domenica 9 marzo 2014

YUMA;UNA GRANDE STORIA D'AMORE

 

GIORNO 1

Ciao mi chiamo Pepe e sono stato a Cuba per la prima volta due anni fa.
Alloggiavo a Varadero in un grande albergo e facevo tanti bei bagnetti sia nella piscina che nel mare. Un giorno stufo della solita monotonia noleggio un motorino e mi dirigo verso una citta' che si chiama Cardenas.
Appena entro in citta' mi accorgo di essere seguito da tante ragazzine in bicicletta. GASP ! sono tutte giovanissime e bellissime, capelli raccolti, occhi grandi e marroni e vestitini minuscoli che se li metto alla mia "barbie tirabaci" le vanno bene. Le fanciulle giocavono ad inseguirmi e si divertivano a schiamazzare e a tagliarmi la strada. Arrivo davanti a un Rapido e mi fermo. La piu bella di loro pare dare dritte alle altre che si dileguano velocemente.
Penso: " sti cazzi, nessuna resiste al mio fascino, vuoi vedere caro Pepe che hai beccato la piu fichetta del gruppo?!".
La bimba parcheggia la bicicletta, apre la borsetta, controlla il cellulare lo spegne, ammicca un sorriso e mi viene incontro.
sei un grande mio caro Pepe......dico tra me e me
La tipina si avvicina a me e mi chiede se sono Italiano.
CLARO QUE SI BAMBOLETTA le rispondo.
La invito a sedersi al mio tavolo, iniziamo a conversare. Il suo italiano e' perfetto quasi meglio del mio. La ragazzina e' molto intelligente e penso che sia laureata in lingue, lei mi dice che sa pure il FRANCESE e l' INGLESE.
Mangiamo e beviamo, la piccina sta flaquita e pare abbia una fame atavica.
Le ore passano e mentre parla e ride non posso non notare 4 DENTI D'ORO che deturpano il suo sorriso. Piccina forse non tiene dinero per farseli fare di porcellana, penso io.......cmq la sua bellezza e' disarmante e le chiedo se vuole uscire con me stasera. Lei sorride e mi risponde CLARO QUE SI !!! il sole risplende alto e i raggi cadendo sulle 12 COLLANE D'ORO che ha al collo fornano giochi di luce e riflessi abbaglianti che mi stordiscono.
Ci alziamo e lei mi chiede di seguirla fino a casa sua, mi vuole presentare la mamma e il figlio......hummm caspita ha 23 anni e un figlio di 6, precoce la piccina penso io. Arriviamo davanti a casa sua, posteggio il motorino e entro con lei. La mamma mi accoglie come si mi avesse conosciuto da sempre. Probabilmente io e la mamma abbiamo la stessa eta' mi prepara subito un bel caffe' e mi chiede se dentro ci voglio un po di mestruazioni o se mi accontento dello zucchero .
Intanto il passerotto mi mostra la casa.......un macello.....buchi da tutte le parti, niente acqua, manca pure lo specchio in bagno. Vicino alla porta di ingresso c'e' un bidone pieno d'acqua con una tartaruga dentro. Mi dice che serve per lavare per terra. CASPITA hanno insegnato pure alle tartarughe a PULIRE !! Sono troppo avanti questi CUBANI !!!!!
Mi porta in camera sua e rimango sorpreso, la sua camera non e' come tutto il resto della casa.......e' bellissima!!!! anche meglio della mia camera al MELIA.
Aria condizionata, lenzuola di cotone, pupazzetti e gingillini ovunque, stereo maxi, dischi della Nasona Nazionale (pausini) del Grignani e di Eros. Su un tavolino scorgo una infinita' di profumi da uomo lei mi dice che ama i profumi da uomo e usa solo quelli......la encantano (te credo sono gratis )
Nell'altra camera da letto un devasto, li' stanno riposando il figlio, la zia, la nonna, un'amica della mamma, la mamma e lo zio. La camera e' quasi 4x4 e lei mi dice che li' ci stanno comodissimi. Quando parla con gli altri alza sempre la voce e si fa portare tutto anche se le basterebbe allungare un braccio per prendere la cosa di cui necessita.
