lunedì 10 febbraio 2014

LA CASA IN ITALIA



 

Durante la nostra chiacchierata, la settimana scorsa, a seguito del post "Alla fine della fiera?" e' venuta fuori un'ipotesi per poter fare cassa nel caso si decidesse di fare il grande salto, non disponendo di pensione o di rendite adeguate.
Ne' del gruzzolo imboscato sotto il materasso.
Vendere la casa in Italia.
Non e' un'idea poi cosi' tanto eccezionale, conosco almeno 4 italiani che vivono a Las Tunas e che hanno fatto una scelta di questo tipo.
L'esempio piu' vicino a me e' il tizio che mi ha venduto la casa che, presto, diventera' renta.
Dopo una vita di lavoro, a 55 anni ha mollato tutto e si e' trasferito a Tunas, visto che mancavano una decina di anni alla pensione ha prima utilizzato i risparmi, per alcuni anni, e poi venduto la casa che aveva, poco al di fuori dei confini italiani.
Con quei soldi si e' sistemato, il poco tempo che passa in Italia lo trascorre al sud in casa di una parente che gli destina una cameretta.
D'altro canto se non hai una pensione, del cash che ti arriva ogni mese oppure il gruzzoletto da gestire, da qualche parte il grano lo devi tirare fuori.
Opinione personale; mi sembra una gran cazzata ma, come sempre, ricordo che ogni testa e' un piccolo mondo.
Personalmente non mi chiuderei MAI tutte le porte alle spalle, se la situazione dovesse precipitare dal punto di vista personale o ambientale, vorrei sempre avere una via d'uscita senza dover chiedere nulla a nessuno.
Ci mancherebbe solo di dover mendicare un letto ad amici e parenti, nel momento in cui dovessi passare del tempo in Italia.
Mettiamo caso che, nel 2018, le cose cambiassero drasticamente e Cuba si trasformasse in una S.Domingo qualunque, con la delinquenza galoppante e i pericoli in agguato ad ogni angolo.
Primo aereo per me e per chi c'e al mio fianco, se vuole seguirmi, e vaffanculo.
La casa e' un bene estremo, e' il rifugio dove tornare, e' il punto fermo da cui, ogni volta che abbiamo voglia, partire.
C'e' poi il discorso, volendo, di riuscire a venderla, coi chiari di luna che stiamo vivendo...
Affittarla, ni muerto, intanto, quando torni, non hai comunque dove andare, e se poi non pagano ci vogliono 3 anni per buttarli fuori.
Oppure li devi lanciare dalla finestra.
Una casa in Italia e una a Cuba, questa e' la mia soluzione, oltre che la mia attuale situazione.

32 commenti:

  1. La tua situazione e perfetta penso che sia il massimo avere una casa qua e una la,ma il discorso cambia di molto se uno ha famiglia e perde il lavoro e ha come unica soluzione di vivere a cuba,ci vogliono soldi e questa per chi puo e l unica scelta possibile.anch io non sarei per l affitto,al giorno d oggi troppi casini e gestirlo da cuba e un problema,meglio avere cash da investire per cuba dove si vive.detto cio per quanto mi riguarda di questi tempi preferisco vivere in affitto e tenermi in cascina i risparmi piuttosto di comprare casa,avere mutui per poi regalare la casa il giorno del bisogno,perche oggi avere una casa quando la si vuole vendere e si ha bisogno di denaro e solo una palla al piede,vedo i miei genitori che hanno in vendita una casa indipendente sull appennino modenese da 3 anni e per smollarla la devono regalare.nessuno compra e la realta di oggi,meglio soldi in tasca e senza debiti e il giorno del bisogno partire sereni .questo e il mio pensiero.paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolino sarebbe perfetta se la casa cubana fosse intestata a me. Discorso vecchio. . .

      Elimina
  2. Hai ragionissima!Attualmente la casa non si vende ma si svende.Un tipo delle mie parti ha venduto tutto ed e'andato a vivere a Holguin,dopo 2 anni finito 100.000 testoni e gli amici hanno dovuto fare la colletta per comprargli il biglietto d'aereo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Centomila in due anni non è male. . .

