sabato 24 maggio 2014

IL VOTO

 

Domani si vota, da oggi c’e’ il silenzio elettorale.
E’ quindi il momento in cui io dica la mia.
Premetto che il mio interesse per la politica e’ oramai ridotto a poco piu’ di zero, se ancora mi fosse rimasto un briciolo di entusiasmo questa miseranda campagna elettorale me lo avrebbe fatto passare.
La realta e' che abbiamo avuto la campagna elettorale che ci meritiamo, coi 2 comici sugli scudi.
Uno vantava i “grandi successi” dei suoi anni di governo, promettendo stipendi a tutti; dalle casalinghe alle avventizie del settimo giorno.
L’altro a sparare cazzate sul nostro inno nazionale, sulla lupara bianca, Hitler, Stalin ed altre amenita’ assortite.
Alla fine e’questa la gente che ci meritiamo.
Sono stato, a lungo, tentato di non andare a votare, soprattutto perche’ la lista di Marco Rizzo; C.S.P. antieuropeista (posizione che, peraltro, non condivido) non e’ stata ammessa al voto.
Alla fine l’avrei votata per nostalgia dell’amato, antico, simbolo.
Pero’ non domentico che l’Italia democratica e’ nata dalla Resistenza, non votare mi sembrerebbe di offendere chi, per fare in modo che io possa oggi avere questo diritto, ha perso la vita.
Quindi per quanto riguarda il mio comune, Valgioie, votero’ per una lista di residenti (siamo meno di 800 divisi in 7 borgate) che cerchera’ di scalzare il sindaco uscente; il noto Osvaldo Napoli.
Lo conosco bene, spesso facciamo colazione nello stesso bar di Giaveno, si chiacchiera, gioco a tennis con la figlia, ma come sindaco semplicemente non e’ mai esistito, sempre preso dagli affari romani del suo capo, il condannato di Arcore.
Per quanto riguarda le regionali sicuramente voto Chiamparino, uno dei migliori sindaci che Torino abbia mai avuto.
Per le Europee votero’ Pd, Renzi pur con tutti i casini che, soprattutto i suoi, gli regalano, sta’ cercando di cambiare il paese.
Questi sono i miei voti, li rendo noti nella consapevolezza che oramai la segretezza del voto sia una gran cazzata.
Siamo al terzo governo non eletto dal popolo quindi e’ probabile che stia, di nuovo, perdendo il mio tempo andando ai seggi.
Togliamoci il dente e non se ne parla piu’….turandomi il naso.

20 commenti:

  1. Concordo al 100% ad andare a votare nella memoria e nel rispetto di chi ha combattuto per la libertà! anche io ho perso la voglia di andare a votare ma per questa ragione e per la memoria dei miei nonni che mi hanno trasmesso certi valori continuerò ad andare a votare magari toppandomi il naso, la bocca, le orecchie e il culo!!! Poi sono presidente di seggio e quindi dovrò comunque partecipare. Voterò PD alle europee e per le comunali ho solo un piccolo dubbio....vivo in una zona dove in anni passati la sinistra otteneva risultati del 75/80% con affluenza alle urne oltre al 90%....non solo pomodori e fragole nascevano rossi da queste terre ma anche i cetrioli e l'insalata spuntavano fuori rossi ahahahaha...Alessio

    RispondiElimina
  2. Solitamente nelle regioni rosse non si è mai vissuto male

    RispondiElimina
  3. Proverò,senza troppe illusioni, a dare fiducia a Grillo.Stefano

    RispondiElimina
  4. Sarebbe interessante sapere se tutti quelli che, a Cuba, la menano con le libere elezioni e partiti politici in Italia poi vanno a votare

    RispondiElimina
  5. Il 41% dei votanti ,più di 11.000.000 ha scelto Renzi,rispetto la scelta,non la condivido ,certo a me gli 80 euro dati ignorando completamente le fasce più deboli ed ignorando i nuclei familiari(una coppia senza figli con due stipendi da 1500 porta a casa 160 euro,una famiglia con un solo coniuge che prende 1550 e ha moglie e figlio a carico zero)non piacciono e non mi piace neanche il furbetto decreto che ha permesso(ma direi consigliato)ai comuni di non varare la tasi entro fine maggio ma spostandola a settembre..sai com'è...magari gli 80 sarebbero sembrati meno golosi...

