martedì 15 aprile 2014

RON CANEY;EL SABOR DE CUBA

 

Da ieri un nuovo amico e' sbarcato su questa Isola nel Sole.
Preferisco, da sempre, usare il termine "amico" piuttosto che quello abusato e un po' pomposo di "Partner Commerciale"
A destra, potrete notare il logo del Ron Caney; el sabor de Cuba.
Si tratta di una ditta italiana, della provincia dell'Aquila (motivo di piu' per essere felice di ospitarla) importatrice di questo Ron che, come potrete leggere sul sito cliccando sul logo, vanta 150 anni di storia ed e' una delle eccellenze cubane.
Nel sito viene spiegata bene la storia di questo Ron che ha attraversato guerre e Rivoluzioni, senza mai perdere la sua specificita'.
Qua' sopra siamo tutti, chi piu' chi meno, amanti di questa bevanda che rappresenta el sabor y l'alma de Cuba.
L'azienda, presente al recente Vinitaly con un suo prestigioso stand, offre tutta la gamma dei diversi tipi di Ron Caney.
Ovviamente vi invito ad acquistarlo, portandovi cosi' a casa, un pezzo di Cuba.
Uno dei migliori.

14 commenti:

  1. Berto Savina non è nuovo dell'isola è uno dei più grandi imprenditori esteri a fare investimenti sull'isola nel sole e già dallo scorso anno importa il ron Caney.
    A Cuba ha anche fondato una squadra di calcio chiamata Atletico Avezzano.pedro
    http://www.italsav.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Perdro, come so che e' delle tue parti.
      I primo contatti sono di qualche mese fa.
      Qualche informazione l'ho presa, ed e' un piacere, com'e' avvenuto con Simone e con altri, avere ospite sul blog la sua attivita'.

      Elimina
  2. Ottimo ron. Felice che sia importano in Italia. Stufi del solito e abusato Havana Club. Jorge

    RispondiElimina
  3. EL LOCO neanche a farlo apposta e' il mio rhum preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caso vuole che all'ultimo giro abbia portato in Italia proprio una boccia di Caney 7 anni

      Elimina
  4. Minchia che briscole che ho preso col Caney.
    Caney e Cubay sono i miei preferiti. Ma anche la mulata! ah no, quella non per il ron...

    RispondiElimina
  5. NO...LA MULATTA E' UN'ALTRO DISCORSO AHAHAHAH

    RispondiElimina
  6. Caney è il Ron preferito da mi suegro, un vero intenditore...
    L'abbiamo comprato e bevuto a capodanno nella mitica festa alla finca sul monte, con tanto di veduta sui fari della base Yanqui che in lontananza illuminavano la baia di Guantanamo, credo fosse el Anejo 5...
    W Cuba, W la Revolucion, W El Caney!
    Gari

    RispondiElimina
  7. Mi fa piacere ospitare un prodotto d'eccellenza cubano caro Gari

    RispondiElimina
  8. Con questa storia del ron mi hai fatto venir voglia di mollare all'istante tutte le scartoffie, prendere il primo aereo e sorseggiare questa sera stessa unos tragos de Caney in famiglia...nella provincia mas oriental del pais...
    Gari

    RispondiElimina
  9. Anche basterebbe una meno orientale rispetto alla tua...

    RispondiElimina
  10. Quando penso al non posso evitare il ricordo di quella volta quando all'aeroporto, dopo il concitato viaggio di ritorno, mi accorsi che qualcuno aveva ravasato nella mia maleta rompendo il lucchetto e traggono una bottiglia di Matusalem (se non ricordo male) acquistato a Santiago e una gorra.Pedro.

    RispondiElimina
  11. Facile che sia accaduto in Italia...

    RispondiElimina