giovedì 13 marzo 2014

REBELDIA;CHE GIOIA!

 


E' un po' di tempo che volevo scrivere qualcosa su un'istituzione cubana, inventata sicuramente da qualche illuminato nel suo migliore momento di grazia.
Il divorzio por Rebeldia.
Prima di dire la mia e' bene fare qualche considerazione su cio che viene prima del divorzio; il matrimonio.
Ogni paese ha le sue leggi in materia, visto che da noi bivacca un omino vestito di bianco a Roma, siamo uno dei paesi, dal punto di vista legislativo, piu' arretrato fra quelli europei.
Il divorzio e' in vigore dagli anni 70' grazie ad un referendum dove la DC si schiero' coi baciapile mentre il PCI ne fu, coi radicali, promotore e vincitore.
Prima, ricordo, che l'adulterio era reato penale.
Per citare i casi piu' esaltanti Fausto CoppI, Capitan Valentino e Gigi Meroni (la compagna) rischiarono la galera, per una storia al di fuori dall'ormai frusto talamo coniugale.
Per divorziare in Italia occorre intanto che uno dei 2 coniugi abbia portato fuori i coglioni da casa, nel 95% dei casi il marito.
Poi la separazione va' sancita a livello legale, quindi, dopo alcuni anni, 5 se non sbaglio a meno che le cose non siano cambiate, si divorzia.
Ho la maggior parte dei miei amici divorziati, e vi posso assicurare che se non ci sono figli di mezzo se ne esce ammaccati ma vivi, in caso contrario, coi figli, si puo' partecipare, in qualita' di tonno, alla mattanza di Favignana.
Spettacolo non bellissimo, a cui assistetti nel 1990 grazie alla mia amicizia con l'allora Raiss.
Se poi si becca un giudice donna allora chao pescao...
Quindi questa e' la situazione da noi, a Cuba invece c'e' questa fantastica istituzione che cambia le cose.
Intanto e' diverso il concetto di matrimonio.
Avremo tutti sentito dire che fulano esta casado con fulana.
Quasi sempre il "casado" e' sinonimo di convivenza ma sin papeles.
Un tempo lo stato organizzava persino una festicciola, mi raccontano che donava agli sposi alcune casse di cerveza e del ron.
La gente si sposava per avere queste libagioni e poi divorziava una settimana dopo...
Ovviamente ora la birra te la devi comperare.
A Cuba ci si sposa e si divorzia con la stessa facilita' con cui da noi si fa' colazione al bar.
Sposarsi per loro non costa quasi nulla e divorziare lo mismo.
Riepilogo invece la situazione che coinvolge noi culi bianchi in caso di matrimonio.
Il costo base fra papeles y boda e' intorno ai 1400/1500 euro piu il viaggio per raggiungere l'isola.
Divorziare ci costa sugli 800 cuc, mentre, se il procedimento e' messo in piedi da loro, il costo e' di 150 pesos mn.
La cosa fantastica, della Rebeldia, e' che uno dei coniugi puo' divorziare, legalmente, in assenza non solo del consenso del coniuge, ma persino dello stesso.
Ho gia' ricordato che quando decisi di chiudere la mia situazione, dissi alla fanciulla che il divorzio toccava a lei, io avevo gia' dato, e non avevo alcuna intenzione di sovvenzionare ulteriormente la faccenda.
Quando sbarcai a Cuba mi fu recapitata la sentenza.
Se paragonata alle nostre pastrocchie burocratiche si tratta di un papeles fantastico.
Leggendolo, ho visto che, per il divorzio, va indicata una causa.
Non una giusta causa, una causa e basta.
Cito testuale; ""entre l'actor (io) y la demandada se produjo un estado de desavenencias derivado da la incompatibilidad de carateres, provocando FALTA DE CARINOS e incomprensione que la hecho imposible la vida en comun,decedendo asi que la mejor forma es la separacion, trayendo consigo que vivan separados desde hace aproximadamente mes de abril 2013, dimostrandose ademas que estos con la separacion comenzaron a vivir en domiciolios separados."
Quindi, grazie agli Orishas e' stato sufficente dimostrare che (era fine luglio) io non andavo a Cuba da aprile per rendere operativo il meccanismo.
Ragazzi e' fantastico!
Sposatevi, pero' fatelo sempre e comunque a Cuba, anche se poi lo registrerete, per l'eventuale divorzio varranno le leggi del paese dove il matrimonio si e' celebrato.
"Falta de carinos...." ADORO CUBA!

33 commenti:

  1. Carenza d'affetto come motivazione per un divorzio è fantastico :-D
    "Fulano esta casado con Fulana" cos'è un detto cubano come per dire non sia importante chi stia con chi?
    Comunque nella faccenda del divorzio con rebeldia forse mi sono perso un passaggio. Avevo capito che lo Yuma paga sempre e comunque gli 800 cuc. Invece mi dici che se il divorzio è chiesto da lei la cosa cambia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia ex(per fortuna per breve tempo) signora aveva la stessa necessita' di affetto di Marilin Manson.
      Fulano e' un po' come dire tizio.
      Ci mancherebbe ancora che lei chiede il divorzio e poi lo debba pagare io....

      Elimina
    2. ciao sono in procinto di divorziare perchè ormai la cosa non è più sostenibile . riusciresti a mandarmi via mail dove potermi appoggiare per divorziare? lascio contatto marchino1000@hotmail.it

      Elimina
  2. da mario
    grazie dei consigli Aston...per quanto mi riguara...come già detto altre volte spero di resistere.....ma anche io ho acceso la cinquantesima da poco.....e chi sa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah...a volte la vita e' cio' che succede mentre fai progetti...