      Elimina
  3. Per regalare è meglio tenerla. Marco

    RispondiElimina
  4. La miglior cosa sarebbe avere una casa in Italia già pagata senza nessun mutuo, ed una a Cuba già finita.
    Pagare affitti è bruciare soldi secondo me.
    Per contro è pure vero che vendere od affittare (e riscuotere regolarmente) è difficile di questi tempi. Ma con la casa già pagata si aspetta che passi la nottata.....
    A.P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perché vendere casa con un mutuo è davvero difficile

      Elimina
  5. Ciao Aston, Sono Guanabo ti seguo dai tempi di gente di cuba.
    L'idea di vendere la casa è buona pero' devi riuscire a venderla a prezzo di mercato attuale senza rimetterci.
    Esempio io ho un due camere in emilia pagato € 200.000 nel 2004, a gennaio 2014 ho detto in agenzia che volevo venderla e quanto ci potevo prendere. La loro risposta è stata : prendi al massimo 160 mila euro. io sinceramente di perdere 40.000 euro non me la sento capisci. Eppure quella sarebbe la cifra che mi serve per Phuket o Playa del Carmen....non è facile. Bisognare bbe averne 2 una la tieni e una la vendi. Ma vendere non è facile ora in Italia. CIAO Guanabo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo se ne hai più di una può avere un senso

      Elimina
  6. E d altronde ogni giorno che passa il valore delle case in italia diminuisce,e la realta,lo dicono i fatti,e tra qualche anno sara peggio.certamente pagare affitti sono soldi buttati,ma siamo sicuri che sia meglio rimanere senza lavoro(molto facile oggi) e con un mutuo in corso?questo ti lega le mani in caso di progetto per cuba.poi logico avere tutto sarebbe perfetto,ma per operai semplici con famiglia e progetto cuba,come nel mio caso,preferisco pagare affitto e vivere alla giornata,ma essere pulito con le banche e anzi avere dei risparmi.non trascuriamo il fatto che se la banca pignora la casa e la rivende a una cifra che non estingue il mutuo(quasi sempre e cosi),il resto e a nostro carico.piuttosto sto in affitto a vita,ma quando parto,sono libero .paolino.

    RispondiElimina
  7. Motivo di più per non svendere

    RispondiElimina
  8. Ma se si parte per vivere in un altro paese bisogna tirare fuori i soldi da qualche parte,quindi anche svendere purtroppo.non si puo partire senza un soldo e tenersi la casa qua vuota,per questo dico al giorno d oggi e meglio avere soldi liquidi che immobili.io piuttosto se ho la possibilita di intestarmi case investo a cuba che il valore cresce.paolino.

    RispondiElimina
  9. Ovvio che senza soldi non si viaggia ma almeno per ora la casa in Italia è sacra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti!
      Se si riesce ad avere una casa in Italia ed una a Cuba, entrambe senza mutui o fare debiti, è tutto un altro viaggiare! E mi sembra che questo sia proprio il tuo caso Aston o sbaglio?
      A.P.

      Elimina
    2. Incuba ovviamente non ho nulla di intestato

      Elimina
    3. Era sottinteso, senza RP non si può.
      L'alternativa, se si è sposati con una cubana con PRE, è intestarla a lei, questo si può fare benissimo, nonostante qualche genio su un forum abbia sollevato dubbi.
      A.P.

      Elimina
  10. Il rischio non è piccolo ma non ci sono alternative
    Se chiudo il blog g forum durano una settimana. . .

    RispondiElimina
  11. La casa in Italia è un debito tra iuc,tares, e balzelli vari non vale la pena meglio avere il cash e stare in affitto, comprare casa a cuba è da pazzi !!
    Sentenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo non comperare nulla...anche se a Gerona i prezzi sono buoni...

