lunedì 17 febbraio 2014

OCCHIO AL VOLANTE!

 

Forse non molti avranno seguito la notizia di quella canadese trattenuta a Cuba, a seguito di un'incidente statale, in cui e' morto il figlioletto di 3 anni che viaggiava con lei.
Guidava uno scooter, a Cayo largo, ando' a sbattere contro un camion.
Il padre del bimbo, dal Canada, ha pagato 9000 dollari per riavere il corpicino e alla madre, dopo numerosi interventi chirurgici e' stato
ritirato il passaporto ed  impossibilitata a lasciare Cuba.

Questo fino all'intervento di una fondazione canadese, creata appositamente, che ha ottenuto il rilascio e il rimpatrio della donna.
Probabilmente Cuba non ha voluto problemi col Canada, visto tutti gli affari che i 2 paesi hanno in ballo e il fatto che i canadesi, come numero di turisti ogni anno, la fanno da leoni.
Storia gia' vista, anno fa, non so se qua' o altrove, raccontai di quella ragazza milanese che conobbi al gimnasyo tunero.
Sposata con un cubano, era a Cuba con lui e la figlioletta avuta da un precedente matrimonio.
Incidente stradale, lei guidava il carro, una moto ando' a sbattere contro la fiancata laterale, la passeggera posteriore della moto, seduta poco saggiamente non a cavalcioni ma con tutte 2 le gambe dallo stesso lato, fu' catapultata metri avanti e mori'.
L'italiana dovette subire un lungo processo, per oltre un anno non pote' uscire dalla provincia tunera, ne' lei, ne' ovviamente la figlioletta che perse un'anno di scuola.
Prese prima aspettativa e poi perse il lavoro in Italia, la madre per pagarsi le spese, elevatissime, di avvocato e tutto il resto, si vendette la casa.
Alla fine fu' condannata, le concessero, dopo un periodo di reclusione, di lasciare il paese, ovviamente, senza alcuna possibilita' di ritorno.
Non so che fine abbia fatto, le auguro tutta la felicita' del mondo.
Questo succede quando c'e' un incidente stradale in cui siamo coinvolti, e dove si riscontra un grave danno fisico a qualche cubano.
Ricordo che la ragazza lamentava un'inesistente assistenza da parte della nostra ambasciata.
Storia antica, sappiamo bene che all'estero non sempre siamo tutelati a dovere, da coloro a cui paghiamo un lauto e, spesso immeritato, salario.
E' anche vero pero' che, in reati legati al transito, il margine di manovra delle sedi consiliari e' limitato.
Se qua' un cubano, a seguito di un'incidente, uccide una persona, non credo che la loro ambasciata possa fare molto.
Ogni paese ha le sue leggi, quelle del transito si assomilginano in ogni paese.
Come e' accaduto ai nostri connazionali nei fattacci di Bayamo, l'ambasciata ha potuto fare poco.
In quello specifico ci fu anche l'aggravante delle leggi italiane che ci seguono anche quando siamo fuori dal paese.
Tornando al transito, questi problemi rappresentano delle ragioni per cui, molta gente, non vuole guidare a Cuba.
Nello specifico dell'italiana pare ci fosse anche un tasso alcoolico al di sopra del consentito, ma questa era solo una voce, che riporto con mille virgolette.
Ricordiamoci sempre, quando guidiamo a Cuba che...siamo a Cuba.
Bisogna evitare la spregiudicatezza con cui ci si muove in Italia al volante, il prezzo da pagare, in caso di problemi seri, e' infinitamente piu' grande rispetto a quello che ci potrebbe succedere qua'.
A Cuba non si scherza, prima di metterci al volante ricordiamocelo bene.
In caso di incidenti normali e' sempre meglio mettere mano, seduta stante, al borsillo e risolvere col cubano di turno la situazione, piuttosto che finire ingoiati dalla melmosa burocrazia cubana.
Ovviamente il cubano di turno sa....e ne approfitta.
Anche questa e' Cuba, prendere o lasciare.


26 commenti:

  1. Ecco, anche per queste cose non affitto più nessun veicolo. All'Avana poi il traffico è aumentato esponenzialmente.

    Non so perchè ma leggendo l'articolo mi è venuto in mente il caso di Reiver Laborde, e al fatto che mentre qui ancora si stava pensando a chi scrivere per mandare gli atti, a Cuba già lo avevano preso e se lo stavano inculando a secco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pero' mi chiedo come sia possibile,nei cajos, finire contro un camion con uno scooter.
      Se hai un piccolo di 3 anni...non lo metti su un motorino.

