lunedì 6 gennaio 2014

LA MULTA



 

Questa volta, dopo ben 6 anni, una multa me la sono presa.
In questi 6 anni, 3/4 volte los cabalitos mi hanno fermato, ogni volta, magari per piccole cazzate, ma comunque se mi avessero ficcato una multa avrebbero avuto ragione.
Caratterialmente odio i cazzari e quelli che negano l'evidenza, se ho torto non accampo scuse.
Al limite posso far notare che si tratta di una piccola infrazione, promettendo che staro' piu' attento ma oltre non vado.
Questo atteggiamento, intellettualmente onesto, mi ha risparmiato tutte le multe che avrebbero potuto darmi, guadagnandomi un ulteriore possibilita', che non ho mai sprecato.
Questa volta c'era poco da raccontare.
Era di sera, in scooter con la mia compagna, eravamo andati a cenare al Paradiso trovandolo pieno.
A quel punto andiamo verso il centro, passo in una di quelle vie che conosco come le mie tasche da 14 anni.
Stavamo parlando sul dove andare a cenare, nessuno dei due si e' accorto che eravamo...contromano.
Arriviamo all'incrocio con calle Garcia, il corso principale della citta', e all'angolo 3 policia, non cabalitos.
Ci fermano, 2 giovani e un pinga negron.
Uno dei 2 giovani mi fa notare che ero in pieno senso contrario.
Cado letteralmente dal pero, "hai ragione, proprio non ci avevo fatto caso".
Il negro, il graduato del terzetto, senza dire una parola, con una faccia di merda, inizia a scrivere.
Fra l'altro ignorante come una mata de mango, non capiva, passaporto in mano, qual'era l'apelido...un policia che passa le giornate ficcando multe.
Il tipo e' famoso per essere il piu' grosso cagacazzo della citta', sempre pronto a chiedere carne' alle fanciulle e a rompere le palle.
Ero pronto per la giusta e meritata multa, nessuna contestazione ma e' uso, sopratutto fra los cabalitos, chiamarti per nome e con forma ed educazione, darti una spiegazione sulla tua infrazione e sulle conseguenze.
Quel pinga negron, senza dire una parola inizia a scrivere sul contratto de renta.
Va bene la multa ma la forma non andava bene per nulla.
"Que estay haciendo?" "te sanziono" "ojala que en mi pais la policia con los cubanos se porta mejor y con mas education de come te stai portando tu conmigo"
Questa a grandi linee la conversazione, puoi essere pure un policia, farmi la multa ma mi tratti col dovuto rispetto.
Mica ho ammazzato qualcuno.
A quel punto gli dico che mi sta' facendo la multa per la mia faccia bianca e lui mi risponde che per lui stranieri e cubani sono uguali.
Morta li la cosa.
La mattina dopo vado da Alberto, il mio amico che renta gli scooter, sapevo che se si pagava la multa nelle 72 ore successive alla notifica, l'importo e' ridotto del 50%.
Alberto legge il contratto, sul fondo ci sono delle caselline per le multe.
C'e' l'articolo violato (mi pare il 65) non c'e' l'importo (60 cuc...pinga!) e dove c'e la voce UNITA', credo trattasi dell'unita' di appartenenza dell'agente, c'e' uno scarabocchio illeggibile.
"Prova ad andare in policia, alla terzera, spiega la cosa e digli che una cosa cosi' pasticciata non posso farla passare."
Pronti!
Alla fine erano 30 cuc, ho perso un po' di tempo piu' che altro per metterla nel culo a quel semianalfabeta dell'agente.
Vado alla terzera e mi spediscono al secondo piano.
Nella stanza c'e' una signora in divisa, simpatica e chiacchierona nella sua formalita'.
Spiego la cosa, le dico che in agenzia de renta quella multa cosi' pasticciata non me la facevano pagare, le chiedo come muovermi.
Inizia a telefonare a colleghi esponendo il problema, nel frattempo arrivano altre 2 poliziotte di quell'ufficio.
Mentre attendiamo risposte iniziamo a parlare, mi chiedono dell'Italia, tutte hanno figli adolescenti e volevano sapere come funziona l'istruzione nel mio paese.
Si ride e si scherza, non sembra nemmeno di stare in policia..
Fra l'altro 2 giorni dopo e' S.Lazzaro e arriva gente a chiedere il papel per poter addobbare casa e fare fiesta, non sapevo neanche che servisse.
Dopo 40 minuti la jefa mi dice di tornare nel pomeriggio.
Alle 15 mi ripresento e lei sorridendo mi annuncia che la multa e' cancellata.
Il tipo e' della policia rurale, la multa e' annullata, come potete vedere, per vizio di forma e per mancanza di dati.
Sono uscito dalla policia sorridendo, ogni tanto qualche bella soddisfazione fa' piacere...