    RispondiElimina
  6. Credo che parlare di vittoria di Renzi sia riduttivo.
    Si e’ trattato di un trionfo, non credo che un partito politico, nell’Italia repubblicana, abbia mai preso una percentuale simile.
    Oltre il 40%
    La gente ha premiato chi ha fatto sua una frase che, qua’ sopra, utilizzo spesso.
    Fatti e non pugnette.
    Non ho la presunzione che tutti siano d’accordo, ma comunque Renzi qualcosa, nel breve tempo concesso, ha fatto.
    Poi posiamo fare mille discorsi, ma l’italiano oggi ha bisogno di poche ma solide certezze.
    Non trascuriamo il fatto che Renzi e’ leader dell’unico partito rimasto in Italia e che proseguira’ anche dopo di lui.
    E’ sopravvissuto a Togliatti e Berlinguer, puo’ tranquillamente sopravvivere a Renzi.
    Altra scelta intelligente, il non mettere il suo nome nel simbolo, tutti gli altri partiti spariranno con la fine del loro leader, il PD no.
    Il centro desta ha disperso i suoi voti, se li metti tutti insieme ha preso oltre il 30%, che e’, storicamente, il suo elettorato.
    Il travaso e’ avvenuto da Grillo verso Renzi.
    Una campagna elettorale piena di insulti e citazioni infelici ha dato i frutti che doveva dare…
    La gente ne ha i coglioni pieni di gente che urla e insulta.
    C’e’ bisogno di un minimo di stabilita’ e il solo pensare a Grillo al governo ha spinto gli italiani verso la sola tana sicura rimasta.
    Restano un paio di milioni di voti di sinistra in uscita libera, ho parlato con tanta gente che non e’ andata a votare in quanto non sentendosi rappresentata da nessuno.
    Il futuro dira’ se questo vuoto verra riempito da qualcuno.

    RispondiElimina
  7. Io non sono d'accordo nel dire che è stato un trionfo,in sostanza è andata a votare una persona su due.Detto questo anche stavolta gli italiani si sono fatti prendere per il culo dal solito pifferaio,gli 80€ ci sono probabilmente solo fino a dicembre,poi bisognerà cercare un'altra volta la copertura.questo "regalo" mi ricorda molto il bonus bebè sotto berlusconi.Poi deve ancora arrivare la tasi.......
    comunque pensavo che avresti votato Tsipras.......

    RispondiElimina
  8. Ho lavorato 7 mesi in Grecia. Piuttosto di votare un greco voto
    Le Pen. .
    Se, per paura di non arrivare al 4% svendi simbolo e storia il mio voto, per quello che vale, non lo prendi.

    RispondiElimina
  9. Comunque ho appena saputo che renzi avrebbe tolto 60€ dagli assegni per familiari a carico.Complimenti.Fatti non pugnette.....

    RispondiElimina
  10. Caro Mirco ogni testa è un piccolo mondo, soprattutto con la politica di mezzo.

    RispondiElimina
  11. Nota a margine
    Per decenni ho pensato che tutti quelli che votavano DC fossero idioti che non capivano un Cazzo. Votavo PCI come potevo sbagliare?
    Con gli anni, pur mantenendo le mie idee ho capito che costruire è molto più difficile che distruggere.
    Pare lo abbiano capito in molti

    RispondiElimina
  12. Certamente.Non mi riferivo a te ma in generale.Mi aspettavo la vittoria del pd ma non in questa misura.

    RispondiElimina
  13. Mirco volevo dire che se non ti porti a casa i moderati non vinci. Grillo ha clamorosamente sbagliato un rigore senza portiere
    Tribunali del popolo. . dai.. . .