      Elimina
  3. però se hai trascritto matrimonio anche in italia il divorzio a cuba in consulteria non credo vali qui da noi serve una sentenza del giudice se non sbaglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sapevo che valgono, in ogni caso, le leggi del paese dove ti sei sposato.
      Ovviamente il divorzio, in quel caso devi andare a notificarlo in ambasciata,suppongo.

      Elimina
    2. Se il divorzio parte a Cuba ed in Italia non c'è alcun processo pendente che riguarda lo stesso caso (cosa che devi dichiarare con tanto di firma che vale come reato penale se dici una palla), ti divorzi per rebeldia alla consultoria della città in cui ti sei sposato, poi vai in consultoria internacional, mandi a fare in culo la controparte e loro fanno tutto per te SENZA necessità di andare in Ambasciata. Credo costasse sui 1000 cuc. Ora non so. Poi ti arriverà la notifica nel tuo comune di residenza. Se però parte per prima la richiesta di divorzio dalla macchina statale sbagliata, ovvero quella italiana, la cosa si complica di un bel po'. Se non ci sono figli di mezzo e la cubana ti saluta dopo poco tempo, so anche di gente che non ha tirato fuori un 5 e la cubana si è levata di torno. Altri invece hanno risolto uno a uno. Ti do 10/20.000 euro e la chiudiamo qui. La soluzione migliore è non sposarsi :-) Il 90 e passa % dei matrimoni italo-cubani fracassa. E' che si pensa o spera di fare parte di quel 5% che tirano la volata ma poi di norma finisci insieme al gruppo. Il problema è che la strada è lunga. Un matrimonio è a vita e quindi dubito che prima o poi non nascano bambini..... Ti senti preso per i coglioni. Gran brutta sensazione.

      Elimina
    3. Parli di chi ha registrato la boda in anbasciata vero?

      Elimina
  4. Ahahahahahah!! Fantastico...

    Sei sicuro, Milco, che il divorzio non vada trasmesso alle autorità italiane?

    RispondiElimina
  5. Divorziato anch'io in Italia con 2 bambini.Un delirio.Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuentace Stefano. Sposato e divorziato in Italia con figli, quindi il massimo del rischio. Immagino come minimo il mantenimento. Avevate anche la comunione dei beni?

      Elimina
    2. Non solo, avevo comprato casa prima di sposarmi e di conoscerla.Ora ci vivono loro e io sono in affitto.Stefano

      Elimina
    3. Brutta storia, mi dispiace. Per questo la legge italiana in materia è una vergogna. Io non sono un maschilista, anzi; ma quando si parla di pari opportunità almeno in questo tema credo che non ci sia e che vada sempre a discapito dell'uomo. E' vero che la madre è colei che cresce il figlio ed ha grandi responsabilità e doveri, soprattutto nei primi anni di vita; ma vedo troppi uomini ridotti sul lastrico ingiustamente, magari per donne che si sono fatte bene i loro conti in tasca. Inutile negarlo, in italia la legge in ambito matrimoniale è a svantaggio degli uomini.

      Elimina
  6. Non condivido assolutamente certe opinioni,io sono sposato da 8 anni 2 bimbi stupendi e sto da dio e forse molto meglio di molti single,questo e il mio pensiero e la mia eperienza.poi certo quello che succede domani chi lo sa?ma conosco tanti single infelici e tanti sposati felici che frequentano cuba,tutto sta nelle esperienze che abbiamo avuto,per me non ci sono regole per chi sta meglio o peggio,anche nei rapporti italo- cubani.paolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Paolino ma non puoi pensare che la tua esperienza valga per tutti.
      C'e' una giungla la' fuori...

      Elimina
    2. Si parla infatti di statistiche. Si spera che sia sempre come è capitato a te, ma credo si parli di mosche bianche. Se l'hai trovata sei stato fortunato ;-)

      Elimina
    3. Paolino l'ha trovata e gli e' andata di lusso....come lui sa bene.

      Elimina
  7. Ragazzi, come vi dicevo,domani sono via.
    Vado in California....o meglio a La California...fra Livorno e Grosseto.
    In serata postero' le cose per domani, fatevele bastare!

    RispondiElimina
  8. Vero aston ma io voglio portare ottimismo con fatti reali,ci sono le coppie miste con figli che sono felici,bisogna frequentarle per saperlo.ma se tutti pensano alle statistiche finisce il mondo.paolino.

    RispondiElimina
  9. Le statistiche non sono il vangelo ma hanno un loro valore, occorre tenerne conto mantenendo pero' le varie specificita'.

    RispondiElimina
  10. terra da ciclisti pluricampioni del mondo

    RispondiElimina
  11. Non lo sapevo...precisamente Marina di Bibbiona, partenza all'alba come ogni buon soldato.

    RispondiElimina
  12. io fin da piccolo sono sempre stato contro il matrimonio,figurati a cuba. tutt'ora che a luglio/agosto divento papa mi tengo alla larga dal matrimonio.alla snai pagano poco la durata di questo rapporto.

    RispondiElimina
  13. Come diventi papa'?
    E lo dici cosi'?

    RispondiElimina
  14. Gino. Ciao Aston,se vai a marina di Bibbona ti consiglio il ristorante La Pineta di Luciano Zazzeri...

    RispondiElimina