26 commenti:

  1. EL LOCO Direi che hai fatto la cosa giusta e che ti e' andata bene

    RispondiElimina
  2. Guarda avrei pagato la multa senza problemi, ma la maleducazione da parte di un poliziotto nei confronti di chi porta valuta pregiata...no...non ci sta'.

    RispondiElimina
  3. Milco ha tutte le ragioni, io indosso una divisa, Milco lo sa,lavoro nelle forze dell'ordine,ma il fatto di avere un uniforme addosso non implica che si deve essere maleducati e arroganti con i cittadini, anzi, il contrario...tu rappresenti lo Stato,ma in primis te stesso,e non è perchè hai una divisa addosso puoi credere di essere superman, RESPECT!!!Ovviamento il rispetto va dato solo a chi ti rispetta,questo mi sembra ovvio..

    RispondiElimina
  4. Ho alcuni carissimi amici fra e nostre forze dell'ordine, da sempre nutro per loro un sacrosanto rispetto.
    Fanno un mestieraccio pagato malissimo.
    A volte, cito il G8 e la Tav, sono costretti ad eseguire ordini da parte di politici corrotti ed impresentabili.
    Detto questo, da parte loro ci deve sempre essere rispetto nei confronti del cittadino che e' comunque il suo datore di lavoro.
    Rispetto per chi si comporta con rispetto.
    A Cuba per me e' la stessa cosa, massimo rispetto da dare e da ricevere.

    RispondiElimina
  5. io a santiago anni fa in una rotonda tra le principali della citta' un caballito arrogante mi ha visto fermarmi allo stop, l'ho guardato ho aspettato che mi vedesse fermo e sono ripartito...beh mi ha fermato ed ha cominciato a scrivere come quello tuo....gli ho fatto anch'io capire che la sua arroganza era gratuita....niente multa ingiusta...mi mette il foglio davanti e dice firma...firma? ohe Senor tira fuori il tuo documento che prendo le tue generalita' gli ho detto.in italiano...e se non capisci portami in sede...che ci divertiamo..e lui senza salutare si gira e va verso la sua moto dicendomi di andare....beh ho fatto la foto della targa della moto e gli ho detto che era meglio per lui che se ne andasse perche' avevo l'intenzione di continuare a girare per la rotonda fermandomi almeno 10 minuti ogni volta che entravo.....al secondo giro el negron se fue'''piccola sodisfazione pagata 20 fula

    RispondiElimina
  6. Se trovi il policia stronzo può succedere. Di solito los cabalitos hanno un po più cultura dei policia normali ma non è una regola fissa

    RispondiElimina
  7. alla fine hai buttato una giornata inutilmente ......tanto valeva pagare i 60 e tanti saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 40 minuti al mattino in cui mi sono divertito e 2 minuti al pomeriggio.
      Per una questione di principio non mi sembra molto. Poi uno può preferire farsi mettere i piedi in testa ma non è il mio caso.
      Non portare come anonimo. Grazie

      Elimina
  8. (Chan Chan). Io ne ho presa una di 30 cuc, a Santiago, ma stavo in torto e il caballito, con educazione...mi ha multato.. ho pagato. A proposito, mi rivolgo a tutti coloro che hanno acquistato un biglietto on-line comprando direttamente dal sito della Blue Panorama (io ho sempre comprato da altre parti, oppure via telefono o via agenzia): si acquista tramite carta di credito senza problemi e ti inviano i biglietti via mail? Qualcuno ha mai avuto problemi oppure tutto liscio? Perché dopo le disavventure della Blue Panorama non sono troppo tranquillo :) :) :) Però ci sono alcuni prezzi molto vantaggiosi tra aprile e maggio. Grazie saludos

    RispondiElimina
  9. Il problema non è avere il biglietto ma riuscire a partire prima del volo di ritorno. . .

    RispondiElimina
  10. Beh, 60 cuc sono circa 40 euro. Uno che guadagna 40 euro l'ora se la passa molto bene in Italia. Direi che Milco ci abbia guadagnato. A proposito di educazione. Un mio amico fu fermato da un poliziotto mentre era assieme alla sua donna. Oddio, fermato è una parola impropria visto che stavano seduti a un tavolo. Il polizia guarda la sua compagna e dice: "Carnet!". Risposta del mio amico: "Primera cosa la educacion!" ed il tipo dopo un primo momento ha lasciato perdere. Quando fanno gli stronzi è giusto farglielo presente, ovviamente utilizzando del buonsenso.