      Elimina
  12. Se si ha una casa in italia, l'ideale sarebbe mettere da parte qualche soldo e comprarne una a cuba (ho visto buchi a partire da 5.000€).
    Il discorso, come si diceva prima, è che non essendo cubano dovresti intestarla a qualcuno (amico,fidanzata) con i conseguenti rischi di perdere tutto.
    Leggevo peró della possibilità di prendere la cittadinanza cubana con relativa possibilità di acquistare a nome proprio.
    Sapete nella a riguardo?
    Se uno si sposasse a Cuba, dopo quando prenderebbe la cittadinanza? E una volta divorziato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non la cittadinanza, quella Cuba l'ha data, che io sappia solo ad un argentino con un basco nero in testa.
      Devi chiedere la residenza dopo il matrimonio e sperare che te la diano.
      Se fai un figlio con lei, anche in caso di divorzio non la perdi.

      Elimina
  13. :-D
    Bhe buono a sapersi... Se dovesse capitare, benvenga... Senza puntare necessariamente all'ingravidazione assassina per comprarsi una casa ;-)

    RispondiElimina
  14. Se si decide di vivere in pianta stable a Cuba, un figlio e' un'ancora di salvezza nel caso che la fiera decidesse di percorrere altre strade o noi decidessimo di mandarla por la pinga.
    Puoi avere una tua casa, da solo, senza nessun balzello...hai gia' dato.

    RispondiElimina
  15. E dal punto di vista legale nel caso ti sposassi li, cosa ne conseguirebbe? Obblighi verso la ex-moglie? E se la moglie non ti vuole dare la separazione? Non credo funzioni come in italia...

    RispondiElimina
  16. Amico mio a Cuba puoi divorziare senza il consenso del coniuge.
    Mia moglie ha divorziato da me che ero in Italia spendendo 6 cuc, se lo chiedevo io ne spendevo 800....aspettava ancora adesso...
    Si chiama rebeldia.
    La casa ti conviene lasciarla a lei per tirare su il pupo e tu te ne comperi una intestata solo a te.
    Per quanto riguarda il mantenimento devi trattare ma 50 cuc al mese per lei sono grasso che cola.

    RispondiElimina
  17. Bene...ma per capire (anche se non vorrei andare OT), voi vi siete sposati en cuba (e credo sia stato diverso se l'aveste fatto in Italia)?
    Avresti speso 800€ perche sei Italiano o perchè sei "el Hombre"?
    Lei anche ha preso e mantiene la cittadinanza Italiana?
    Lasciare la casa al niño credo sia il minimo infatti.

    RispondiElimina
  18. Ti rispondo ma poi si rientra in tema...
    Sposato a Cuba, SOLO PER CUBA, matrimonio non registrato in Italia.
    Costo matrimonio, documenti e tutto sui 1500 cuc.
    Costo matrimonio per un cubano, mi pare 8 cuc.
    Nessuna cittadinanza a nessuno, solo la possibilita', per me, di restare nel paese 6 mesi senza uscire.

    RispondiElimina
  19. a meno che non aveste fatto un figlio, se ho ben capito, a quel punto avresti potuto richiedere anche la residenza e possibilitá di comprare a nome tuo.
    Cmq grazie , magari approfindiremo in un post creato ad hoc. Ritorniamo in tema... ;-)

    RispondiElimina
  20. Condivido i vostri pensieri, ma secondo me dipende anke da quanto tempo si passa in Italia e quanto a Cuba, se si sta a Cuba per 6-7 mesi l'anno, quando si torna in Italia ci si può appoggiare dai genitori, o da fratelli o sorelle, oppure male che va affittare x quei 4-5 mesi una casetta da 4 soldi. Il max sarebbe avere due case di proprietà, ma se non si può, a dover scegliere preferirei averne una mia a Cuba, l'Italia poi si vedrà. Anche perkè con tutte le tasse che questi bastardi del governo italiano mettono sugli immobili oggi non conviene avere una casa di proprietà,è vero che si ha sempre un capitale, ma se dovessero andar male le cose equitalia è sempre in agguato.

    RispondiElimina
  21. Milco la curioosita' sull'intestazione della tua casa a Tunas mi sembra naturale. Ormai sei un esperto di rp e amenita' legali. Io inviterei sempre alla massima prudenza. Franz

    RispondiElimina