mercoledì 19 febbraio 2014

EL DIA DE L'EDUCADOR

 

Esistono consuetudini cubane che vanno oltre i tempi che cambiano.
Consuetudini figlie, suppongo, del modello socialista o comunque di concezioni solidali dei rapporti umani che da noi si sono perse negli anni, sempre ammesso che siano mai esistite.
A Dicembre, mi pare, a Cuba si festeggia "el dia de l'educador".
L'educazione, a Cuba, e' sempre stato uno dei punti forti della Revolucion, magari un'educazione parziale, probabilmente non del tutto obiettiva, ma i dati mondiali parlano chiaro.
Cuba e' uno dei paesi al mondo con il tasso di alfabetizzazione piu' alto.
Negli ultimi anni questo valore si e' andato un po' perdendo, i migliori educatori sono in missione in qualche sperduto paese al mondo, oppure hanno deciso di andarsene.
Altri semplicemente si dedicano ad attivita' piu' redditizie.
Un'amica, in autunno, si lamentava che i maestri di sua figlia sono oramai ragazzini, lo scorso anno scolastico ne aveva cambiati 5.
Comunque e' nel dia dell'educador che i bambini ( col fattivo contributo dei genitori) fannoo un regalo alla loro maestra.
Una carineria che un tempo, se non ricodo male ( ho fatto le elementari sotto la dominazione dei Visigoti) si usava anche da noi, quando la maestra compiva gli anni.
Tre anni fa ho centato da un'amico a Tunas, la madre e' maestra in una secondaria nella via principale della citta'.
Era proprio quel giorno e la madre torno' a casa carica di regali.
Ciampu', gel de bagno, pettinini, creme per la pelle, babacetti e altri regalini che i bambini le avevano fatto.
Regali che, ovviamente, i figli litigarono per dividersi...
Questo mentre i miei 2 ex compagni dell'Isef che insegnano alle medie qua' da noi hanno problemi assortiti.
Uno parcheggia a 3 isolati da dove insegna, gli hanno gia' rigato la macchina, mentre l'altro a momenti viene alle mani col padre di un bambino obeso a cui aveva dato un brutto voto.
Nel dia dell'educador e' tutto il settore dell'educazione che mette in moto iniziative simpatiche.
La mia giovane compagna lavora in quel settore, come informatica, sta' facendo il terzo anno di pratica, quello che, in modo gaglioffo, hanno fatto diventare obbligatorio da poco.
In piu' e' un futuro ingegnere, quando finira' gli studi universitari, troppo cerebro per uno che tira su ghisa...
Comunque in quel giorno, in ufficio, fanno la "cadena de regalos".
In pratica fra tutti i lavoratori ognuno fa' un regalo ad un'altro.
Si stabilisce una cifra a cui maomeno attenersi ( ricordatevi che ogni cubano sa il costo di qualsiasi articolo; dallo spillo al queso, dallo sturone del cesso alla sanaoria).
Lo stanziamento pro capite, di solito, e' 1/2 cuc, a quel punto si effettua un'estrazione.
Ognuno estrae a chi deve fare il regalo, in questo modo non ci sono amiche e amichette, il tutto e' lasciato al caso.
Alla fine ognno fa e riceve un regalo.
Immaginatevi in un'ufficio italiano, magari un'ufficio dove lavorano sole donne.
Si regalano le bombe a mano...

6 commenti:

  1. Col niente che hanno fanno miracoli.Marco

    RispondiElimina
  2. grazie per le tue simpatiche e interessanti info .. di questa cosa non ne avevo mai sentito parlare!

    RispondiElimina
  3. Ma sai quando sono a Cuba faccio una vita normale e nella normalita' vivi anche situazioni simili.

    RispondiElimina
  4. Ciao Milco!
    Utilizzo questo post per una domanda.
    Quale compagnia passa da Panama come scalo?
    Inoltre, in base alla tua esperienza, poichè moglie e figlia saranno già a Cuba con Klm, io posso anche sobbarcarmi sfacchinata con più scali (potrebbe anche diventare piacevole farsi un paio di giorni solo in giro per il mondo).
    Cosa mi consigli qualità/prezzo?

    Un abbraccio.
    Simone

    RispondiElimina
  5. Bravo Simone, cosi si fa!
    Non importa se si va OT.
    Ho fatto scalo a Panama con un volo klm ma che da La Habana a Panama volava con la Copa Airlines.
    L'aeroporto di Panama e' di livello europeo e ho visto, nelle tiendas, le piu' belle gnocche mai viste in un aeroporto.
    E dire che ho girato mezzo mondo...

    RispondiElimina