  11. infatti ma sai la teoria dell'ultimo miglio.....e' anche vero che se ci arrivi hai il dovere di cercare il traguardo.....

    RispondiElimina
  12. correre come se ti aspettasse sempre un altro giro...solo cosi' si arriva alla fine o si e' interrotti ancora in corsa....
    tuttavia Cuba si sta lentamente rialzando' con noi o senza di Noi...secondo me questa certezza dovrebbe bastare...

    RispondiElimina
  13. Che si stia rialzando lo diciamo da anni, con un po' di coraggio in piu' le cose sarebbero piu' rapide.

    RispondiElimina