mercoledì 12 febbraio 2014

ORIENTE ED OCCIDENTE

 

In linea di massima i frequentatori di Cuba si dividono, esattamente come i cubani, in Orientali ed Occidentali.
I primi frequentano, indicativamente, Las Tunas, Holguin e Santiago mentre i secondi La Habana, Cienfuegos e Varadero.
Ovviamente anche altri luoghi sono basi di vacanze, se vogliamo mettere in mezzo il discorso naturalistico ci sono Baracoa e Vinales.
La zona centrale del paese ,cayos a parte, e' meno frequentata.
Quali ragioni ci hanno spinto a scegliere un luogo piuttosto che un'altro?
Personalmente, l'ho scritto anche in uno dei miei 2 libri, Tunas e' perfetta se, come ora, mi ospita 3/4 mesi ogni anno, ma se decidessi di chiudere definitivamente con l'Italia, forse, penserei alla capitale de todos los cubanos.
Dopo qualche mese el balcon sull'oriente cubano mi andrebbe stretto, La Habana mi piace ed e', per me, perfetta per viverci, probabilmente mi dividerei fra le 2 localita'.
Va bene la rusticita' ma ogni tanto anche non dover girare 8 negozi per trovare la carta igienica non mi dispiace.
Detto cio', per me l'oriente cubano e' il massimo.
Certo le donne ci sono ovunque...ma le tunere...
In oriente ritrovo ancora quello sguardo dritto e deciso che solo una cubana sa dedicarti, uno sguardo che bisogna essere capaci di sostenere.
Opinione personale, in oriente mi pare che la gente sia piu' spontanea, meno costruita, i rapporti umani mi sembrano migliori, piu' caldi.
Poi, certo, occorre fare selezione ma questo vale anche per l'Italia ed ogni altro luogo al mondo.
Di contraltare, come dice un'amico mio, "da Camaguey verso oriente la gente si occupa degli affari altrui, mentre da Camaguey verso occidente si occupa dei propri".
Sicuramente in una grande citta' c'e' meno tempo di farsi i cazzi altrui, ma non sono del tutto certo che questo detto sia da prendere come oro colato.
Io non ho scelto Tunas, come raccontavo ieri la citta' ha scelto me, alla fine mi ci sono ritrovato per caso e mi sono fermato.
Probabilmente era un periodo cosi', avevo anche lasciato Torino per la tranquillita' di dove vivo ora.
Tranquillita' da cui, comunque, scappo per mesi, nelle mie estati itineranti.
Se non ci fossero...probabilmente vivere dove vivo non mi basterebbe.
Mettiamoci anche che l'Oriente costa un po' di meno, se ci passi mesi e mesi e' una cosa che incide.
Meno sviluppo per piu' tranquillita'.
Cosa vi ha portato proprio in quella citta' o in quel luogo che avete eletto  a vostro buen retiro cubano?

20 commenti:

  1. Sono andato a finire a Sancti Spiritus causa matrimonio!! E' vero che si tratta di una parte dell'isola poco frequentata da stranieri, Trinidad a parte.

    RispondiElimina
  2. Per me vale cio' che dicono i cubani;fuori l'Avana e' area verde.Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un mio amico italo-inglese la pensa come te.

      Elimina
  3. Partii per l'Avana da solo e con poche informazioni. Per un novizio con poche info, che doveva sfangarsela da solo e senza un buon mezzo di trasporto era troppo impegnativa, scomoda e cara. Dopo tre giorni via in direzione Cienfuegos, luogo davvero a misura d'uomo e di cui, per la verità, avevo fin dal principio deciso di andare avendo qualche info in più rispetto alla capitale. Era destino che finissi nella perla. Il chisme di Cfg è noto. Quindi direi che non c'entra molto l'ubicazione di una città quanto la sua dimensione.

    RispondiElimina
  4. Cienfuegos mi piace davvero tanto.

