martedì 4 marzo 2014

PADRE/ABUELO

 

Questa settimana rimaniamo in tema di figli.
Probabilmente ne avevamo gia' parlato parecchio tempo fa.
Ieri, telefonando a Cuba, ho saputo che la fanciulla di un mio conoscente e' in dolce attesa.
Il compatriota ha 62 anni, in pensione da un paio di lustri, quando era ancora possibile inserire, nel nostro paese, uno spazio temporale fra la cessazione definitiva degli impegni di lavoro e la visita di Satanasso.
Vive a Tunas 9 mesi ogni anno, passando i 3 mesi estivi in Italia, portandosi ovviamente dietro la moglie.
Separato in Italia, con un paio di figli grandi che vivono in Lombardia.
Rapporti non particolarmente gioviali con la discendenza, la moglie e' piu' giovane dei figli che, probabilmente vedono, anche con una certa ragione, in lei un' assaltatrice all'arma bianca dell'habeo del genitore.
L'ultima volta che abbiamo chiacchierato e' stato qualche mese fa, davanti ad un traco di quello buono a casa sua, nel centro del balcon sull'oriente cubano.
Mi raccontava che la moglie, 35 anni in meno, voleva a tutti i costi un figlio.
Situazione comprensibile, pero' lui resisteva come i nostri Alpini sul Carso nella grande guerra.
"Sono troppo vecchio, ho gia' dato, non ho piu' le energie per tirare su' un figlio, quando sara' adolescente, se saro' ancora vivo, saro' un povero vecchio che si piscia addosso"
Questo era quello che mi diceva, probabilmente le insistenze, ripeto legittime, della fanciulla hanno avuo la meglio.
Sempre che...
Opinione personale di chi gestisce il blog, opinione che non fa' giurisprudenza.
Una follia.
Ritengo una cosa da matti mettere al mondo figli a quell'eta'.
E' vero che ogni testa e' un piccolo mondo ma e' anche vero che esiste una stagione per ogni cosa.
Al di fuori di quella stagione forse sarebbe il caso di...pensarci bene.
Ho 10 anni in meno, ad un figlio ci penso, ma mi ritengo gia' fuori tempo massimo.
Poi magari lo faccio...ma i dubbi sono tanti.
Va' alla secondaria e lo vai a prendere a scuola...il solo abuelo in mezzo a tanti padri.
Crescere un figlio non e' uno scherzo, non basta farlo ed avere i mezzi per mantenerlo.
Un figlio vuol dire avere ancora le forze e sopratutto la voglia di combatterere quotidianamente per la sua educazione.
Per me ci sarebbe la novita' di una cosa mai fatta, ma chi ci e' gia' passato e sa cosa vuol dire, perche' dover di nuovo ripassare la misma pesadilla con 30/40 anni in piu' sul groppone?
Certo una giovane compagna/moglie hai suoi vantaggi ma anche i suoi costi, un figlio e' l'aspirazione di ogni donna, figuriamoci di una cubana.
Sono curioso di parlare con il connazionale, gia' mi immagino la faccia..."ho resistito fino a quando ho potuto ma poi...ho dovuto capitolare".

22 commenti:

  1. Condivido ogni frutto ha la sua stagione.paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo totalmente con Paolino.

      Elimina
    2. Ad esempio se uno vuole i cachi ad agosto non li trova...per dire...

      Elimina
    3. Tio dai che un bel(ulteriore) tiogigino in circolazione non ti dispiacerebbe..

      Elimina
  2. Se uno non ne ha avuti prima perche' no? Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, perche' no?
      Ma entro certi limiti temporali.

      Elimina
  3. Quale limite temporale suggerite? 50 anni? Più? Meno?
    Io ne ho 43, eppure il dubbio a volte mi prende...e mi chiedo se non sia già tardi per avere un figlio cubanito/cubanita da crescere...
    Gari

    RispondiElimina
  4. Opinione personale, olltre i 60 si e' game over.
    Quando il piccolo del mio conoscente avra' 8 anni e andra' a nascondersi nei pertugi, a 70 anni chi cazzo lo andra' a tirare fuori.
    La madre.
    Per questo e' meglio che almeno LEI sia giovane.
    Ma questo discorso lo faremo un'altra volta.

    RispondiElimina
  5. da Mario
    la penso come Aston però c'è da considerare che siamo esseri umani si può sbagliare o non fare quello che avevamo in mente...cascare in trappole e una volta compiuto il fatto bisogna adattarsi alla nuova situazione che può darsi non era quella che ci immaginavamo.......ma che sarà la nostra nuova realta'....

    RispondiElimina
  6. Alle trappole credo poco, io parlavo di essere coscienti e consapevoli.
    Fra l'altro crescere un figlio a Cuba e' sicuramente piu' economico se lo cresci alla cubana.
    Ma visto che cubani non siamo ad ogni viaggio in Italia si torna a Cuba con passeggini, biberon, tettarelle e la maleta piena di cose utili ma la' introvabili.
    Insomma un bel pasar trabajo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da mario
      sono ancora daccordo con te.....se la metti di essere coscenti e consapevoli.....però non tutti lo sono nei pensieri e nei fatti (cioè inconsapevoli)... e sicuramente come dici te poi diventa un bel pasar trabajo....

      Elimina
    2. Un figlio a 30 anni è una cosa, a 60 tutta un altra

      Elimina
  7. Milco a "una certa età", e con una certa situazione alle spalle (divorzio), questo è il "prezzo" da pagare se vai in paesi che hanno culture diverse dalla nostra....il tuo amico secondo me per non trovarsi "solo" dentro di se, ha preferito accontentare la novia, che magari compensare il non fare un figlio con altro ($$$$$)...anche perkè poi dei figli si prendono sempre cura le mamme, soprattutto a 62 anni.
    Quando una nuova vita ci raggiunge è sempre bello, ad ogni età.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo metto in dubbio pero' magari c'e' chi ritiene, legittimamente, di avere gia' dato.

      Elimina
    2. chi ha già dato è fuori dubbio...alla fine poi ognuno di noi ha una testa ed esigenze diverse dall'altro.

      Elimina
  8. Quanto mi manca Cuba, ora è un pò di mesi che non vado...leggere ogni giorno questo blog è una mazzata al cuore (in senso buono) e un modo più vicino per sentirsi a Cuba, sperando che novembre arrivi presto x volare a la grande isla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello e' che qua' si parla di una Cuba che tutti conosciamo e in cui, quindi, ci possiamo riconoscere.

      Elimina
    2. esatto, e questo ci fa sentire più vicini a Cuba anche se siamo a 10.000 km di distanza...anche se nel cuore non esistono poi così grandi distanze.

      Elimina
  9. Sempre che il figlio sia suo. Non sarebbe il primo a cascare in questa trappola e a Cuba con maggiore facilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo mondo solo 2 cose sono certe ; le tasse e la morte

      Elimina
  10. Evviva e tiriamo a campare abbagliati dal sole di Cuba e non solo da quello.

    RispondiElimina
  11. SEMPRE MEGLIO DEI MESI DI PIOGGIA CHE CI SIAMO CUCCATI...

    RispondiElimina