    RispondiElimina
  14. A seguito della vittoria del Sol dell'avvenire ho inviato il seguente sms ai Villans di convocazione per la partita di venerdi.
    "Avviso a tutti i Compagni calciatori.
    Venerdi si riunira' il Comitato Centrale presso il centro sportivo popolare Trinacria.
    Quindi cena proletaria presso la solita casa del popolo.
    Gli assenti vincono un soggiorno in un noto centro termale siberiano.
    Il Commissario Politico"

    Scherzi a parte in Piemonte col Chiampa e' una mattanza....

    RispondiElimina
  15. sergio chiamparino 47,87%
    gilberto pichetto fratin 22,06%
    davide bono 20,70%
    guido crosetto 5,11%
    enrico costa 2,98%

    RispondiElimina
  16. Sono d'accordo col fatto che Grillo abbia fatto una campagna elettorale pessima.
    Troppi insulti, toni troppo alti, troppo drastico nel trattare temi come Expo e Euro.
    Penso che questa volta avrebbe dovuto dare un po piu spazio a personaggi che nel movimento sono cresciuti e ormai pronti e preparati.
    Spero che questo esito faccia valutare nuove strategie.
    Detto questo, credo che la vittoria di Renzi and Co. (perchè non è stata la vittoria del PD, bensì di Renzi) sia stata tutt'altro che una premiazione dei "fatti e non pugnette".
    Apparte la promessa degli 80€ (che sono nulla di meno che un bel voto di scambio), cos'altro avrebbe fatto?
    Io prenderò questi 80€ ma sarei stato piu contento se li avesse dati a gente che a 60 anni ha perso il lavoro ed ora è sotto un ponte perchè grazie alla Fornero non può ancora beneficiare di una pensione.
    Li avrei dati a giovani disoccupati, o a pensionati che prendono la minima (500€?)... invece è stato palese come il giorno che sia stata una vera e propria mossa elettorale.
    Senza contare la campagna denigratoria che è stata fatta contro M5S da parte sia del PD che di FI, oltre che dell'informazione (paura che vi si togliessero i viverei eh?).... tutti contro questi delinquenti del M5S che hanno rubato, corrotto, spaccato vetrine in piazza... brutta gente, hanno ragione.
    L'unico neo del M5S penso sia Grillo, con i suoi modi aggressivi e violenti.
    Per il resto credo che gli Italiani abbiano preferito un "usato sicuro" piuttosto che un nuovo incerto".
    L'unica cosa che mi rincuora è sapere che prendendo il campione dei giovani fino ai 30 anni la percentuale è stata questa:
    PD: 33 %
    M5S: 45 %
    FI: 6 %

    Purtroppo questo è un Paese per vecchi e fatto di vecchi che votano a sinistra perchè si sentono comunisti ed hanno sempre votato a sinistra (ma perchè il PD è di sinistra?? ) o a destra, e poco guardano ai veri fatti, alle proposte di legge e ai programmi elettorali, che si informano guardando il TG1 o leggendo il Corriere o la Repubblica.
    Come ho detto all'inizio di questo mandato ,quando Renzi si è auto proclamato premier, sarà il tempo ed i fatti a darmi ragione o torto.

    RispondiElimina
  17. La gente ha preferito la normalità a un matto che urla
    Sugli 80 euro, lo dice uno che non li prende ma collabora a darli, credo che a molte famiglie abbiamo fatto gran piacere e questo è un fatto. Il grande errore di Grillo è stato il no a parlare col PD dopo le elezioni. La politica è anche compromesso. Siamo un paese di vecchi? Forse ma la gente ha preferito uno di 39 anni rispetto a uno di 65

    RispondiElimina
  18. Il problema infatti è Grillo e non il M5S.
    Sui compromessi non sono d'accordo. Penso che il sistama sia troppo marcio e corrotto per infangarsi con esso facendo accordi e alleanze.
    Sai la cosa che mi ha fatto più schifo?
    vedere Alfano, Berlusconi o i renziani, gioire allo stesso modo dopo l'esito di queste elezione.... insomma, come dire...
    "Fiuuu, anche questa volta ci siamo salvati tutti e continuiamo a scaldare le nostre poltrone"

    RispondiElimina
  19. Però vedi la politica è fatta di numeri. Se non prendi il 51% devi per forza imbarcare qualcuno. Altrimenti stai fuori. Hasta cuando?

    RispondiElimina