    RispondiElimina
  5. A mi l'Habana me encanta.... pero al mismo tiempo es un lugar donde la cubania no se encuentra facil. Diferencia de l'Oriente, estube en Santiago, Tunas, Camaguej. Donde queria vivir, no se. por el momento voj a esperar de regresar pronto en Cuba ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verdad pero' ,se puede ponte un nombre qualquiera y no postar como anonimo.
      Gracias

      Elimina
  6. Io invece Santiago, e sono finito li la prima volta perkè l'amico con cui partii la prima volta aveva la novia a Santiago, e poi non mi sono più spostato, è la seconda città dopo la capital, c'è tutto, mare e montagna, e ho subito avuto un bel feeling con quel posto. La prima volta è stata bellissima, ma lo facciamo spesso quando andiamo, abbiamo fatto Roma havana, poi alla capital preso l'auto rentata e abbiamo fatto il folle viaggio verso Santiago, fermandoci solo a riposare a S.Clara 4-5 ore. Per chi viene catapultato dall'Italia alla realtà cubana l'impatto è stranissimo, vedere l'autopista senza illuminazione, persone col carretto e coi cavalli, strade dissestate, e ogni tot trovare cubani rimasti in panne a trafficare come dei meccanici di auto e moto nei bordi delle strade, a ogni ora del giorno e della notte...è stato ed è sempre un emozione grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho fatto alcune vacanze, gli anni d'oro del Las Americas, ero alloggiato a Santa Barbara da Holguita.
      Fra l'altro la varieta' cromatica piu' scura non mi e' mai dispiaciuta.

      Elimina
    2. Ovviamente cenavo al Toro....

      Elimina
  7. Santiago é cubania massimale. Dove é nato tutto, cuna de la revolucion y de la santeria. Un vulcano di passione, umanita,idiosincrasia. La mas chismosa y caliente. L'assoluta mancanza di privacy si compensa con la generosita' e altruismo senza pari del popolo santiaguero! Rebelde ayer hospitalaria hoy eroica siempre. Francesco Franz

    RispondiElimina
  8. E' vero Franz, le maggiori dimostrazioni di identita' cubana le ho viste a Santiago.
    Peccato che ,in mezzo a tanta brava gente, ospiti la peggiore basura italiana sbarcata a Cuba.

    RispondiElimina
  9. Io porcaccia la miseriaccia,ogni volta che finisco con una tipa avanera ne trovo subito un'altra che mi "arravoglia",mi tiene x le caviglie e non riesco mai a fare il salto a oriente!!!!

    RispondiElimina
  10. Se aspetti di essere libero per muoverti campa cavallo...

    RispondiElimina
  11. Palestine o Havanere una bella ricarica doppia del movil e' sempre gradita ahahaha

    RispondiElimina
  12. Come sai, io godo a L'Havana ma mi piace lasciarla per Cienfuegos e Camaguey .. ma devo assolutamente tornarci per vivere le notti habanere che non finisco mai.
    Se riuscissi un giorno a vivere a Cuba, la penso come te, tanto l'Havana ma poi un pò a Camaguey e Cienfuegos, per tornare a L'Havana.
    Purtroppo non ho ancora visto oltre Camaguey. Ma spero di avere ancora tempo! ;-)

    Oggi in piazza a Giaveno ho incontrato le mie amiche cubane (e loro figli/e). Ci siamo messi a parlare de L'Havana, de Camaguey, de Cuba .. con il tipo atteggiamento e movimenti cubani. Ho raccontato loro le mie ultime vacanze, il concerto di Gente de Zona, la cerveza e la playa .. e loro a rimpiangere Cuba. Ma alla fine mi hanno confessato che qui stanno bene! Si, manca Cuba. Ma qui danno un futuro sicuro ai figli/e (intanto la gente passava e ci guardava come fantasmi perchè ridevamo come matti, con il sorriso tipico della isla).

    RispondiElimina
  13. Tu eri a Giaveno ed io nel Canavese...peccato, sara' per un'altra volta.

    RispondiElimina
  14. Torniamo sempre lì. Cuba è Cuba ma senza soldi, cubano o yuma, no es facil.

    RispondiElimina