lunedì 13 gennaio 2014

"PUNTARE"



 

Il puntare, o meno la fanciulla nella casa de renta, e' uno dei problemi che, dal nostro primo viaggio a Cuba, abbiamo dovuto tenere in grande considerazione sin dal primo giorno di vacanza.
La storia tunera da questo punto di vista e' piuttosto complessa.
Si e' passati dal fare il cazzo che si voleva, al non poter portare nessuna fanciulla che non fosse la moglie, all'una e basta fino all'attuale "porta quelle che vuoi basta che siano puntate".
Ovviamente ognuno di noi ha cercato una soluzione a questo problema.
I piu' intelligenti hanno trovato una formula di giusto compromesso fra le nostre esigenze..."vacanziere" e quelle di chi gestisce un'attivita' che ha regole precise e ammende pesanti, mentre i soliti idioti ne hanno combinate piu' di Bertoldo in Francia.
Come ho ripetuto fino alla nausea in questi anni, nessuna legge cubana impedisce a una fanciulla di frequentare in modo assiduo un turista.
Uno non cinquanta.
Ovviamente la differenza vera e' compresa fra la frequentazione assidua di una fanciulla e una frequentazione molto occasionale, diciamo episodica.
E' un problema che io, Andrea e tutti quelli che hanno aperto o apriranno case de renta ci poniamo molto seriamente.
Se abbiamo una fanciulla fissa, che dorme con noi, che frequenta assiduamente la casa de renta, la "puntatura" per ogni duena di casa de renta e' d'obbligo.
Dalla reazione della fanciulla, all'eventuale puntatura, e' facile ricavare molte indicazioni.
Frequento da qualche mese una giovane e bella tunera, durante la settimana lavora, sabato e domenica studia ingegneria all'universita'.
Fin troppo intelligente per uno come me...
Ora viaggio con la visa familiar, ma all'inizio ero tornato in casa de renta.
Dopo qualche giorno abbiamo affrontato il problema.
Posso affermare perche' conosco, da quando era ragazzina, lei e il suo familion, che non aveva mai frequentato uno straniero, diciamo che sono il primo, forse non saro' l'ultimo, ma il primo si.
Quando ne abbiamo parlato lei mi ha chiesto che intenzioni avevo, non c'erano problemi a registrarsi ma visto che finiva in giro per le plantillas di tutta Cuba, perlomeno che la cosa non fosse per gusto.
Ovviamente, se si fosse opposta, sarebbe stato facile per me immaginare che nell'armadio non avesse qualche scheletro, ma tutto l'ossario di Redipuglia.
Quindi se la fanciulla sale sul trespolo all'idea di essere puntata, qualche piccolo dubbio dovrebbe entrare nella zucca di chi decidesse di fare le cose sul serio.
Ovviamente se, invece, si tratta di hechar un palito allora e' chiaro che piuttosto di farsi puntare si farebbero scorticare vive, anche perche' poi noi prendiamo un avion e ce ne andiamo mentre loro restano e il gabbio da quelle parti non e' esattamente una passeggiata.
Quindi se la vostra fanciulla non ha problemi a farsi puntare, se non e' una chivatona, e' probabile che sia una personcina come si deve, se invece si raccomanda di non farsi scrivere...ognuno tragga le sue conclusioni.
Certo ci vorrebbe anche un minimo di testa da parte nostra, se vogliamo solo divertirci evitiamo di incasinarle, ci sono rimbambite che per il minimo sindacale dimenticano la prudenza necessaria.
Se la testa non la mettono loro, mettiamocela noi.
E' pieno di case dove.....e' possibile senza problemi e con 5 miseri cucchini...ma queste cose non dovrei dirle...
Se una che e' molto navigata si lascia puntare e' bene non fidarsi, se una duena ti lascia portare chi vuoi, quando vuoi senza problemi...neanche.
In piu' le cose possono cambiare da citta' a citta'.
Ci sara' sicuramente chi obiettera' che sono cazzi loro e che noi dobbiamo pensare solo a divertirci, ogni testa e' davvero un piccolo mondo.
Voi, storicamente, come vi siete comportati?

18 commenti:

  1. Non avendo relazioni stabili evito di farle registrare. Stefano

    RispondiElimina
  2. Io, se avessi una casa particular, non affitterei casa agli italiani.
    Nel corso degli anni la voce dei padroni di casa è stata una sola: i peggiori ospiti sono gli italiani. Un po' la cosa mi diverte, un altro po' mi fa vergognare.

    RispondiElimina
  3. Io ho sempre cercato di proteggere le cubane indipendentemente dal livello di sportività. Sono tutte persone e vanno rispettate come tali. Chiaramente a quelle a cui tenevo di più le proteggevo con ancor più attenzione. C'è anche un detto che dice "non fare agli altri...". Come mi muovevo? In quel di Cienfuegos, o case di fortuna o un appoggio consolidato negli anni. All'Avana invece zero problemi con le case.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò che le più grosse idiozie le ho viste fare da gente del nord Italia.

      Elimina
  4. Non facciamo un unico fascio anche se in parte hai ragione

    RispondiElimina
  5. Luca come dicevo almeno noi un pizzico di testa dobbiamo averla

    RispondiElimina
  6. non credo che il turista sia in grado di scegliere....chi ha testa, ce l'ha anche la....gli altri neanche se li segui come un'ombra.

    RispondiElimina
  7. Non era per generalizzare, ma alla fine coi padroni di casa ci si parla, e dopo un po' di reticenza iniziale ti dicono le cose come stanno. Quindi riporto la mia esperienza. Ovvero che gli italiani sono candela e che sono i primi a dare problemi e scandali.
    A volte anche "va bene l'italiano, basta che non è napoletano".

    Ovviamente ci sono brave persone anche qui che frequentano la isla, specialmente quelle che hanno messo su famiglia.

    RispondiElimina
  8. Se dopo anni di viaggi uno non ha capito 2 o 3 cose tanto valeva non muoversi

    RispondiElimina
  9. Basta fare le cose con la testa,come in tutto...lasciare la visa alla signora, e in caso di controllo registra, altrimenti no. Io faccio sempre così, su consiglio della signora della casa de renta.

    RispondiElimina
  10. Esatto e se si hanno le chiavi lo si lascia sul tavolo, a portata di mano in caso di. . visite.

    RispondiElimina
  11. io faccio coppia fissa da parecchio tempo...registrata ovunque con me....e ti dirò che la cosa mi piace (e mi rassicura...almeno un po'...)
    Gari

    RispondiElimina
  12. Se la ragazza e' a posto non ha nulla da temere.

    RispondiElimina
  13. A Guantanamo tutto ok.
    In tutto il soggiorno neanche un controllo, nulla in casa e nemmeno per le vie della città o in auto.
    Le ho chiesto il perché di questa "tranquillità"...e mi ha risposto proprio così: c'è molta ma proprio molta seguridad, anche per la presenza della base imperialista, e questo fa sì che le autorità conoscano tutti o quasi, ed hanno ben presente anche le donzelle ben disposte...oltre agli ospiti stranieri...
    Concludo dicendo che Gtmo non è il miglior territorio di caccia, ma è un bellissimo posto, che consiglio, per vivere in pace nella Isla facendo coppia fissa.
    Gari

    RispondiElimina
  14. È la stessa situazione di Tunas

    RispondiElimina