mercoledì 9 aprile 2014

SITUAZIONE CASE

 

Anche a questo giro. non ho potuto fare a meno di notare come la quantita' di case in vendita, a Las Tunas, sia in continuo e costante aumento.
Ci sono molti "se vende esta casa" che languono da oltre un'anno, se i proprietari non hanno capito che a quelle cifre la casa se la tengono, allora vuol dire che non hanno bisogno di quattrini.
Oppure che sono una massa di imbecilli, cosa possibile ad ogni latitudine del mondo.
Le case che vanno via prima sono i piccoli appartamentini, i camera e cucina che si vendono a 6/7 mila cuc.
Cifra che va poi adeguata coi consueti lavori che vanno fatti per renderla decente per un'europeo.
Oramai in citta' ci sono case per ogni gusto ed ogni cifra.
Conosco gente che ha comperato e ristrutturato ville spendendo 300000 dollari, ma parliamo di situazioni che iniziano in una via per finire in quella parallela.
Ovviamente sono situazioni in cui i proprietari, allo stato attuale delle cose, sanno perfettamente che non avranno possibilita' di venderle, ma e' gente che comunque non patisce il freddo ai piedi.
A molte delle case in vendita e' stata data una mano di vernice esterna, giusto per attirare l'occhio, poi entri e sono un'autentico disastro.
I "se vende" sono ovunque, persino in quartieri periferici come Nueva Sosa o Aeropuerto, molto fuori dal centro e, per questa ragione, piu' appetibili dal punto di vista economico.
I corredor, gli "agenti immobiliari" cubani, quelli che, fino a poco tempo fa, trovavi solo nella capitale, oramai imperversano in citta'.
Appena vedono uno straniero per strada, preguntano se e' alla ricerca di una casa da comperare.
La gente che nel boulevard vende ropa, occhiali, scarpe, dollari in mezzo al tutto propone anche una casa in quel tale barrio....
Come mi era gia' successo in passato, ho accompagnato un mio conoscente a vederne alcune.
Case a 3-4 cuadre dal centro cittadino.
Un paio erano decenti; per una volevano 15000 e per l'altra 18000.
Poi si poteva discutere, perche' il loro criterio di richiesta, continua a non avere nulla a che fare col reale valore dell'immobile, ma e' in funzione, come vi avevo gia' accennato in passato, col quanto serve loro per fare cio' che vogliono.
Resto dell'idea che se ti presenti col cash, il margine di trattativa sia piuttosto ampio.
Ricordiamoci che l'acquisto di una casa e' soltanto il primo passo, il piu' semplice, sulla lunga strada per avere un contesto abitativo....decente.
Ho 3 conoscenti in fase di lavori, uno e' quello che mi ha venduto casa e che, a sua volta, ha comperato.
Un paio di loro e' gente che, a differenza di com'ero io PRIMA, ha esperienza di lavori.
Gente che sta' 8 ore al giorno col fiato sul collo agli albanil, se fanno qualcosa di non loro gradimento devono tumbare tutto e il materiale sprecato si scala dalla cuenta.
Com'e' giusto che sia.
Tutti mi hanno confermato che, anche a causa dei rincari del materiale, oggi ristrutturare costa dai 130 ai 140 cuc al metro cuadro.
Sembra una grande cifra ma provate voi a mettervi in quella pelea, i soldi da spendere sono quelli.
Io ricordavo, da precedente esperienza, che si stava sui 110-120 ma tutto aumenta.
Oggi per fare un bagno decente 1000 cuc non bastano piu'.
Parlo di fare un lavoro a nostro gusto, se poi si sceglie di ristrutturare a lo cubano, cosi' come viene, allora e' tutto un altro discorso.
Se e' un regalo va bene tutto, se abbiamo in prospettiva di viverci noi, decisamente no.
Non parliamo poi di chi ha fatto venire il materiale dall'Italia col continer....perche' c'e' anche chi ha preferito questa strada.
Quindi, come vedete, le cifre lievitano parecchio, e siamo a Las Tunas.
Conosco gente che sta' comperando a La Habana in Vedado o in altri barrios di livello e si parla di 40/60 mila dollari.
Se facciamo paragoni con l'Italia ovviamente si tratta di affaroni, ma togliamoci dalla testa il luogo comune che mettere su casa a Cuba non costi un cazzo.
Prima comperi, e spendi, poi ristrutturi, e spendi.
Poi al limite, forse, te la godi.

13 commenti:

  1. Anche io sono alla ricerca di una casa a Santiago però prima di quest'inverno non riesco ad andare vediamo un po cosa c'è di interessante diciamo che il budget non deve superare i 10000 euro chissà se si trova qualcosa di decente.ciao.

    RispondiElimina
  2. Sono oltre 13000 cuc. Sicuramente trovi. Poi però va messa a posto. . .

    RispondiElimina
  3. Mille cuc per un bagno non sono pochi.Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma se vuoi fare qualcosa in un certo modo i costi sono questi, fidati.

      Elimina
  4. Dico una cosa banalissima e stupida, ma se uno si accontenta dello stile cubano la cosa migliore sarebbe prendere una casetta finita...così non ci spende soldi per ristrutturarla, soprattutto se deve viverci solo quando va a Cuba e non tutto l anno, magari sacrificando un pò la superficie e abbassando il prezzo ne prendi una finita.

    RispondiElimina
  5. Il problema non è comprare e ristrutturare ma a chi intestarla !!!
    Sentenza

    RispondiElimina
  6. Diciamo che è uno dei problemi

    RispondiElimina
  7. Ristrutturare a L'Avana costa un buon 30/40% in più rispetto alla Guajironia ma si hanno , senza dubbio , più opzioni nella scelta dei materiali. La propina dell'architetto è ormai la normalità ma , almeno , si sa chi pigliare a calci in culo se le cose vengono fatte "ad cazzum".
    OT : nervosetti in Val di Susa...Né ????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono convinto che ristrutturare a oriente costi meno. Anzi
      Oggi ero in palestra nel canavese che è successo in val Susa?

      Elimina
  8. Gigi, se a La Habana ti serve del materiale ha 30 persone che te lo offrono a prezzi differenti, a Tunas magari, in quel preciso momento, solo uno ce l'ha in casa, e il prezzo lo fara' lui, non tu.

    RispondiElimina
  9. credo che la cosa possa essere cosi':
    si deve decidere spendo meno o ristrutturo rapido....poi si segue la linea scelta. se si sceglie di spender meno si deve mettere in conto il tempo per acquisire i materiali guardando il prezzo ed aspettando che arrivino sulla piazza in cui si e'.....

    RispondiElimina
  10. Il problema e' che spesso noi, noi stranieri, tutto quel tempo non lo abbiamo, Andiamo giu' un mese ed in quel mese occorre risolvere piu' cose possibili

    RispondiElimina