      Elimina
    2. Bhè, io a Cayo Largo a momenti mi ammazzo dentro la doccia!

      Elimina
    3. Si, da baraccone.

      Elimina
    4. Carlito il kanasutra, in spazi ristretti, lascialo fare ai giapu...

      Elimina
    5. Magari...
      Ero ubriaco, quindi invece di reggermi dalla parte del muro mi sono retto dalla parte della tenda.
      Grazie Open Bar!

      Elimina
    6. Ah...gli all inclusive...ci ho lavorato per anni, un giorno vi raccontero' cose che voi umani...

      Elimina
  2. Affittare un'auto a Cuba ti cambia una vacanza ma si corrono dei rischi reali.Strefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molti ma molti meno di quelli che corriamo qua'

      Elimina
  3. Due domande Milco:
    1) Nel caso ci si mettesse d'accordo con un cubano, come la chiudi la questione? Mica puoi pagare senza scrivere niente altrimenti lui può sempre dire di non avere mai ricevuto denaro.
    2) Nel caso in cui si rentasse un tur con autista, diciamo un cubano non del rentacar, sono cazzi lo stesso? Mi spiego meglio. In caso di incidente, non guidando noi, chiaramente in galera non andremmo. Però se la colpa è di chi guida, ovvero il Sig. Pasma'o, se la colpa è sua e la carta di credito lasciata al rentacar è nostra, da chi li vanno a prendere i soldi? Non credo da chi non ce lo ha...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scrivi nulla perche' qualunque cosa tu scriva non ha alcun valore.
      Oggi la policia chiude mezzo occhio se guidi un carro non tur ma per il resto, seguro compreso, sono cazzi tuoi.
      Se metti un'autista sul tuo contratto, suppongo che tu resti comunque il solo responsabile, anche perche' sul carro, suppongo, quando lui guida, ci sei sempre anche tu.

      Elimina
  4. Il problema riguarda sia l'auto che la polizza sanitaria. Quelle che tirano dietro o regalano con i biglietti coprono quanto un calzino. Infatti se dovete subire un'operazione a Cuba e non potete per le vs. condizioni fisiche essere rimpatriati state tranquilli che pagate profumatamente. Quindi occhio a fare una copertura assicurativa con massimali alti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A meno di assucurazioni particolari paghiamo sempre prima di tasca nostra per essere poi rimborsati qua'.
      Se fai invece el seguro a Cuba, mi pare costi dai 2 ai 3 cuc al giorno, invece le spese sono coperte da loro.

      Elimina
    2. Un mio amico usa l'Europe Assistance, credo paghi sui 100 euro, forse qualcosa di più. In caso di necessità il denaro gli viene anticipato. Un suo conoscente la fece insieme a lui qualche anno fa e gli toccò farsi 15 giorni di ospedale. L'assicurazione gli anticipò tutto. Va anche detto che questa assicurazione è solo medica e non copre le rinunce al volo o i danni alla valigia. Per quest'ultima comunque, con 9,90 €, c'è sempre l'assicurazione che puoi fare in aeroporto quando gli metti il nastro attorno. Credo che il massimale sia di 3000 euro.

      Elimina
    3. A volte per ahorrare qualche euro si fanno cazzate colossali.

      Elimina
  5. Affittare l'auto a cuba è un suicidio !!!
    Sentenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farlo,le Poste Italiane ne soffrirebbero!

      Elimina
    2. Giusto, specialmente a Gerona!
      A.P.

      Elimina
  6. Dico una cosa idiota, ma logica...Allora perkè permettono di rentare carri a cuba se poi in caso di incidente finisce male già in partenza? Le assicurazioni a cosa servono?

    RispondiElimina
  7. Vil denaro amico mio.....
    Anche qua' se ammazzi qualcuno ...qualche rischio lo corri...

    RispondiElimina
  8. Allora tanto vale sbattersi alla ricerca di un cubano che ti faccia da choffeur su una macchina di sua proprietà che sia un minimo serio. Difficile ma almeno, nella peggiore delle ipotesi, se non rispetta gli accordi, lo mandi affanculo e ne cerchi un altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh....non ti tocca guidare, che non e' poco.

      Elimina
    2. Chiaro. Sei più spensierato e puoi bere qualcosa senza andare in paranoia.

      Elimina
    3. Hai anche le mani libere. . .

      Elimina