    RispondiElimina
  11. Luca alla fine ne avrei pagati solo 30. Che abbiate torto o ragione fatevi sempre rispettare e trattare con i giusti modi.
    La più bella e ne feci un racconto per il primo libro,è stata quando mi hanno fermato in scooter perché la fanciulla seduta dietro. . .mi abbracciava. . .

    RispondiElimina
  12. X Chan Chan
    Acquisti dal sito e ti arriva l'itinerario scelto nella mail che hai indicato. Mai avuto intoppi col sito. Putroppo, nel corso degli anni, difficilmente i voli sono partiti in orario. Anche quest'ultima volta: andata spostata dalla mattina al pomeriggio (+ ulteriore ritardo in aeroporto) e ritorno partito con 2h di ritardo.

    Per il resto ho preso un paio di multe con la macchina, a Santiago e a Holguin, sempre dai caballitos. Ma mai trovato persone maleducate.

    Volevo chiedervi poi se avete avuto notizie riguardo ad un probabile cambiamento nella legge sulla compravendita degli immobili. All'Avana ho sentire dire questa cosa da diverse persone, di un imminente cambio. Vi risulta?

    RispondiElimina
  13. Cambio di che tipo?
    Le opzioni sono 2.
    Donazione o vendita,in questo caso si paga il 4% entrambi di tasse.
    Si paga sul dichiarato non sul reale. . .

    RispondiElimina
  14. Hai ragione Milco. Avevo dimenticato il vantaggio del pagamento rapido. Interessante la cosa delle 72 ore. Non la sapevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io.
      L'ho saputo da Alberto de la renta quando ero andato a pagare.

      Elimina
  15. (Chan Chan). Grazie Carlito. Si dei ritardi ne so qualcosa.., l'importante è che il sito e le prenotazioni siano affidabili.. Riguardo alla compravendita degli immobili, cambiamenti non mi risultano anche se c'è sempre da aspettarsi qualcosa di nuovo.. io ho comprato una casa un anno e mezzo fa circa e grossi cambiamenti da allora non mi sembra ci siano stati.

    RispondiElimina
  16. Scusa Chan hai fatto un acquisto o una donazione?
    Se non sono indiscreto. . .

    RispondiElimina
  17. Non so dire esattamente che tipo di cambiamento, le voci su questo erano discordanti. La più gettonata cmq era che lo stato farà da tramite nella compravendita.

    Pare abbia segnato anche Zoff, di testa. (cit.)

    Ho visto molti meno cartelli "se vende" in giro per l'Avana.
    Bellissimo quello affisso fuori di sede del CDR, in Playa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già puppando il 4% davanti a un notaio di fatto lo stato è intermediario.

      Elimina
  18. (Chan Chan). Donazione.

    RispondiElimina
  19. (Chan Chan). Vuoi vedere che le voci che ha sentito Carlito sono reali e presto ci sarà un cambio per evitare la donazione.... perché con la donazione eviti il 4 per cento di spese, e le evita anche chi vende che spesso non le vuole pagare per nulla al mondo... Chi ha venduto a me, che voleva fare una compravendita, quando gli ho spiegato che avrebbe dovuto pagare il 4 per cento mi ha detto donazione donazione donazione :) :) :) che per inciso è sicura e legale, io prima di farla ho consultato chi di dovere. Poi molti dicono che della donazione non si fidano.. ma spesso chi lo dici alla fine di case ne compra zero e parla solo per il gusto di farlo.. saludos

    RispondiElimina
  20. C'e' una voce ,non verificata, che dice che chi dona ha 5 anni per...fare marcia indietro, mi pare una stronzata.
    Con la donazione, sopratutto chi compera non deve giustificare grosse cifre in entrata per comperare.
    Il 4% non e' su quanto paghi, ma su quanto...denunci.

    RispondiElimina
  21. (Chan Chan). La voce di cui parli l'ho sentita (e non solo quella ti assicuro!). Riportata al notaio e ad un avvocato di mia fiducia ha scatenato fragorose risate... una volta firmato davanti al notaio può fare tutte le marcie indietro che vuole... la casa ha cambiato proprietario. A Cuba, spesso, si rincorrono voci di ogni genere, si auto-alimentano passando di bocca in bocca, ma nella maggior parte dei casi chi le fa circolare non ha mai comperato una casa in vita sua, non è mai stato informato, non sa di cosa parla. Per carità, non voglio fare il saccente, ma a me avevano addirittura detto che con la donazione l'ex proprietario avrebbe potuto in ogni momento risubentrare abitando insieme a me e io avrei dovuto pagare un affitto perché straniero... bah.. saludos

    RispondiElimina
  22. Infatti le risate le ho fatte anche io, pensa se il "donatore" muore...gli eredi...
    Ma la casa mica l'hai "comperata" tu...suppongo...

    RispondiElimina