Che donna di carattere penso io........
La sera usciamo e andiamo a mangiare fuori......e lo ammetto sto gia pensando a quando le mettero' le mani addosso......
La invito in albergo....ma lei mi dice che non puo entrare negli alberghi di Varadero perche' un uomo con la barba non vuole.
Perdinci e come fo a papparmela?? lei mi dice che con una modica cifra di 50 cuc posso rentare una casa particular in qualsiasi posto della citta'.
Rento una bella casetta di merda......in bagno c''e l'elettrochock che loro chiamano calientador, la camera e' molto spartana ma con delle bellissime lenzuola di plastica, animaletti e ragnetti portafortuna ovunque.......
L'aria condizionata fa un rumorino romantico tipo motori del 747
Finalmente ci troviamo io e lei soli ....... io vado a fare una duscetta (come dice lei) utilizzo lo spazzolino da denti per attivare il calientador. Mi lavo come posso intanto lei nell'altra camera mette uno strano disco nel registratore gentilmente prestatoci dal padrone di casa....
La canzone e' un po strana , molto ritmata e dice cose che anche io posso capire....tipo loca loca loca , esas son la chicas que lo cojen con la boca ecc ecc. Le chiedo che tipo di musica e'......lei mi dice REGGAETON e mi fa vedere come si balla......inizia a simulare quasi un rapporto sessuale strusciando il suo culetto sodo e all'insu' sul mio pisello.......
CI SIAMOOOOOOO!!! penso io....... entriamo nel letto......
NON TI STARE A CREDERE CHE STANOTTE FACCIAMO L'AMORE ....... mi dice.
IO NON SONO MICA UNA PUTA ! IO VOGLIO CONOSCERTI PRIMA E VEDERE SE TU MI AMI VERAMENTE.
Ma certo amore , le rispondo io , non ho mai pensato di fare l'amore con te stasera e cosi passiamo la notte a raccontarci delle nostre vite e di cazzate varie.
Intanto penso alla mia super camera d'albergo con tv satellitare, frigobar e idromassaggio che mi costa ben 250 fula al giorno ed io che mi ritrovo in quel posto da barboni senza neanche poter scegliere tra le 4 piscine gli 8 ristoranti e i 5 grill.
Ma il semplice desiderio sessuale che provavo per lei, dopo quello che mi ha raccontato, sta diventando "amore"......e quella semplice conquista ci ha fatto tramutare subito in novio e novia e penso anche di poter sopportare tutti i disagi dell'abitazione perfino quel piccolo scorpione burlone che tenta di farmi uno scherzetto introducendosi nelle mie prada rosse e argento.
Lei intanto con la barrica piena si fa un bel sonnellino.......io la guardo, la accarezzo e le passo la lingua tra i capelli
PENSO CHE NON SI TRATTI GIA PIU DI UNA SEMPLICE "NOVIA" MA BENSI' DELLA FUTURA MADRE DEI MIE FIGLI !!!!!!!

CONTINUA...........

6 commenti:

  1. Bellissimo racconto Milco, emozionante, ma non ho capito se realmente accaduto o meno...

    RispondiElimina
  2. E' un racconto di qualche anno fa', credo autobiografico dell'autore che girava in rete.
    Ne posto una puntata a settimana

    RispondiElimina
  3. Scusate la domanda terra-terra... ma perchè non gliel'avrebbe data scusami? :-D
    La chica gli avrebbe solo potuto chiedere un "aiutino" maggiore che invece cosi facendo non gli ha potuto chiedere.
    Forse voleva "trabajarlo" per bene per aspirare a molto di piu, chi lo sa.
    Diciamo una lavorazione più a lungo termine?

    RispondiElimina
  4. Aspetta. . Ci sono altre puntate. . .

    RispondiElimina